Recensione " La ragazza che cuciva lettere d'amore" di Liz Trenow

Buongiorno a tutti carissimi lettori!

Siamo arrivati anche alla fine di Giugno, incredibile vero? Sembra ieri di avere aperto il blog e già invece sono passati 4 mesi! Grazie a tutti voi per la compagnia e l’affetto che non mancate mai di dimostrarmi!

Preparerò le rubriche mensili nei prossimi giorni ( La top 5 e i personaggi top) ma oggi voglio parlarvi invece di un libro che ho avuto il piacere di leggere in anteprima per la casa editrice TRE60.
Il libro in questione si intitola ” La ragazza che cuciva lettere d’amore” di Liz Trenow.

La ragazza che cuciva lettere d'amoreTITOLO: La ragazza che cuciva lettere d’amore
AUTORE: Liz Trenow
EDITORE: Tre60
GENERE: Narrativa

DATA DI USCITA: 25 Giugno 2015
COSTO PREVISTO: 14.90 Euro
PAGINE: 347
TRAMA:

Londra, 1910. Sembra una favola, l’amore nato tra Maria, che lavora come ricamatrice a Buckingham Palace, e David, il futuro principe di Galles. Una favola in cui un bacio è più forte di qualsiasi convenzione sociale, in cui una carezza è più importante dell’abisso che separa un umile ragazza del popolo e un membro della famiglia reale. Una favola troppo bella perché possa durare. E infatti Maria si ritrova ben presto sola, lungo una strada lastricata di dolore e di rimpianti… Londra oggi. La vita di Caroline non ha proprio nulla della favola: improvvisamente disoccupata, tristemente single, la giovane donna ha un disperato bisogno di qualcosa che le dia un po’ di speranza. E, un giorno, mentre sta riordinando le cianfrusaglie di famiglia, trova in un vecchio baule una straordinaria trapunta, composta da stoffe diverse e da motivi tanto raffinati quanto insoliti. In breve, Caroline scopre che quella trapunta risale all’inizio del XX secolo e che è stata cucita nella Sartoria Reale. Ma soprattutto che, nei suoi ricami, si nasconde un messaggio toccante e misterioso: “In questa trapunta ho cucito il mio amore. Anche se te ne sei andato, io devo continuare a vivere, e questa mi terrà vicino a te…” Intrecciando i fili del passato e del presente, Liz Trenow crea un tessuto di emozioni indimenticabili, rivelandoci come, nella vita di ogni donna, ci siano segreti che soltanto altre donne possono capire, cogliendone tutte quelle sfumature che la rendono unica.

La mia opinione

Un romanzo completo e di formazione quello che ci propone Liz Trenow in questa fine di Giugno. ” La ragazza che cuciva lettere d’amore” è un libro dinamico, che riunisce in sé vari stili e vari generi letterari. Ci ritroviamo immersi tra passato e presente nelle vite delle due grandi protagoniste della storia: Maria Romano nel 1910 e Caroline Meadows nel 2015.

Le vite delle due donne sono intrecciate, seppure in tempi e modi differenti. Il loro legame è costituito da una trapunta bellissima che Caroline eredita da Jane, sua nonna. I tessuti con cui la coperta è stata creata sono talmente pregiati che spingono la donna a domandarsi come sua nonna abbia fatto a entrarne in possesso. Inizia cosi una ricerca che la porterà indietro di tanti anni, in un passato fatto di emozioni, ma anche di dolore e privazione.

Contemporaneamente alla vita di Caroline ci viene narrata l’appassionante e avvincente storia di Maria, una signora – oramai anziana – che viene intervistata da una ricercatrice che lavora in università e che sta effettuando delle indagini per la sua tesi. Tramite le registrazioni scopriamo il passato travagliato della signora Romano, rinchiusa a soli diciotto anni nell’istituto per persone con problemi mentali dal nome Helena Hall.
La figura di Maria è a dir poco magnetica, intrappola il lettore tra le righe e lo spinge a divorare tutte le pagine dove è narrata la sua triste storia. Grazie a lei ci ritroviamo immersi nella vita di corte, tra palazzi sontuosi e cerimonie sfarzose. Maria sostiene di essere stata a servizio della famiglia reale, a Buckingham Palace, dove ha conosciuto e amato il principe Edoardo. Le cause che l’hanno portata al ricovero in ospedale non voglio svelarvele, ma nessuno sembra credere alle sue parole. La storia della vita di Maria è davvero triste e mi ha toccato le corde più profonde del cuore.

