Recensione " Il rifugio del piacere" di Tiziana Iaccarino

Buongiorno a tutti miei cari salottieri!
E’di nuovo Sabato… Inizia un altro weekend, finalmente! Passerò anche questa giornata all’insegna dello studio, ma non importa perchè c’è un bel sole e la vita è bella 😀

Altra recensione in arrivo per voi! Oggi è il turno del romanzo breve di Tiziana Iaccarino, intitolato ” Il rifugio del piacere” che su Amazon sta ottenendo un buon riscontro! Ringrazio l’autrice per la copia che mi ha fornito! 🙂

Generalità del libro

Il nero divenne bianco, l’oscurità si tramutò in luce, la paura in coraggio,
l’ardore amaro in un sapore dolce quanto un bacio a fior di labbra.

Il rifugio del piacere

Dopo aver scoperto il tradimento di suo marito, Carina cerca conforto nelle amiche, Simona e Viola, senza sapere che una delle due nasconde un segreto.
Per aiutare Carina a superare il momento difficile, Simona organizza un viaggio last minut con una sorpresa. Viola si unisce a loro e partono alla volta del Messico.
Una vacanza come tante che, in realtà, si trasforma in qualcosa di molto diverso.
Dopo aver alzato il gomito la prima sera, infatti, le ragazze s’imbattono in tre tipi dall’aria scanzonata, attraenti e dalla piacevole compagnia. Tutto sembra accadere in modo casuale e rapido. La spiaggia di notte, una chitarra tra le mani, due bottiglie di Tequila, baci rubati sotto la luna e un tuffo nudi in mare.
Quando Carina si sveglia senza sapere dove si trova e quanto tempo sia passato dalla sua sbronza, si rende conto che nulla sarà più come prima.
In una stanza dalle pareti nere come le lenzuola del letto su cui è adagiata, arriva l’irruenza di un uomo che le fa scoprire i piaceri della carne come nessun altro era riuscito a fare, fino a quel momento.
Sembra un incubo se non fosse che la trasgressione in quel contesto diventa il filo conduttore di un’esperienza che va oltre ogni sua più fervida immaginazione e le riaccende i sensi al punto da capire che, oltre l’avventura di un gioco a sorpresa, ci può essere qualcosa di più.

La mia opinione” Il rifugio del piacere” è un gradevolissimo romanzo breve che si legge nell’arco di un pomeriggio e che sa tenere compagnia al lettore allietando la sua giornata.
Avevo già letto altro di Tiziana Iaccarino e con questo libro ho confermato l’opinione positiva che mi ero fatta sul suo modo di scrivere.

La protagonista di questa ultima creazione è Carina, una donna che dopo soli 6 mesi dal giorno del suo matrimonio scopre che il marito la tradisce; la sua vita cade irrimediabilmente a pezzi, ogni sua certezza crolla e si ritrova al punto di partenza, sola e priva di aspettative nei confronti del mondo.

Ad arrivare prontamente in suo aiuto è la sua amica di sempre, Simona, la migliore amica che Carina potesse chiedere: Insieme le due hanno affrontato ogni cosa, dalle gioie ai dolori, e anche in questo caso il loro profondo legame prevale sopra tutto. Ho molto apprezzato la scelta da parte dell’autrice di creare una solidarietà tra donne ( Caratteristica che avevo riscontrato anche nella lettura di Lanty&Cookies). Altra figura femminile che troviamo nel romanzo è Viola, l’ultima arrivata nel gruppo tutto al femminile che ogni Venerdì sera si ritrova al bar ” Tequila” per chiacchiere e confidenze.

L’autrice è stata davvero molto brava nel descrivere lo stato d’animo della protagonista in seguito alla triste scoperta del tradimento del marito. In poche righe è riuscita a concentrare delle emozioni fortissime che arrivano dritte al cuore: il dolore, la rabbia, il senso di abbandono che solo chi prova determinate esperienze sulla propria pelle è in grado di comprendere.
Il tema del tradimento ricorre spesso nei libri e, nel caso di questo romanzo nello specifico, mi sento di dire che è ben trattato e sviluppato, esplorato nella sua totalità ed espresso con uno stile narrativo delicato e struggente al tempo stesso.

Il romanzo non si riduce però a raccontare la vita di Carina dopo il tradimento, o almeno non lo fa nel modo tradizionale. Quello che avviene in seguito è qualcosa che sconvolge tanto la protagonista quanto chi legge.
Carina decide di concedersi una vacanza in Messico insieme a Viola e Simona e, proprio quest’ultima, le riserva una sorpresa inaspettata: prenota infatti un trattamento “speciale” all’interno dell’albergo in cui risiedono – che si chiama ” Il rifugio del piacere”. Dal momento in cui le tre donne arrivano sul posto la storia cambia totalmente e alle lacrime e alla frustrazione di Carina si sostituiscono risate, alcol in abbondanza e… un intrattenimento decisamente inusuale.

