[Recensione] L’ingrediente segreto – Susan Wiggs

Buon pomeriggio lettrici e lettori!
Come ve la passate in questo Venerdì di pioggia? Io sono avvolta da sciarpe e sciarpette varie, ho la pancia piena e sono più che pronta per parlarvi del prequel di un libro che uscirà il 13 Ottobre per Harper Collins Italia ( Parole, ricordi e sciroppo d’acero) e che non vedo l’ora di leggere.
Il prequel si intitola L’ingrediente segreto e potete trovarlo su Amazon a soli 0.99 Euro.

L'ingrediente segreto di [Wiggs, Susan]Annie ha un’unica grande passione: la cucina. Per lei il cibo è una forma d’arte e di aggregazione tra le persone. Ma ogni piatto che si rispetti ha un ingrediente speciale che rende quella ricetta unica. Anche la vita ha bisogno dell’ingrediente chiave per essere veramente perfetta e forse Annie lo ha trovato in Martin, chef che si mantiene vendendo i suoi manicaretti per le strade di New York, ma che per lei ha tutti i requisiti giusti per diventare il nuovo guru della cucina e sicuramente il nuovo custode del suo cuore.


Ho letteralmente divorato questo bellissimo e suggestivo libro che, in poche pagine, è riuscito a trasportarmi in un altro luogo, in un paesino del Vermont ricco di paesaggi da sogno dove la vita è semplice e si apprezzano molto di più le sfumature di ogni cosa. Immergermi nella lettura di questo prequel è stata davvero una delle esperienze più appaganti degli ultimi giorni e non vedo l’ora – date le entusiasmanti premesse – di leggere il libro e di avventurarmi con ancora più slancio nella vita di Annie Rush, l’ambiziosa e tenace protagonista della storia.
Annie è nata e cresciuta a Switchback, paesino del Vermont dove da generazioni la sua famiglia gestisce l’azienda produttrice di sciroppo d’acero più rinomata della zona. La ragazza ha trascorso la sua infanzia immersa tra i sapori e i profumi della cucina di sua nonna Anastasia e l’amore per il cibo è cresciuto e si è sviluppato insieme a lei. Il cibo, la tradizione, i sapori e gli odori fanno parte del bagaglio culturale di Annie, anche se alcune scelte l’hanno spinta ad allontanarsi dalla sua terra d’origine. Annie si è infatti trasferita a Los Angeles per coltivare gli studi e una laurea presso uno dei college più prestigiosi d’America l’ha portata a sviluppare un programma di cucina tutto suo. Per lei è come veder realizzato il sogno di una vita intera, soprattutto se ripensa ai pomeriggi che passava con la nonna davanti alla televisione in compagnia dei primi programmi culinari. Ad Annie piacerebbe molto trovarsi al di là della telecamera, perché ha un dono speciale per la cucina e vorrebbe far conoscere al pubblico le ricette ideate dalla sua defunta nonna. Un produttore la giudica però inadatta ad affiancare come co-conduttrice l’avvenente e talentuoso chef scovato proprio da Annie per le strade di New York, Martin.
La storia prende vita quando la produzione e i protagonisti del programma, che si chiama L’ingrediente chiave, si mettono in viaggio in direzione del Vermont – dove la famiglia di Annie ha acconsentito ad ospitare alcune puntate dello show all’interno dell’azienda. Per Annie è una grande soddisfazione tornare a casa portando con sé il frutto di anni ed anni di lavoro e oltretutto non vede l’ora di rivedere i luoghi della sua infanzia.
L’autrice ci racconta in modo poetico e dolce le emozioni, i pensieri, i ricordi di questa giovane donna. Incontriamo fugacemente Fletcher, vecchio e unico amore il cui ricordo brucia ancora e capiamo che non tutto è archiviato nel passato come sembra. Annie al momento è fidanzata con lo chef Martin, ma quando rivede la sua vecchia fiamma qualcosa torna a crepitare in lei. Insomma in questo breve e intenso prequel l’autrice predispone alcuni elementi che ci fanno riflettere e azzardare ipotesi su quanto leggeremo nel libro vero e proprio. Personalmente ho amato L’ingrediente segreto, sono riuscita sin da subito ad entrare in sintonia con Annie, con la sua vita, con il suo mondo e il suo lavoro. Adoro le storie in cui ai sentimenti vengono mescolati gli odori e i sapori, in cui vengono inserite delle ricette sfiziose e gustose ( in questo prequel ne trovate ben due).
Promuovo a pieni voti lo stile e l’eleganza dell’autrice, che in poche pagine è riuscita a creare la giusta atmosfera e la giusta dose di suspense in attesa del libro definitivo.
Susan Wiggs scrive in un modo delicato e gentile, parla dritta al cuore ed è in grado di far emozionare anche con poche e semplici parole. Non vedo l’ora di immergermi tra le pagine di  Parole, ricordi e sciroppo d’acero. Non vedo l’ora di conoscere meglio Annie, Martin, Fletcher e la famiglia Rush.
Un prequel consigliato dunque se cercate una lettura dolce e avvolgente come una colata di sciroppo d’acero. Unica avvertenza: finisce troppo in fretta! Dopo aver letto la conclusione che la Wiggs ha dato a questo prequel capirete come mi sento.
Il mio voto è di 4.5/5.
Alla prossima,
Simona

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...