E’molto bello il legame che – poco alla volta – inizia a delinearsi tra i personaggi. In un complicato intreccio di relazioni e indagini Liz Trenow è riuscita a cucire una storia che si adatta perfettamente alle esigenze di ogni lettore. Si, perché in questo libro non manca nulla, nè lacrime, nè affetti sinceri, nè rabbia o felicità.
Le parti più belle a mio giudizio sono quelle che riguardano la vita di Maria, sono riuscita ad entrare totalmente in sintonia con lei, soffrendo per le ingiustizie di cui è stata vittima.

Il finale è a dir poco commovente, ho letto le ultime pagine con le lacrime agli occhi.
Il filo conduttore che ci accompagna per tutta la durata della lettura è il ricamo, la passione per questa nobile e raffinata arte. L’autrice ci introduce nel fantastico regno del cucito, parlandoci dei vari tessuti e delle differenti tecniche narrative.

Forse avrei preferito meno dettagli in questo senso: ci sono pagine dedicate solamente alle spiegazioni ” tecniche” che secondo me sono un pò fuorvianti rispetto alla trama. Capisco che l’elemento del “cucire” è fondamentale ( capirete la sua importanza leggendo le varie peripezie con cui è stata realizzata la bellissima coperta in patchwork) ma avrei gradito meno dettagli in merito.

Nel complesso ” La ragazza che cuciva lettere d’amore” è un libro bellissimo, emozionante e delicato, struggente e di impatto. La storia è un crescendo continuo, assistiamo ad un vero e proprio “climax” della narrazione; Dopo un inizio lento la Trenow ci regala un finale col botto, lasciandoci ammaliati e con il cuore gonfio di emozioni.

A proposito di…

SVILUPPO DELLA STORIA: Le tecniche narrative utilizzate sono molto efficaci. L’alternanza tra passato e presente è resa vivida e reale dai flashback della vita di Maria, in cui il lettore si ritrova completamente coinvolto. L’alternanza tra dialoghi e parti descrittive è buona, anche se come ho detto sopra avrei preferito meno dettagli riguardanti aspetti tecnici.

STILE E LESSICO: Lo stile dell’autrice è fluido e dinamico. Sa descrivere bene le emozioni e gli stati d’animo dei personaggi e riesce a stabilire una buona empatia tra essi e il lettore. Il lessico è informale, tranne nelle parti descrittive dell’arte del ricamo, in cui vengono utilizzati termini tecnici.

VOTO COMPLESSIVO: Il mio voto complessivo per questa lettura è di 8.5/10! Consigliata 😀

Annunci

14 thoughts on “Recensione " La ragazza che cuciva lettere d'amore" di Liz Trenow

  1. Da 4 mesi hai creato il blog? Pensavo molto di piuuu’
    comunque questo libro mi ha incuriosito molto,sia dalla trama che dalla tua recensione.. La copertina poi a mio parere e’ molto bella,e una delle protagoniste ha il mio stesso Nome ma che bello ahahahhha
    P.s=Buon giorno,e grazie per la recensione 🙂

    Mi piace

    1. Ufficialmente lo gestisco da 4 mesi ( 5 visto che siamo a Luglio). L’ho aperto da prima, ma ho iniziato a curarlo da Febbraio. Ho fatto vari cambi di piattaforma, temi, tutte queste cose tecniche, ma mi ci dedico bene da quel periodo lì! 😀

      Concordo con te sul fatto che la copertina è bellissima, e anche la storia merita davvero tanto! Te lo consiglio! 🙂

      Liked by 1 persona

  2. Ciao Simo!
    Questo libro mi interessava già da un pò, e la tua recensione non ha fatto altro che incuriosirmi ancora di più! *^*
    Ma davvero sono solo 4 mesi che hai aperto il Blog? Pensavo da molto più tempo! Sei davvero brava e meriti tutti i fantastici riscontri che stai avendo.
    Un bacio! :*

    Mi piace

    1. Ciao Clary, grazie mille davvero! 🙂
      Come dicevo anche sopra nel commento di risposta a Maria, sono 4 mesi ( 5 visto che siamo a Luglio) che lo gestisco ufficialmente. Prima lo avevo ma non lo curavo, non ci scrivevo, insomma era come se non ci fosse XD
      Da Febbraio invece ho iniziato a dedicarmici, e non mi sono più fermata!
      Sono contenta inoltre che la recensione ti sia piaciuta, ti consiglio davvero tanto la lettura di questo libro magico! Un bacio a te :*

      Liked by 1 persona

  3. Avevo visto questo libro, ma non so perché l’ho sottovalutato… (confesso di non aver letto la trama e dalla cover non mi ispirava) ma dopo aver letto che c’è l’ambientazione di inizio 900 (che io ADORO!) e vista la tua recensione più che positiva… sono tanto, tanto curiosa!!! WL! ❤

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...