Blogtour – Tutta la verità su Gloria Ellis di M.Bedford

Buongiorno a tutti, readers! 🙂
Oggi ospito l’ultima tappa del blogtour dedicato ad una delle uscite più interessanti di Giugno in casa De Agostini, ossia Tutta la verità su Gloria Ellis di Martyn Bedford.
Conosceremo più da vicino i protagonisti di questo romanzo e posso già affermare con sicurezza che rimarrete letteralmente affascinati da uno di loro in particolare.
Iniziamo subito. Mettetevi comodi e godetevi la lettura del post! *-*

DREAMCAST – TUTTA LA VERITA’ SU GLORIA ELLIS

GLORIA ELLIS

Gloria Ellis è la nostra protagonista, una ragazza normale, con una vita apparentemente normale. A scuola va bene, ha una migliore amica con cui condivide tutti i suoi pensieri e le sue esperienze, e nella sua famiglia sembra tutto tranquillo. Gloria è una di quelle persone che ha il mare dentro, che accumula e accumula fino a scoppiare. La sua vita cambia radicalmente quando incontra Uman – di cui vi parlerò a breve. Da quel momento in poi la giovane sedicenne inizia a ribellarsi, ci permette di guardare dentro di lei e di scorgere le sfaccettature del suo carattere che cela dietro una maschera di apparente benessere. Viviamo con lei i suoi “momenti dello tsunami”, scopriamo che la vita in famiglia non è così idilliaca come la madre e il padre ingenuamente credono e viviamo quelli che sono i problemi di una ragazza nel pieno dell’adolescenza. Il punto di svolta avviene quando la giovane conosce Kerouac grazie ad Uman. Trovo che questa frase che sto per riportarvi sia la più bella in assoluto del libro, quella che ne racchiude l’essenza vera e propria:

Perché per me l’unica gente possibile sono i pazzi, quelli che sono pazzi di vita, pazzi per parlare, pazzi per essere salvati, vogliosi di ogni cosa allo stesso tempo, quelli che mai sbadigliano o dicono un luogo comune, ma bruciano, bruciano, bruciano.

Gloria inizia a bruciare. Lentamente prima, e sempre più violentemente poi. Si lascia travolgere dall’impeto delle emozioni, vive e brucia, sperimenta, serpeggia ed elude. Impariamo ad amarla, a pensarla come lei, a capirla. Il titolo originale del libro è Twenty questions for Gloria, perché l’intera storia è basata su 20 domande che vengono poste alla ragazza dall’ispettore Ryan – di cui vi parlerò più giù – e proprio grazie a queste domande arriviamo al cuore della vera Gloria, quella che non ha paura, quella che ama e vive e brucia.

UMAN PADEEM

 Uman è il protagonista indiscusso del libro. So bene che molti di voi si staranno chiedendo perché, visto che il titolo è “Tutta la verità su Gloria Ellis”. Il motivo è semplice: Uman è la colonna portante del romanzo, tutto ruota attorno a lui sin dalla sua entrata in scena. Uman è carismatico, ha quel magnetismo che pochi hanno e che lo porta ad essere sempre al centro dell’attenzione. Inizialmente pensavo che nel libro ci fosse un aspetto paranormal talmente questo personaggio mi ha fatta immergere in un’atmosfera di mistero e suspense. Andando avanti con la lettura ho scoperto che no, di paranormal non c’è nulla. C’è solo un ragazzo dal passato tormentato, un ragazzo che è dovuto crescere troppo in fretta e che ha perso la sua famiglia in una tragica circostanza. Uman porta ancora su di sé le conseguenze di quel terribile giorno e ogni tanto ha bisogno di evadere, di infilarsi in un posto dove nessuno può trovarlo e lì aspettare che la nuova ondata di dolore cessi. Questo personaggi è indiscutibilmente il mio preferito, ha un magnetismo pazzesco e il lettore stesso rimane incantato dai suoi discorsi, dal suo modo di vivere quasi surreale, dai suoi pensieri. Uman è una specie di filosofo intrappolato nel corpo di un ragazzo adolescente, ha una visione ben precisa del mondo e di come vanno le cose e molto spesso le sue idee lo portano a compiere gesti affrettati. La fuga con Gloria è uno di questi gesti. Ho adorato l’alchimia tra i due, il loro sapersi riconoscere tra tante persone e il loro sapersi accettare. In comune hanno una cosa che si capisce a fondo solo dopo aver letto il libro. Sono entrambi, a modo loro, infelici. Uman è complesso, variegato, ricco di ombre e luci. Mi ha fatta commuovere in più di un’occasione e credo che sarà un personaggio che porterò per sempre con me.

