[Recensione] Delitto e rovescio – Claudio Paglieri

Buongiorno lettori e buon Martedì!
Vi capita mai di uscire dalla vostra comfort zone per quanto riguarda le letture che scegliete di fare? A me non capita spesso, sono sincera. La maggior parte delle volte preferisco andare sul sicuro e approcciarmi a generi letterari che so già essere di mio gradimento. Ogni tanto però una deviazione dal percorso ci sta, soprattutto quando ad essere oggetto di riflessione e di cambiamento sono libri meritevoli che vale la pena conoscere. E’ciò che è successo a me con il nuovo libro di Claudio Paglieri, che con il suo commissario Marco Luciani è riuscito a farmi apprezzare un genere che non leggo praticamente mai, ossia il giallo.

Marco Luciani ha lasciato la polizia e l’Italia: un taglio netto, una nuova vita a Barcellona, da padre single. A parte occuparsi del piccolo, vivacissimo Alessandro, l’ex commissario si limita a gestire la casa che Alice, amica e amante occasionale, affitta ai turisti. Forse, però, dentro di lui non si è del tutto spento il gusto di indagare, di frugare nelle vite degli altri, di completare i puzzle. O forse, più prosaicamente, i soldi cominciano a scarseggiare. È così che Luciani si rassegna ad accettare l’incarico di ritrovare la figlia scomparsa di un imprenditore italiano. La ragazza si chiama Martina, ha diciannove anni e viveva in un’Accademia di tennis poco fuori Barcellona, dove si allenava per diventare una professionista. Segni particolari: una bellezza fuori dal comune. La polizia locale non si occupa del caso perché, stando alle apparenze, Martina si è allontanata volontariamente, per sfuggire alle pressioni soffocanti di un padre padrone che la voleva campionessa a tutti i costi. Ma nessuno ha più sue notizie, e il suo telefonino è sempre muto… L’istinto di Luciani gli suggerisce che qualcosa non torna e lo spinge a scavare nella vita della ragazza, iscrivendosi all’Accademia e spacciandosi per un amatore che vuole migliorare il suo gioco. Ben presto, la sua indagine informale si scontra con i silenzi o le bugie delle amiche di Martina, dei maestri – qualcuno in rapporti non solo tennistici con le allieve – e dell’ambiguo gestore dell’Accademia. In questo match la posta in palio è altissima, e Luciani dovrà giocare al meglio delle sue possibilità se vuole ritrovare Martina prima che sia troppo tardi. O almeno fare giustizia in suo nome.


