[Recensione] Infinito+1 di Amy Harmon

Buonasera, miei cari lettori!
Come avete passato il weekend più romantico dell’anno? Io l’ho trascorso all’insegna dell’amore e della lettura, ovviamente! ❤
Questa sera vi parlo di un libro a dir poco M-E-R-A-V-I-G-L-I-O-S-O che ho avuto la fortuna di leggere e che vi consiglio di cuore! Sto parlando di Infinito+1 di Amy Harmon, edito Newton Compton Editori.

Infinito 1 - Amy Harmon

Bonnie Rae Shelby è una superstar. È ricca, bellissima e famosa. E desidera morire. Finn Clyde è un signor nessuno. È brillante e cinico. Ma è completamente a pezzi. E tutto ciò che vuole è la possibilità di vivere ancora. Finn ha un passato con cui confrontarsi, Bonnie un futuro che non vuole affrontare. Un ragazzo, una ragazza, una strana serie di circostanze impreviste e una scelta: voltarsi dall’altra parte e ignorare ogni cosa o tendere la mano e rischiare tutto. Così, mentre il ticchettio di un orologio scandisce il tempo della scelta, inizia la loro avventura, un viaggio che cambierà per sempre le loro vite.
Infinito + 1 è un romanzo romantico e struggente sulle infinite possibilità dell’amore, l’ultimo della ormai consacrata e amatissima autrice Amy Harmon.

ghiriri

La mia opinione

Signore e signori, Amy Harmon è una garanzia, inutile girarci intorno. Le sue storie sono profonde, toccanti, piene di sentimento. Anche in questo caso l’autrice è riuscita a creare un piccolo capolavoro, fatto di dolore, rabbia, perdita… I personaggi di Infinito+1 hanno alle spalle vite difficili, vite disastrate dalle quali i due giovani cercano a modo loro di fuggire. Bonnie Rae Shelby è una cantante country di successo, la sua vita è scandita da tour e concerti e tutto è organizzato nei minimi dettagli da sua nonna, nonché sua manager. Infinity (Finn) Clyde è un ex detenuto finito ingiustamente dietro le sbarre; porta con sé, sulla sua pelle, i marchi dei giorni trascorsi in galera e se ne vergogna profondamente. Le circostanze in cui le loro vite si incontrano sono surreali, e l’elemento “destino” gioca un ruolo chiave non solo in questa occasione, ma per tutta la durata della storia. Bonnie e Clyde iniziano così un viaggio particolare, un viaggio che li porterà a visitare la East Cost a bordo di una vecchia Blazer arancione, un viaggio che li aiuterà ad affrontare i demoni del passato. Entrambi hanno perso due fratelli gemelli, le loro metà e da quel giorno si sentono incompleti (come dargli torto?). Tra loro si crea un rapporto particolare, intenso, pervaso di emozioni distruttive e al contempo costruttive. La loro storia sembra rimarcare le orme di quella di due criminali famosissismi che portavano i loro stessi nomi, ma i nostri Bonnie e Clyde sono due persone completamente diverse, sono due ragazzi alla disperata ricerca di se stessi, alla ricerca di quella pace che per troppo tempo è stata loro negata. Gli elementi chiave del romanzo a mio avviso sono due: Dio e la matematica. Dalle parole dell’autrice si percepisce chiaramente la sua fede incrollabile; Dio viene spesso menzionato, sia direttamente che indirettamente, e tutto il romanzo è basato proprio su questo. La matematica è l’altra grande colonna portante, e devo fare i miei complimenti all’autrice per essere riuscita ad inserire un argomento così ostico all’interno di un romanzo adattandolo alle circostanze e ai sentimenti dei protagonisti. Parlare di equazioni, teoremi, radici quadrate, numeri primi ecc… in un contesto totalmente diverso dal loro utilizzo quotidiano è stata una scelta che ho trovato super azzeccata, e ha contribuito a rendere la trama ancora più avvincente e affascinante.
Nei libri della Harmon riesco sempre a trovare la luce in fondo al tunnel. Inizialmente sembra non esserci via di uscita, ma poi ad un certo punto si inizia a vedere un piccolo spiraglio nel buio, e credetemi quel piccolo barlume luce salverà sia i personaggi che il lettore. È impossibile rimanere indifferenti di fronte ad una scrittura così impeccabile, pulita, straordinariamente poetica e delicata. Consiglio vivamente la lettura di questo libro ai sognatori, a tutti coloro che nel petto hanno un cuore che palpita e pretende emozioni.

Alla prossima,

Simona

Annunci

4 pensieri riguardo “[Recensione] Infinito+1 di Amy Harmon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...