Al rifugio del piacere infatti la nostra protagonista rimarrà coinvolta in un gioco più grande di lei e in un susseguirsi di colpi di scena scopriremo lati della sua personalità che inizialmente ci erano nascosti. Carina si lascerà andare, diverrà padrona del suo cuore e delle sue sensazioni, oltre che del suo corpo e del suo piacere. Ad aiutarla c’è un bell’uomo, tenebroso e dai profondi occhi neri che farà vacillare ogni sua certezza. La donna avrà modo di riflettere sul suo matrimonio oramai concluso e verrà a conoscenza di un segreto che riguarda una delle sue amiche…

Solitamente non leggo i libri erotici, perché come sapete è un genere che non mi piace. ” Il rifugio del piacere” però non è solamente un viaggio alla scoperta di piaceri di vario tipo, ma è anche un viaggio di rinascita per la protagonista e – proprio questa componente di cambiamento e crescita è il quid che mi ha convinta a leggere il romanzo di Tiziana.
Questo romanzo breve è molto più di un romanzo con scene di sesso e perdizione, è un romanzo dove la protagonista prende coscienza della propria vita e lo fa passando attraverso le emozioni più disparate, che vanno dal dolore prima al piacere e alla riscoperta poi.

Le Pagelle del Salotto dei Libri

CARINA: Figura femminile principale della storia, si ritrova con il cuore spezzato e una vita da ricostruire. E’ più forte di quello che pensa e lo scoprirà dopo tante lacrime e tanto dolore. E’un personaggio dinamico, in costante crescita, che riesce a reagire e a scovare la luce in fondo al tunnel che le permetterà di uscire dal baratro di oscurità in cui la fine del suo matrimonio l’ha gettata. VOTO: 8

SIMONA: E’il personaggio che più fra tutti ho apprezzato ( e non perché si chiama come me, giuro XD). Mi è piaciuta perché è una donna risoluta, in gamba, indipendente, che non ha bisogno di un uomo per sentirsi realizzata. Anche lei non ha avuto una vita semplice, ma si è sempre data la spinta per andare avanti con le proprie forze. Ha un carattere determinato, sa cosa vuole e non ha paura a prenderselo. E’inoltre un’ottima amica, sempre disponibile e pronta ad aiutare le persone che ama. VOTO: 8.5

VIOLA: Tra le tre è la più enigmatica, alla costante ricerca della perfezione. Giovane avvocatessa in carriera, Viola si lascia andare nel viaggio con le amiche, svelando lati di sè inaspettati. Si è unita a Carina e Simona da qualche anno e probabilmente non avrà mai il legame speciale che lega le altre due, ma nonostante ciò è una buona amica. VOTO: 7

A proposito di…

SVILUPPO DELLA STORIA: La storia si sviluppa coerente fino alla fine, senza punti morti o intoppi narrativi. Trattandosi di un romanzo breve molti aspetti non sono approfonditi, ma nel complesso non ho trovato nulla fuori posto per quanto riguarda il susseguirsi degli eventi. I dialoghi e le descrizioni si alternano in modo equilibrato, molto belle le descrizioni iniziali riguardo la vita della protagonista e le sue emozioni.

STILE E LESSICO: Lo stile di Tiziana è molto semplice e pulito, invoglia alla lettura e a scoprire cosa succederà. Il lessico utilizzato è informale, alla mano, di facile comprensione per chiunque. Le scene di sesso sono scritte con la giusta dose di intensità  e non sono mai volgari o eccessive. Ottima la grammatica.

VOTO COMPLESSIVO: Il mio voto finale per questo libro è di 7.5/10! 🙂

Annunci

6 pensieri riguardo “Recensione " Il rifugio del piacere" di Tiziana Iaccarino

    1. Nel complesso non mi è dispiaciuto, non essendo un’amante del genere l’ho letto con entusiasmo e ho cercato di evidenziarne gli aspetti più “psicologici”! Sono felice che la recensione ti sia piaciuta, grazie 🙂

      Mi piace

  1. Parli davvero molto bene dell’autrice, ma dopo la batosta che ho avuto ultimamente non leggerò un erotico per un bel po’ di tempo!!! >.< Anche perché non è nemmeno fra i miei generi preferiti. 😉
    Bellissima la recensione, come sempre, sei riuscita ad incuriosirmi del libro, anche se gli resterò lontana per quel motivo! 🙂

    Mi piace

    1. Questo sarà stato il primo erotico dai tempi di 50sfumature che ho preso in mano.. nel complesso è un bel libro, sopratutto perché ho cercato di evidenziarne gli aspetti psicologici del personaggio principale, invece di soffermarmi solamente sulla componente erotica. Tu, dopo la batosta, fai bene. Hai bisogno di tempo per metabolizzare il trauma XD
      Grazie per gli apprezzamenti, sei sempre un tesoro!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...