Blogtour/ Alethé di Federica Caglioni – Seconda Tappa Extra

Buongiorno a tutti, bellissimi!
Come state?? Spero bene!! Vi state godendo l’estate?? Io dopo gli esami mi sento incredibilmente libera, è una sensazione fantastica! *-*

Oggi ci troviamo con una tappa extra del blogtour di Alethé, primo libro della dolcissima Federica Caglioni.
Ho avuto modo di leggere questo romanzo durante i primi mesi del 2015 e la mia impressione è stata positiva su tutta la linea. Ci troviamo di fronte ad una storia che parla di angeli, una storia originale e diversa dal solito, con una protagonista che saprà conquistare i vostri cuori con la sua semplicità e la sua determinazione.

 

In questa tappa di oggi faremo un viaggio all’interno del mondo degli angeli, fatto di gerarchie, poteri, ruoli ben definiti. Se anche voi come me siete appassionati di tutto ciò che riguarda il fantastico mondo degli angeli siete nel posto giusto al momento giusto!
Se siete pronti direi di iniziare questo viaggio insieme, per capire meglio i contenuti del libro di Federica!
Vi abbraccio forte, Simona 🙂

GERARCHIA DEGLI ANGELI

Prima Sfera

Arcangeli: Gli Arcangeli sono usualmente considerati il secondo ordine più basso della Prima Sfera; questi angeli tendono ad essere i più grandi consiglieri e amministratori inviati dal Cielo. Un arcangelo ha normalmente un ruolo di grande importanza nei riguardi dell’uomo. gli arcangeli (Michele, Raffaele, Gabriele e in alcuni casi Uriel) sono cherubini o serafini oltre che essere arcangeli.

Serafini: I Serafini appartengono al più alto ordine di angeli, asservono il ruolo di guardiani del trono di Dio e continuamente cantano le sue preghiere. È anche detto che circondano il trono di Dio, cantando la musica delle sfere e regolando il movimento del cielo cosi come viene comandato da Dio, e che emanano una luce così potente e brillante che nessuno, se non occhi divini, possa guardarli. Quattro di loro circondano il trono di Dio, dove bruciano eternamente per amore e zelo per Dio. Sono angeli dalle 6 ali. Quanto al nome dei Serafini, esso ci rivela il loro continuo ed incessante movimento attorno alle realtà divine, il calore, l’ardore, il ribollire di questo eterno movimento continuo, stabile e fermo, la capacità di rendere simili a se stessi i subordinati, elevandoli energicamente, facendoli ribollire ed infiammare fino ad un calore uguale al loro, il potere catartico simile alla folgore, la natura luminosa e risplendente che mai si occulta e che è inestinguibile, fugatrice di ogni tetra oscurità.

Cherubini: I Cherubini stanno oltre il trono di Dio; sono i guardiani della luce e delle stelle. Hanno quattro ali e quattro facce, ovvero una umana, una di cherubino, una di leone ed infine una di aquila. I Cherubini sono considerati coloro dediti alla protezione. Essi stanno a guardia dell’Eden e del trono di Dio. Quanto al nome dei Cherubini, esso ci rivela il loro potere di conoscere e di contemplare la Divinità, la loro attitudine a ricevere il dono di luce più alto e a contemplare la dignità del Principio divino nella sua potenza originaria, la loro capacità di riempirsi del dono della saggezza e di comunicarlo, senza invidia, a quelli del secondo ordine.

