[Recensione] Tutti i colori di te – Javier Ruescas

Buongiorno readers e buon Giovedì a todossssss!
La parlata spagnola è in onore del libro che sto per recensire, ossia Tutti i colori di te di Javier Ruescas.
Questo romanzo fa parte della recente collana UP ideata da Feltrinelli per un pubblico più giovane ed in effetti, leggendolo, ci rendiamo conto di come il target di riferimento sia decisamente young e un pò meno adult.

TITOLO: Tutti i colori di te
AUTORE: Javier Ruescas
EDITORE: Feltrinelli
COLLANA: UP
PREZZO: 14.00 € in formato cartaceo
TRAMA: A quella festa di fine anno pare di essere in un film: una villa immensa e tantissimi ragazzi che festeggiano l’inizio dell’estate prima dell’università.
Lena avrebbe preferito restare a casa con la testa china sui suoi disegni, ma Ciro, il blogger anonimo del momento e suo migliore amico, ha insistito e l’ha trascinata lì, giurandole che sarebbe stata una serata di forti emozioni. E non si è sbagliato. Quella sera Lena infatti conosce un ragazzo affascinante con cui si sente inaspettatamente a suo agio, la padrona di casa fa una scenata perché il fidanzato l’ha tradita e la migliore amica di Lena non si presenta alla festa perché lungo la strada incontra un perfetto sconosciuto con cui trascorre la notte.
Il problema è che quei tre ragazzi – il fascinoso, l’infedele e il perfetto sconosciuto – sono la stessa persona: Jacopo Casanova. Per quanto Lena tenti di evitarlo, il suo cammino e quello di Jacopo paiono destinati a collidere un’altra volta, in quel gioco apparentemente insensato che qualcuno chiama amore.

ghiriri

L’amore è come un quadro astratto in cui ognuno vede quello che vuole. Ma per quanto indefinibile, è impossibile non riconoscerlo.

Tutti i colori di te è un libro che si legge in un pomeriggio, sdraiati comodamente su una sdraio in compagnia di un bel cocktail. La storia che ci propone lo scrittore spagnolo Javier Ruescas è fresca, frizzante e adolescenziale, tutti ingredienti perfetti per creare un prodotto adatto ai più giovanissimi.
Protagonista della storia è la teenager Lana, che ama il disegno e sogna di entrare alla Crisol – l’università artistica per eccellenza in Spagna. In questo suo desiderio la giovane è però ostacolata dalla famiglia, che ha ben altri progetti in serbo per lei. La vita tra le mura domestiche non è per Lana delle più idilliache, ma altrettanto non possiamo dire delle sue relazioni sociali, che al contrario sono solide e sincere. I migliori amici della protagonista sono Julia e Ciro, diversi tra loro ma fondamentali in egual misura per il mantenimento dell’armonia e dell’equilibrio all’interno del trio. Tra i due ho preferito onestamente Ciro, sempre sul pezzo, sempre pronto a fornire appoggio e sostegno a Lana, l’amico che tutte noi vorremmo. Tutto sembra procedere regolarmente, finché una sera ad una festa Lana incontra il misterioso Jacobo Casanova – già il nome la dice lunga, lo so. E le vostre prime impressioni non sono sbagliate, cari lettori, perché il caro Jac ha una fama non proprio positiva che lo precede. Intorno a questo personaggio si sviluppano una serie di misteri. Improvvisamente si fidanza con Julia, ma nonostante ciò instaura un rapporto decisamente particolare con Lana. Quest’ultima è totalmente spiazzata, perché se da un lato ci sono le voci che circolano sul bel Casanova, dall’altro c’è il ragazzo che ha imparato a conoscere giorno dopo giorno, e sembra diverso da come lo dipingono gli altri.Vi dirò onestamente che il libro in quanto a trama non mi ha particolarmente colpita. Lo stile è semplice, pulito e scorrevole, ma non sono riuscita ad instaurare il giusto feeling con i personaggi. Ho trovato la storia acerba, a tratti infantile, adatta sicuramente a qualcuno di più giovane di me. Non è una lettura che consiglio ad un pubblico adulto, ma se avete delle figlie/nipoti/sorelle/altro di età compresa tra i 14 e i 17 anni questo libro potrebbe andar bene. Con queste parole non intendo dare un giudizio negativo all’opera, perché come ho detto sopra il libro in sé è di piacevole compagnia, ma almeno per il mio gusto difetta di quella scintilla particolare che invece ho trovato in altri libri dello stesso genere.

Il mio voto è di 3/5.
Alla prossima,
Simona

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...