TIERNEY

 Dei personaggi secondari sappiamo davvero ben poco, perché l’intera narrazione si focalizza principalmente su Gloria e Uman. Mi sono fatta comunque un’idea sulle altre persone che compaiono nella storia, e Tierney è una di queste. Tier è la migliore amica di Gloria, quella con cui la nostra protagonista è cresciuta. Le due sono inseparabili: ogni pomeriggio – o quasi – si ritrovano dopo la scuola per studiare insieme e trascorrere il pomeriggio in compagnia e tra di loro non ci sono segreti. Tutto ciò finché nella vita di Gloria non arriva Uman. Da quel momento Lor inizia a dedicare il suo tempo e le sue giornate unicamente al misterioso e affascinante nuovo arrivato. Da alcuni cenni che l’autore fa a delle conversazioni tra le due amiche, Tierney sembra vivere male il distacco ( come biasimarla?). Purtroppo la cara Tier sparisce del tutto nella parte centrale e più corposa della narrazione, rimanendo sullo sfondo fino alla fine. Mi sarebbe piaciuto vedere sviluppato maggiormente il legame di amicizia tra le due, ma capisco che un personaggio come Uman abbia reclamato tutta l’attenzione su di sé.

ISPETTORE RYAN

 L’ispettore – o meglio ispettrice – Ryan è uno dei personaggi che compaiono più spesso nel libro e posso parlarvi di lei solamente per quanto riguarda l’aspetto professionale. Da quello che si intuisce la Ryan è una poliziotta determinata, sempre in cerca della verità. Ama il suo lavoro, crede in quello che fa e investe molte delle sue energie nel portare a termine un’indagine. Nel romanzo è lei a porre a Gloria le famose 20 domande, quelle che serviranno a svelare al lettore i retroscena di quello che apparentemente tutti credono sia stato un rapimento. L’ispettore Ryan in più di un’occasione dimostra nei confronti della giovane adolescente il suo lato umano, è comprensiva, sinceramente interessata e partecipe. Altrettanto spesso emerge il suo lato da poliziotta ligia al dovere, ma non si rivela mai sopra le righe. In sostanza è un personaggio equilibrato, che sa stare al suo posto e sa rispettare le tempistiche dell’interrogata.

LIZ E KEV ELLIS

 Liz e Kev sono i genitori di Gloria. Abbiamo modo di conoscerli da due punti di vista: il loro e quello della figlia adolescente. Le motivazioni che spingono Gloria alla fuga sembrano apparentemente non avere nulla a che fare con loro, che si reputano genitori attenti e presenti. Lor non è affatto d’accordo però. Il padre è sempre impegnato dal punto di vista lavorativo e la madre è ossessionata dallo sport – in particolare percorre chilometri e chilometri al giorno in bici – ed è più il tempo speso fuori casa che dentro. Gloria vive una situazione di smarrimento, perché si ritrova a 16 anni a dover gestire varie situazioni da sola. Probabilmente gli sbalzi ormonali dell’adolescenza hanno contribuito alla sua decisione, ma credo che la situazione di Gloria rispecchi pienamente quella di molti ragazzi. Genitori poco presenti, impegnati più a curarsi di se stessi che dei figli. Qui parliamo di finzione, ma c’è chi questi disagi li vive sulla propria pelle quotidianamente. L’altra faccia della medaglia è rappresentata dal lato protettivo e amorevole che i genitori di Gloria assumono dopo che la figlia viene ritrovata. La accudiscono, la riempiono di attenzioni, si assicurano di non farle mancare nulla. Quali sono i veri Liz e Kev? Quelli che vediamo attraverso gli occhi di Gloria, o quelli che vediamo attraverso gli occhi dell’ispettore Ryan? Durante l’interrogatorio della protagonista la madre è sempre con lei e spesso interviene a favore/sfavore della figlia. Nega di essere poco presente, si rivela stupita quando la figlia le manifesta il suo malcontento. Insomma, credo che la verità sia nel mezzo, e che la mancanza effettiva di dialogo tra le due parti abbia portato all’esplosione finale. Credo che questo libro sia una lettura adatta anche per un pubblico adulto, perché mette in luce aspetti delicati e fragili del rapporto madre/padre-figlio. Un romanzo formativo ed educativo da molti punti di vista.