 Seconda Sfera

Dominazioni: Le Dominazioni, sono conosciute anche come Hashmallim, e hanno il compito di regolare i compiti degli angeli inferiori. Ricevono i loro ordini dai Serafini, Cherubini o direttamente da Dio, e devono assicurarsi che il cosmo sia sempre in ordine. È con estrema rarità che le Dominazioni assumano forma fisica per mostrarsi ai mortali. Invece, si interessano tranquillamente dei particolari dell’esistenza. Sono gli Angeli ai quali Dio affida la forza del Dominare. Essi compongono l’esercito dell’Apocalisse e da loro dipende l’ordine universale e la disciplina ferrea alla quale gli angeli si rivolgono per mantenerlo.
Virtù: Le Virtù, anche chiamate Fortezze, si trovano oltre il trono di Dio e sono uguali ai Principati. Il loro dovere è quello di osservare i gruppi di persone. La loro forma è simile a lampi di luce che ispirano nell’umanità molte cose come l’Arte o la Scienza. Dispensatori di Grazia, definiscono l’archetipo, in termini di qualità specifiche, dell’elemento creato. Stabiliscono pertanto le caratteristiche proprie dell’elemento: attribuiscono la forma, il colore, la dimensione, il profumo e la temperatura.
Potestà: Le Potestà sono esseri angelici dai molti colori, come vapori nebbiosi. Sono gli elementi portanti della coscienza e custodi della storia. Gli angeli della nascita e della morte sono Potestà. Sono accademicamente guidati e interessati all’ideologia, filosofia, teologia, religione e ai documenti che appartengono a questi studi. Le potenze sono le menti: un gruppo di esperti che servono da consiglieri e pianificatori della politica. Il loro compito è quello di sorvegliare la distribuzione di poteri all’umanità, in loro nome.

Terza Sfera

Principati: I Principati sono esseri angelici dalla forma simile a raggi di luce. Si trovano oltre il gruppo degli arcangeli. Sono gli angeli guardiani delle nazioni e delle contee, e tutto quello che concerne i loro problemi e eventi, inclusa la politica, i problemi militari, il commercio e lo scambio. Uno dei loro compiti è quello di scegliere chi tra l’umanità può dominare.
Angeli: Gli Angeli appartengono all’ordine più basso della gerarchia degli angeli, e sono i più familiari agli uomini, poiché sovraintendono a tutte le loro occupazioni. All’interno della categoria degli angeli, ci sono differenze di molti tipi. Gli angeli vengono sovente inviati come messaggeri agli uomini.

 PERSONAGGI NELLO SPECIFICO

 

micheleMICHELE

Significato

Arcangelo “riflesso di Dio”, principe degli arcangeli. Il più potente, colui che combatte il male sia dentro che fuori di noi, l’angelo che protegge il nostro cammino spirituale, che vuole la salvezza della terra. Rappresentato da un angelo dalla veste color bianco-dorato, che calpesta sotto i piedi il drago. Ha una palma e uno stendardo bianco con una croce rossa.

Storia

L’arcangelo Michele è ricordato per aver difeso la fede in Dio contro le orde di Satana. Michele, capo degli angeli, dapprima accanto a Lucifero (Satana) nel rappresentare la coppia angelica, si separa poi da Satana e dagli angeli che operano la scissione da Dio, rimanendo invece fedele a Lui, mentre Satana e le sue schiere precipitano negli Inferi. nell’Apocalisse di Giovanni Michele è l’angelo che conduce gli angeli nella battaglia contro il drago, rappresentante il demonio, e lo sconfigge. Numerosi sono gli scritti apocrifi vetero e neo-testamentari in cui l’arcangelo Michele compare a vario titolo. Per esempio, nell’ Apocalisse siriaca di Baruc è scritto che detiene le chiavi del Paradiso; nella Vita di Adamo ed Eva si dice che fu lui ad insegnare ad Adamo a coltivare la terra; nell’ Apocalisse di Mosè detta ai figli di Adamo ed Eva i doveri rituali verso i defunti; nel Vangelo di Bartolomeo si racconta che fu lui a portare a Dio la terra e l’acqua necessarie a creare Adamo; nella Ascensione di Isaia si racconta che fu lui a rimuovere la pietra dal sepolcro di Gesù; nella Apocalisse della Madre di Dio accompagnò la Vergine in un viaggio infernale per mostrarle le pene a cui sono sottoposti i dannati. Secondo l’esegesi della religione ebraica l’angelo Michele, che è un Serafino, sostiene il popolo d’Israele e rappresenta il Kohen Gadol nelle Regioni eccelse, è infatti legato alla Sefirah Chessed ed è chiamato Grande come il popolo d’Israele. È comunemente rappresentato alato in armatura con la spada o lancia con cui sconfigge il demonio, spesso nelle sembianze di drago. È il comandante dell’esercito celeste contro gli angeli ribelli del diavolo, che vengono precipitati a terra. A volte ha in mano una bilancia con cui pesa le anime.

