Recensione " Il tocco dell'aldilà" di Ornella Calcagnile

Buon pomeriggio a tutti carissimi!

Spero che la vostra Domenica stia procedendo nel migliore dei modi ^^

Oggi – vi anticipo – sarà giornata di recensioni! Dopo avervi parlato di ” Incantesimo” questa mattina adesso è la volta di un racconto horror della promettente scrittrice italiana Ornella Calcagnile, dal titolo ” Il tocco dell’aldilà”.

Generalità sul libro

Il tocco dell'aldila

Titolo: Il Tocco dell’Aldilà

Autore: Ornella Calcagnile

Editore: Dunwich Edizioni

Genere: Horror/Urban Fantasy/Young Adult

Pagine: 52

Prezzo: 0,99 ebook (gratis per kindle unlimited)

Data di uscita: 14/06/2015 ebook

Link di acquisto su amazon: QUI

Trama:

Imma e David sono solo amici virtuali, uniti dai social e la passione per i film, almeno fino a quando non deci­dono di incontrarsi. David ha tutte le qualità possibili e immagina­bili che un ventiquattrenne possa desiderare: è bello, intel­ligente e prestante. Tuttavia si impone un isolamento in­spiegabile agli occhi di chi lo circonda. Nessuno conosce l’inquietan­te segreto che fin da bambino, quando il suo cuore ha smesso di battere per qualche istante, affligge il giovane. Imma, spi­gliata e solare, rappresenta una boccata d’aria fresca nella sua vita grigia e solitaria ma la serenità non durerà a lungo. La ra­gazza scoprirà nel modo più cruento cosa si cela nei trascorsi del suo sventurato amico, affrontandone i fantasmi del passato e avvicinandosi a un mondo che mai l’aveva sfiorata.

Un assaggio:

Mi spaventa vedere queste persone. Loro non si accorgo­no di me, ma io li vedo. Li sento. La loro tristezza, la loro dispe­razione, quello che dicono fa male. Sono impotente e spaventa­to.
C’era qualcosa di sbagliato, forse di malvagio, in quello che stava accadendo. Per superare tutto avrei dovuto cal­marmi e ri­cordare ogni parola di David.

La mia opinioneFinora non mi era mai capitato di leggere qualcosa di Ornella Calcagnile e devo dire che sono rimasta piacevolmente colpita da questa prima esperienza. ” Il tocco dell’aldilà” è un racconto che ha decisamente il suo perché e sa trasportare il lettore al suo interno, intrappolandolo nella storia e nelle emozioni dei due protagonisti.

Sono rimasta affascinata in tutto e per tutto da questo libro: il titolo e la copertina sono accattivanti e – sopratutto – molto inerenti al testo. La storia parla di Imma e David, due ragazzi che si sono conosciuti su un forum online e hanno instaurato un bellissimo rapporto di amicizia, seppure a distanza. Con il passare del tempo la voglia di incontrarsi aumenta e così David decide di recarsi a Napoli, città natale di Imma.

Fin qui la narrazione è lineare, vengono descritti momenti di tenerezza e passione tra i due in modo perfettamente equilibrato e piacevole.
Quando l’autrice ci porta ad indagare maggiormente sulla vita di David entriamo nel vivo del racconto e scopriamo dettagli sul suo passato a dir poco inquietanti. Da piccolo infatti, David è rimasto intrappolato sotto le macerie della sua casa, crollata inspiegabilmente mentre lui si trovava nella sua stanza. Da quel giorno per il ragazzo è iniziato un vero e proprio inferno in terra: sente voci, vede ombre, volti con occhi senza orbite. Queste visioni lo ossessionano al punto che è costretto ad uscire di casa il meno possibile e per questo la sua vita sociale è ridotta praticamente a zero.