Cari readers, per questa ultima tappa è tutto! Spero di avervi incuriositi, di avervi fatto scoprire qualcosa in più sui personaggi che troverete nel libro di Bedford. Prossimamente vi farò anche una recensione del libro – perché ci tengo ad evidenziare degli aspetti che non ho preso in esame in questa tappa.
Vi ricordo come sempre che una copia aspetta di essere adottata da uno di voi, per cui vi aspettiamo numerosi! ❤

MODULO RAFFLECOPTER PER PARTECIPARE:

 Rafflecopter giveaway

CALENDARIO

13511519_10208180835150413_1379457610_n

Annunci

15 pensieri riguardo “Blogtour – Tutta la verità su Gloria Ellis di M.Bedford

  1. Questa presentazione dei personaggi, soprattutto quella di Uman, mi ha fatto venire ancora più voglia di leggere il romanzo. Quando si parla di atmosfere e situazioni misteriose divento curiosissima. Poi quanto sarà stata misteriosa l’atmosfera per indurre a pensare che ci potesse essere qualcosa di paranormale?! Wow!

    Mi piace

  2. Io e Gloria ci assomigliamo un sacco!! Uman lo adoro e non vedo l’ora di scoprilo,e poi beh nel complesso il cast è FANTASTICO, mi piace troppo. devo assolutamente leggere questo libro, speriamo che per questa volta la fortuna sia con me, incrocio le dita *_*

    Mi piace

  3. Uman sembra così complesso e capisco perché allora sia il protagonista di questo romanzo.
    Oltretutto mi piace tanto la struttura narrativa di questo romanzo, non credo di averla mai incrociata prima.
    E in realtà in tutto questo mi sento davvero simile a Tierney.

    Mi piace

  4. Sicuramente, e giustamente anche, i personaggi che saltano più all’occhio sono Gloria e Uman che io non vedo l’ora di approfondire ancora di più!

    Mi piace

  5. Hai descritto molto bene i personaggi, quelli che mi hanno incuriosito di più sono Gloria, Uman, e L’ispettore Ryan…
    Sono troppo curiosa di leggere questo libro ^_^
    Partecipo al BlogTour e al Giveaway 🙂
    Seguo tutti i blog partecipanti con il nome: Elisa Pellino
    Ho il mi piace alla pagina De Agostini con il profilo: Elysa Pellino
    Ho condiviso questa tappa su Facebook, Twitter, e Google+ ( Uso solo questi social )
    LINK CONDIVISIONE FACEBOOK: https://www.facebook.com/elysa.pellino/posts/10207402831562757?pnref=story
    LINK CONDIVISIONE TWITTER: https://twitter.com/ElysaPellino/status/746696210463993857
    LINK CONDIVISIONE GOOGLE+: https://plus.google.com/104143485217744156564/posts/9UehjL7iykN
    La mia email: mora_1993_@hotmail.it
    Buona Fortuna a Tutti 🙂

    Mi piace

  6. Che bella la frase del libro! La descrizione che mi ha colpita di più è stata quella di Uman…è sicuramente un personaggio particolare e non vedo l’ora di poter leggere il libro per conoscerlo meglio. Per quanto riguarda i personaggi che hai scelto credo che Emma Roberts sia assolutamente perfetta per Gloria!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...