Alethè

Uno dei quattro Irin del Consiglio dei Sette. Contraddice Dio davanti al Consiglio quando cerca di difendere Raphael (Gabrielle per la sua insolenza di aver sfidato Dio lo ferisce alla mano) e da solo sceglie di sacrificarsi per permettere alle discendenze di continuare ad esistere.Comparirà di nuovo quando arriverà l’Apocalisse, ovvero la guerra tra il Regno Angelico e quello degli Inferi.

GabrieleGABRIELE

Significato

Arcangelo “opera di Dio”, l’angelo della rigenerazione, del cambiamento, della nascita. Rappresentato da un angelo con due ali bianche immacolate e una veste bianca e azzurra. Tiene nel suo andare una lampada color rosso rubino accesa.

Storia

Il nome deriva dall’ebraico e significa: “La forza di Dio” “Dio è forte”, o anche “l’eroe di Dio”. È uno dei tre arcangeli menzionati nella Bibbia. È il primo ad apparire nel Libro di Daniele della Bibbia. Era anche rappresentato come “la mano sinistra di Dio”. Ha annunciato la nascita di Giovanni Battista e di Gesù, e per i musulmani è stato il tramite attraverso cui Dio rivelò il Corano a Maometto. Nella tradizione biblica è a volte rappresentato come l’angelo della morte, uno dei Messaggeri di Dio: anche come angelo del fuoco. Nella tradizione cristiana è conosciuto come uno degli arcangeli, anche se questo è improprio dato che nella Bibbia si parla sempre di un solo arcangelo (angelo capo, cioè Michele) al singolare e mai al plurale. Secondo alcune elucubrazioni, nel nome Gabriele, Kha-Vir-El, secondo l’antica pronuncia egiziana, Ga o Ka indicano “desiderio”, “sentimento” ed “amore espresso”; Bir o Vir indicano l’elemento “acqua”. Gabriele, infatti, governa l’acqua e i liquidi, che costituiscono i tre quarti del pianeta. Gabriele è il sovrintendente della totalità del regno fisico. Egli è lo scriba celeste, inoltre rivela la profezia dei sogni profetici. Secondo la tarda leggenda, è anche l’angelo non identificato del Libro della Rivelazione (Apocalisse di Giovanni) che soffia il corno annunciando il Giorno del Giudizio. Nell’Islam, è anche chiamato capo dei quattro angeli favoriti e spirito di verità, esplicando sotto altri punti di vista una funzione analoga a quella dello Spirito Santo. Il primo compito di Gabriele è di portare messaggi da Dio ai Suoi messaggeri. Gabriele è a volte associato al colore acquamarina, la direzione dell’ovest, o l’elemento dell’acqua; il suo cavallo si chiama Haizum. Gabriele è anche variamente identificato come l’angelo dell’annunciazione, resurrezione, pietà, vendetta, morte, e rivelazione. Inoltre, l’arcangelo è anche stato identificato in varie fonti come il “Settimo Angelo che presiede alla presenza di Dio”; è anche dichiarato in varie fonti tafsarim (capo angelico principe) dei Cherubini, grazie, potere, arcangeli e degli angeli degli ordini celestiali. Il governatore della Luna e del lunedì è anche descritto come Gabriele; in finale, l’arcangelo è anche il dominatore dello Shamayim, il Primo Paradiso. Il Libro di Enoch pone l’arcangelo Gabriele come la Mano Sinistra di Dio, o seduto al lato sinistro del trono di Dio accanto a Metatron. Gabriele nel Libro di Enoch è anche il dominatore dei Cherubini che attorniano il Trono dell’Onnipotente cantandone le lodi; è anche uno dei quattro angeli incaricati da Dio di proteggere le quattro parti del mondo. Il suo aspetto rispetta quello dell’angelo: giovane figura androgina alata che talvolta porta il diadema. Spesso raffigurato con il giglio.

