[Recensione] Con una rosa in mano – A.Ferrara

Buongiorno carissimi lettori! Come state? Come procedono le vostre letture? Le mie vanno alla grande, negli ultimi giorni sono riuscita a terminare due libri e ad iniziarne subito un altro, per cui posso ritenermi più che soddisfatta. Una delle letture di cui vi parlo oggi è proprio quella terminata più recentemente, ossia Con una rosa in mano di Antonio Ferrara, edito da Feltrinelli e disponibile in libreria già da qualche mese.
Ho atteso l’arrivo dell’estate per intraprendere la lettura di questo libro e come previsto sono riuscita a terminarlo in un pomeriggio dato il numero esiguo di pagine ( 106 per l’esattezza). Come sempre non è il numero di pagine a decretare o meno la buona qualità di un romanzo e questo, seppur breve, è riuscito a catturare la mia attenzione e a farmi riflettere.
Ci troviamo nella Cina di Mao Tse Tung, nella Cina comunista dove chi disobbedisce al governo viene severamente punito, dove le donne non possono avere più di un figlio e dove non c’è libertà di stampa, di pensiero, di parola. Ci troviamo dunque in pieno regime dittatoriale: nelle scuole vengono tessute le lodi di Mao, i ragazzi vengono indottrinati e viene impedito loro di formarsi delle idee autonome, delle idee che vanno oltre o si discostano da quelle imposte da Mao.
In questo clima di negazione e proibizionismo conosciamo il giovane Wang, un ragazzo che vive in provincia con la madre e il padre; di giorno va a scuola, mentre nel pomeriggio aiuta suo padre nei campi. Wang è un ragazzo che tutti definiremmo perbene. Ha ottimi voti, non si ribella, obbedisce quando gli viene imposto di fare qualcosa, è in tutto e per tutto un tipo ordinario. Sua madre tiene da parte per lui gli yuan necessari per iscriverlo, un giorno, all’università. Wang non è mai stato a Pechino, nella città rossa che scorge da lontano dalla veranda di casa sua, e non pensa più di tanto al momento in cui dovrà recarvisi. Il ragazzo passa le sue giornate libere con Zhang, l’amico di sempre, quello che lo chiama “lucertola” e che gli chiede in continuazione se andrà o meno laggiù, a Pechino.
Seguiamo il percorso di crescita di questo giovane ragazzo di campagna e lo ritroviamo, nell’arco di poche pagine, iscritto alla facoltà di matematica. Il clima di fermento e rivoluzione è sempre più tangibile: la Cina, consapevole di quanto successo in Russia, vuole ribellarsi al Governo. La protesta parte proprio dagli studenti, che si mobilitano e iniziano ad occupare le piazze di Pechino, manifestando il loro dissenso in tutti i modi possibili. Il libro di Antonio Ferrara mi ha innanzitutto colpita per la sua semplicità: la narrazione è pulita, gli eventi vengono descritti uno dietro l’altro – talvolta in tono

L’immagine rappresenta il cuore del libro. Un rivoltoso sconosciuto  – nel romanzo interpretato da Wang – il 5 Giugno del 1989 ha bloccato, da solo, i carri armati dell’esercito in Piazza Tienanmen.

concitato, talvolta con tranquillità. Tramite Wang proviamo a immedesimarci nel clima di fermento che ha avvolto la Cina per molto tempo e viene spontaneo farsi coinvolgere dalle vicende di questi giovani, appassionati ragazzi che lontano costantemente per la loro libertà, per quei diritti che un Paese dovrebbe garantire a prescindere da tutto.
Con una rosa in mano è un romanzo breve che, nella sua brevità, ci dona tanto. Ci dona riflessioni, ci apre gli occhi su uno scenario che viene trattato poco in ambito letterario, ci fa vivere la rivoluzione tramite gli occhi di ragazzi come noi, nostri coetanei che hanno sacrificato le proprie vite perché speravano in un futuro migliore.
Ho davvero apprezzato questo piccolo libriccino, trovo che sia un prodotto ben confezionato e dal contenuto di qualità e quindi un grande merito va sia all’autore che al team Feltrinelli.
Il mio voto è di 4/5!
Alla prossima,
Simona

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...