Fragile come noi, forte come l’amicizia – S.Barnard

 

Ben ritrovati, cari lettori!
Oggi siamo qui per parlare di uno degli ultimi young adult pubblicato da Piemme Junior, Fragile come noi forte come l’amicizia di Sara Barnard. Nel complesso questa lettura mi è piaciuta, anche se non mi ha conquistata fino in fondo. Perché? Lo scoprirete leggendo la mia opinione qui di seguito! : )

Fragile come noi

Pagine: 336/ Costo: 16.00 Euro

Caddy, sedici anni, è la brava ragazza per definizione: buoni voti a scuola, volontariato, sempre ubbidiente, un po’ timida. Lei e Rosie sono amiche inseparabili da sempre e, nonostante non abbiano mai frequentato la stessa scuola e siano molto diverse, nel tempo le differenze tra loro non hanno fatto altro che avvicinarle. Ma cosa può succedere a un incastro tanto perfetto se si tenta di aggiungere un pezzo? Quando compare Suzanne, una nuova compagna incredibilmente bella e spigliata con cui Rosie comincia a passare tutto il suo tempo a scuola, Caddy ne è inevitabilmente gelosa. Suzanne però non è esattamente la ragazza perfetta che lei vede: ci sono cicatrici sul suo corpo, ma soprattutto sul suo cuore, segni indelebili di un passato molto recente che l’hanno resa una ragazza danneggiata…

ghirigiri

Il libro di Sarah Barnard pubblicato recentemente da Piemme è un libro prettamente rivolto ad un pubblico adolescenziale, sia per le tematiche trattate sia per lo stile adottato dall’autrice. La protagonista della storia è Caddy, giovane sedicenne alle prese con le prime delusioni d’amore e da sempre inseparabile amica del cuore di Rosie, con cui è cresciuta e ha condiviso tutte le esperienze possibili e immaginabili.
Mi piacciono i libri che parlano di amicizia, perché credo che questo legame sia uno dei più importanti della vita di ciascuno di noi e leggere storie che hanno come tematica portante proprio questa mi fa sempre ben sperare. In questo caso non sono rimasta delusa, perché la storia è sicuramente fresca, leggera e segue alla perfezione lo sviluppo dell’età adolescenziale. L’idilliaco rapporto di amicizia tra Caddy e Rosie viene ad un certo punto messo alla prova dall’arrivo di Suzanne, una nuova compagna di classe di Rosie di cui inizialmente Caddy è gelosa marcia. Chi di noi non è stato almeno una volta geloso di un amico? Penso nessuno ( e se tra di voi si nasconde qualcuno che non ha mai avuto anche un minimo accenno di fastidio o di risentimento per qualcosa ha tutta la mia stima, sappiatelo) e nemmeno Caddy ne sarà immune.
Inizialmente Suzanne è il terzo incomodo, l’elemento che turba l’equilibrio tra le due amiche e Caddy cerca in tutti i modi di trovare il difetto nella nuova arrivata che sembra apparentemente perfetta. Con molta accortezza e qualche stalkeraggio in rete stile Sherlock Holmes la nostra protagonista riesce a cogliere una crepa nella facciata limpida che è Suzanne e userà questi elementi a suo favore. Da quel momento – successivamente al quale Caddy capirà di essere stata parecchio carogna – tra le due scatta qualcosa, una specie di meccanismo invisibile che capovolge completamente la situazione. Tra loro c’è un avvicinamento, un’unione inspiegabile. Caddy scopre degli altarini riguardo al passato di Suzanne e comprende il motivo di certi suoi comportamenti decisamente poco ortodossi e, pazzesco ma vero, inizia a seguire le sue orme. In tutto ciò a ricevere il ben servito è la cara Rosie, che inizialmente si trova tra due fuochi e poi viene messa da parte senza tanti complimenti ( anche questa è una pratica molto frequente durante i tormentati anni dell’adolescenza, soprattutto tra ragazze).
Insomma, come avrete capito questo libro fa al caso vostro se siete in età adolescenziale, perché troverete numerosi punti di connessione con i personaggi. Dal mio punto di vista invece non sono riuscita ad apprezzare la vicenda fino in fondo, anche se la lettura è scorrevole e ben scritta non è stata comunque in grado di tenermi incollata alle sue pagine (come invece è accaduto con libri dello stesso range, ad esempio). Dovendo tirare una somma il mio giudizio finale è di 3/5 stelline ( che per me equivalgono ad una valutazione positiva), ma sinceramente parlando il libro non mi ha fatta impazzire, pur avendomi piacevolmente intrattenuta per tutta la durata della sua lettura.
Alla prossima,
Simona

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...