 Alethè: Regge il Regno Angelico dopo la scomparsa di Michele. Inasprirà le Leggi contro i Nephilim benché possieda una delle discendenze più numerose. È una donna.

RAFFAELERAFFAELE

Significato

Ebraico = Dio ha guarito, guarire in nome di Dio

Arcangelo “rimedio di Dio”, il guaritore della terra, delle malattie del corpo, della mente e dello spirito. Il nome Raffaele vuol dire “medicina di Dio” o “Dio guarisce” e si contrappone al significato del nome del diavolo Asmodeo: “colui che fa perire”. Rappresentato da un angelo con due ali bianche immacolate e una veste grigia; in mano ha un Pisside, con l’altra tiene un giovane che a sua volta tiene in mano un grosso pesce. Uno dei 7 angeli, chiamati anche i “Sette Occhi del Signore”, i “Sette Troni”, le “Sette Luci Ardenti”, i “7 Reggitori del Mondo”. Dal Libro dei Vigilanti, XX, uno degli angeli santi (“quello degli spiriti degli uomini”) che vigilano “sugli spiriti degli angeli che si sono uniti con le donne e che, assumendo molti aspetti, hanno reso impuri gli uomini e li inducono in errore sì che essi offrano sacrifici ai demoni come agli dei”.

 Storia

Raffaele è, nella tradizione biblica, uno degli Arcangeli che sono alla presenza di Dio e ne cantano incessantemente le lodi. Raffaele è il terzo angelo di cui parla solo in alcune traduzioni della Bibbia, ossia quelle che contengono anche i libri non canonici, come Tobia, nel quale appare in forma umana col nome di Azaria. il suo nome non compare nel Corano ed è tutt’altro certo che Israfil (che forse recepisce l’ebraico Serāfīm) sia l’adattamento arabo-islamico di Raffaele. Tuttavia nella letteratura religiosa il suo nome compare come angelo della divina guarigione.

 

 

UrieleURIELE

Significato

Lux et Ignis, “la Luce e il Fuoco di Dio”. Uno dei 7 angeli, chiamati anche i “Sette Occhi del Signore”, i “Sette Troni”, le “Sette Luci Ardenti”, i “7 Reggitori del Mondo”, Dal Libro dei Vigilanti, XX, uno degli angeli santi (“quello dei tuoni e del tremore”) che vigilano “sugli spiriti degli angeli che si sono uniti con le donne e che, assumendo molti aspetti, hanno reso impuri gli uomini e li inducono in errore sì che essi offrano sacrifici ai demoni come agli dei”. Dal Libro dei Vigilanti, IX, uno dei quattro angeli, con Michele, Gabriele e Raffaele, che “guardarono dal cielo e videro il molto sangue che scorreva sulla terra e tutta l’iniquità che si faceva sulla terra” per opera degli Egrigori.

 