Delitto e rovescio è un libro che mi ha sorpresa in un modo che non mi sarei mai aspettata. Lo ha fatto con semplicità, con schiettezza, con ironia e suspense dosate al punto giusto. Sin dalle primissime pagine ho apprezzato la figura del commissario Luciani perché l’ho percepito autentico, sia nei rapporti con i suoi cari che nei confronti di persone estranee. Ci troviamo a Barcellona, dove Marco Luciani vive con il figlioletto Alessandro – dopo avere deciso di prendere una pausa dalla professione di poliziotto, Luciani si è trasferito in Spagna e lì conduce una vita pressoché tranquilla. Conosciamo le persone che popolano la sua quotidianità, come ad esempio Alice, giovane e promettente cantante rock con cui il commissario ha avuto una breve (e intensa) relazione. Sarà proprio lei a dare una scossa alla vita piatta e abitudinaria di Luciani, chiedendogli di aiutare un suo conoscente nella ricerca della figlia scomparsa.
Luciani inizialmente è scettico, perché non ha alcuna intenzione di farsi coinvolgere in una nuova indagine, ma poi piano piano si ritrova inevitabilmente coinvolto nel mistero che aleggia circa la scomparsa di Martina, giovane tennista dotata di una bellezza straordinaria. E’ da questo momento in poi che la storia entra nel vivo e ci troviamo di fronte ad una narrazione a più voci, tutte interessanti ed ognuna con qualcosa da dire.
La caratteristica che più ho apprezzato di questo romanzo è proprio la sua coralità, l’ampia panoramica che viene offerta al lettore circa gli eventi che si susseguono uno dopo l’altro. L’autore è stato abilissimo nel descrivere la sequenza degli eventi, passando dal passato al presente con disinvoltura e scioltezza. In questa storia tutti hanno un ruolo importante: conosciamo Irina e Martina, due ragazze che diventano amiche nell’accademia prestigiosa Risultati immagini per tennis tumblrdi tennis che entrambe frequentano. Queste due ragazze sono agli antipodi: Irina è forte, per certi versi spregiudicata, sa ciò che vuole e non ha paura a prenderselo. Martina al contrario – per quanto riguarda determinate questioni – è ancora timida, insicura. Il loro rapporto è particolare, non è una di quelle amicizie che tutti noi definiremmo normale, perché Irina influenza molto Martina, la spinge ad uscire dal guscio, a lasciarsi andare, a vivere esperienze e divertirsi come tutte le ragazze della sua età. Martina è più razionale, vuole impegnarsi nel tennis e non deludere il padre che vuole a tutti i costi vederla tra le prime cento della classifica mondiale ( anche se non è quello che lei vuole per il suo futuro, e questo lo capirete bene nel corso della lettura). Gli altri personaggi che incontriamo strada facendo sono tutti legati all’accademia di tennis e l’autore ci svela tutti i retroscena di quello che apparentemente sembra uno sport perfetto: partite truccate, wild card per alcuni tornei all’estero dove le atlete in realtà vengono mandate a prostituirsi, e tanto altro. Questo romanzo è stato interessante non solo per l’elemento giallo che è costituito dalla scomparsa di Martina, ma anche per tutto ciò che sta dietro a questo spiacevole evento. Marco Luciani si reca sul posto ed inizia ad indagare sotto copertura, cercando di raccogliere quante più informazioni possibili per risolvere il caso. Scopriamo un ambiente non proprio ideale da frequentare, dove i maestri ( uno in particolare, Carlos) si approfittano delle ragazze, e dove il Gran Maestro ( ossia il proprietario dell’accademia) è un uomo senza scrupoli, pronto a vendere le ragazze per un proprio tornaconto.
Delitto e rovescio è stato per certi aspetti un romanzo crudo, perché l’autore mette su carta senza troppi giri di parole una realtà che lascia interdetti, che fa indignare, che colpisce per la sua brutalità.
L’indagine si infittisce quando viene ritrovato nel mare – vicino Cannes – il corpo di una ragazza divorato dai pesci. Non voglio svelarvi altro, perché scendere nei particolari in una storia così fitta e intricata sarebbe impossibile. Posso dirvi però che non riuscivo a mettere giù il libro, avevo bisogno di scoprire cosa sarebbe successo, come Luciani avrebbe risolto il caso. E’raro che un romanzo giallo riesca ad appassionarmi così e sono contenta di avere trovato uno scrittore capace di farmi apprezzare un genere che sento molto lontano.
Accanto all’indagine conosciamo meglio la vita privata dell’ispettore, scopriamo il suo lato tenero nel rapporto con il figlio e lo troviamo alle prese con un passato che torna a bussare alla porta. Leggendo mi sono resa conto che c’è un altro libro dedicato al commissario Luciani ( che recupererò quanto prima) e che molti degli interrogativi che mi hanno accompagnata durante la lettura di Delitto e rovescio probabilmente vengono affrontati nell’indagine precedente.
Avrete capito che questo libro mi è piaciuto parecchio, per cui non posso fare altro che consigliarvelo! Dategli una chance anche se, come me, non siete amanti del genere: posso assicurarvi che le emozioni che vi darà questo libro non sono poche. Luciani è un personaggio ben costruito che saprà rendervi partecipi della sua vita e del suo lavoro e vi farà trascorrere delle ore piacevolissime in sua compagnia!
Il mio voto è di 4/5.
Alla prossima,
Simona


 Delitto e rovescio – Claudio Paglieri
Piemme, 372 p.
Genere Giallo
Cartonato con sovraccoperta, € 17,90
In vendita dal 18 Ottobre 2016

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...