Per Davdi parlare con gli altri del suo disagio non è facile, ma con Imma decide di aprirsi e di mettersi a nudo. La ragazza dapprima è incredula, ma quando accadrà l’inevitabile sarà costretta a ricredersi.
Non voglio svelarvi troppi dettagli della storia, perché è davvero breve e rischierei di dire più cose di quelle che effettivamente vorrei. Posso solo raccontarvi del mio stato d’animo durante la lettura, sperando di riuscire a trasmettervi le sensazioni che mi hanno accompagnata in quei momenti.

Sono rimasta affascinata dal modo in cui Ornella è riuscita a creare l’atmosfera paranormale in poche pagine a sua disposizione. La decisione di inserire l’elemento horror mi ha davvero fatta estraniare dalla realtà e mi ha spinta a divorare il libro fino all’ultima pagina. La storia è credibile, gli elementi di un buon horror ci sono tutti. Ho provato suspense, tensione, mistero, paura. In alcune scene mi sono sentita particolarmente agitata, sopratutto quando è Imma a viverle in prima persona.

In sostanza posso affermare che come racconto breve è molto efficace, tutto viene spiegato e curato nel dettaglio, cosa che non sempre riscontro quando leggo qualcosa di simile ( Mi sarebbe piaciuto che l’autrice avesse sviluppato maggiormente il rapporto tra Imma e David, forse quella parte l’avrei preferita con più dettagli; per il resto della storia tuttavia non ci sono elementi tralasciati al caso e questo è decisamente un punto a favore dell’autrice).

Le Pagelle del Salotto dei Libri

IMMA: Giovane ragazza audace e coraggiosa che mette se stessa in tutte le cose che fa. L’ho apprezzata dall’inizio alla fine, mi piace il suo modo di approcciarsi a chi è in difficoltà, il suo buon cuore, la sua determinazione a scoprire la verità e ad andare fino in fondo. Non ho dubbi che se il libro fosse stato più lungo avrei scoperto altre cose di lei che l’avrebbero resa ancora più piacevole ai miei occhi. VOTO: 8.5

DAVID: Ragazzo tormentato, ha vissuto la sua infanzia in un modo terribile e tutti credono sia pazzo. Ho adorato il modo in cui sono descritte la sua sofferenza, il suo disagio, la sua disperazione. Riuscire a far trapelare questi aspetti emotivi di un personaggio non sempre è semplice e David è un vero libro aperto per il lettore. VOTO: 8.5

A proposito di…

SVILUPPO DELLA STORIA:  Considerando che si tratta di un racconto posso affermare tranquillamente che la storia è ben scritta e curata nel dettaglio. La narrazione è fluida e semplice, ricca di atmosfere cupe e misteriose che rendono partecipe il lettore della vicenda. Buona alternanza tra dialoghi e scene descrittive; Equilibrata la lunghezza dei periodi.

STILE E LESSICO: Lo stile dell’autrice è dinamico e appropriato, sia nella parte iniziale – tendenzialmente lineare – che nella parte successiva, dove la storia entra nel vivo e assume connotazioni differenti. Il lessico utilizzato è semplice, pulito, non ricercato. Bene anche la grammatica.

VOTO COMPLESSIVO: Il mio voto complessivo per questo libro è di 8/10!

Annunci

15 pensieri riguardo “Recensione " Il tocco dell'aldilà" di Ornella Calcagnile

    1. Ahahahah ma no Ila che dici! Anche tu scrivi benissimo le recensioni, a me piacciono molto! Grazie dell’apprezzamento in ogni caso ❤

      Mi piace

  1. Ho fatto anch’io la recensione,domani viene pubblicata 🙂
    Comunque molto d’accordo con te,nonostante non e’ il mio genere questo libricino mi e’ piaciuto molto,doveva essere solamente piu’ sviluppata la storia perché la base e’ veramente ottima!

    Mi piace

    1. Ciao Maria, domani corro a leggere la tua recensione allora! A me è piaciuto molto, per essere un racconto ha tutto al posto giusto, e mi ha fatta appassionare ancora di più al genere horror! 🙂

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...