Storia

per rappresentare i quattro punti cardinali, Uriel generalmente rappresentava il quarto. Adempie a questo ruolo nel Libro Terzo del Paradiso perduto di John Milton, dove Uriel, in carica nell’orbita del Sole, asserve il ruolo di occhio di Dio, ma inconsapevolmente guida Satana verso la Terra appena creata. Uriel è spesso identificato come il cherubino che “sta a guardia dei cancelli dell’Eden con una spada fiammeggiante”, o come l’angelo che “veglia sul tuono ed il terrore”. Nell’Apocalisse di Pietro appare come l’Angelo del Pentimento, rappresentato come se fosse senza pietà come un qualsiasi demone. Nella Vita di Adamo ed Eva, Uriel è visto come uno dei cherubini del terzo capitolo della Genesi. Egli è anche comunemente identificato come uno degli angeli che aiutarono a seppellire Adamo e Abele in Paradiso. Egli dice Noè dell’avvento del Diluvio che viene descritto nel Libro di Enoch. Egli controllò sulle porte d’Egitto che vi fosse il sangue d’agnello, durante le piaghe. Egli detiene inoltre la chiave dell’Inferno durante i Tempi della Fine. Uriel è identificato variamente come serafino, cherubino, reggente del sole, fiamma di Dio, angelo della Divina Presenza, colui che presiede e vigila sul Tartaro (inferno), arcangelo della salvezza, e, in scritture successive, è identificato con Phanuel, “volto di Dio”. È spesso raffigurato con un libro o un rotolo di papiro (per la sua saggezza). Uriel è un patrono delle Arti, ed è descritto da Milton come lo “lo spirito dalla vista più acuta in tutto il Cielo”. Uriel è associato al colore argento, il Nord e a volte anche il sud, l’elemento Terra.

Alethé

Guardiano del mondo degli inferi, in cui sono rinchiusi gli Angeli che disobbedirono a Dio e le anime dei morti. Ne apre le porte durante gli equinozi per permettere alle anime di entrare dopo essere state giudicate dal Consiglio. Informò Raphael di quello che successe a Keelin.

ALTRI SIGNIFICATI….

 

Raguel significa “Amico di Dio” ed è l’angelo che rappresenta la giustizia e l’armonia.

Sariel significa “Comando di Dio”.

Remiel significa “fulmine inviato da Dio” o meglio “fulmine divino”.

 

Storia

Raguel: Raguele è conosciuto come l’arcangelo della giustizia, equità e armonia. Nel libro di Enoch Nel libro di Enoch Raguel è uno dei sette arcangeli la cui funzione è quella di vendicarsi su coloro che hanno trasgredito le leggi di Dio. Raguele porta un cerchio di fuoco con cui perseguita tutti gli angeli caduti. Raguele veglia sugli altri angeli per assicurarsi che stanno lavorando bene insieme con i mortali in un modo armonioso e ordinato secondo l’ordine divino e la Sua volontà. Raguel sorveglia, quindi, tutti gli arcangeli e gli altri angeli in merito ai loro atti impropri.

Sariel: Sariel è l’angelo che preannuncia la morte. Sariel was one of the leaders of angels who lusted after the daughters of men. They descended to acquire wives and lead men astray. Sariel specifically taught men about the course of the moon. Some Enoch translations for Sariel use Arazyal/Araziel/Asaradel which in its anglo translation sounds very similar to Azrael. If Azrael is the same as Sariel he is one of the four Islamic angels in conjunction with Mikhail, Djibril, and Israfil. The name Azrael is listed in Muslim and Islamic theology as the angel of death “forever writing in a large book and forever erasing what he writes: what he writes is the birth of man, what he erases is the name of the man at death”. Sariel is identified as being the same angel as Saraqael, said in the Book of Enoch to be the fifth archangel, set over spirits that sin in the spirit.

Remiel: Nel libro di Enoch Ramiel è a comando di 200 angeli caduti ed inoltre è responsabile della speranza nel mondo. I suoi compiti sono portare le visioni di dio agli uomini e trasportare le anime dei fedeli in paradiso. Secondo altre interpretazioni, secondo le quali gli arcangeli sono tre (Gabriele, Raffaele, Michele) a cui sono stati aggiunti quattro angeli corrispondenti ai quattro punti cardinali, Remiel sarebbe l’angelo che permette a Saturno di orbitare intorno alla terra.

 

Alethé

Completano il Consiglio dei Sette e hanno le stesse funzioni (vedi storia).

Annunci

2 thoughts on “Blogtour/ Alethé di Federica Caglioni – Seconda Tappa Extra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...