Torniamo bambini insieme!

Buon pomeriggio carissimi lettori!
Ultimamente mi capita sempre più spesso di avventurarmi in letture distanti da me per quanto riguarda il range d’età. Come sapete ho superato la fase dell’adolescenza da qualche anno e quella dell’infanzia da ancora più tempo ma, nonostante ciò, non vi nego che ogni tanto uscire dai binari e dedicarmi a letture più leggere e spensierate mi piace davvero molto! : )
Oggi vi parlo di alcuni libri ricevuti nei giorni scorsi da Piemme/Battello a vapore: due di essi sono dedicati alle avventure del topo più famoso tra i bambini, Geronimo Stilton; gli altri due sono i volumi introduttivi di una serie che ha per protagonista Viola, un’intraprendente bambina che è riuscita a strapparmi alla quotidianità e a farmi viaggiare con la fantasia. Vi premetto sin da ora che se avete bambini piccoli questi libri sono perfetti per incoraggiarli alla lettura e farli avvicinare a questo fantastico mondo.

Iniziamo subito da Geronimo e dalle sue ssssspaventose avventure!
I libri che ho letto sono a tema Halloween e sono i seguenti:

Una valigia piena di fantasmiUNA VALIGIA PIENA DI FANTASMI
“A Lugubria è arrivato il famoso Circo dei Fantasmi Acrobati, ma i Tenebrax hanno altro a cui pensare: qualcuno si diverte a giocare brutti scherzi e a mettere sottosopra la loro dimora, Castelteschio! Indovinate chi dovrà aiutare Tenebrosa ad acchiapparlo? Esatto, proprio lui: Geronimo Stilton in pelliccia e baffi!”

IL PAUROSO SEGRETO DI SOTTERRASORCI
Nelle lugubri cripte di Castelteschio c’è la mappa di un antico tesoro: tra paludi affamate, bagni al peperoncino piccante e tetri cimiteri, io e Tenebrosa vivremo una spaventosa (per me!) e divertente (per lei!) caccia al tesoro!

BENVENUTI NEL MARE DEGLI INCUBI
Tenebrosa mi ha trascinato in una bizzarra crociera… Tra terribili Mostrilli Marini e dispettose tempeste, dovrò tuffarmi nel misterioso Mare degli Incubi e affrontare i terribili pirati del Temerario Veliero!

In questo maxi volume sono raccolte ben tre avventure, tutte rigorosamente popolate da mostri, fantasmi, indizi e misteri da risolvere!! Le storie seguono le vicende di Tenebrosa Tenebrax, amica di Geronimo (e forse qualcosina in più) e abitante di Castelteschio, il castello più spaventoso di tutta Topazia.
Il libro è davvero ben curato, impossibile non amarlo (e questo vale per grandi e piccini). Si legge in pochissimo tempo, fa divertire, intrattiene con graziosissime illustrazioni ricche di curiosità e fa venire voglia di partire a bordo della Turbolapid in compagnia di Geronimo, Tenebrosa e compagnia bella. In queste storie conosceremo più da vicino gli abitanti di Castelteschio e le loro bizzarre abitudini, affronteremo sfide e avventure insieme ai nostri eroi e ci divertiremo un mondo tra enigmi da risolvere e misteriose cacce al tesoro.
Questo è proprio il genere di libro che da bambina avrei amato, quindi spero lo amerete anche voi.

L’altro libro della collana di Geronimo Stilton è:

LA NOTTE DELLE ZUCCHE MANNARE

Nell’orto di Castelteschio cresce una varietà rarissima di zucche dai dentini molto affilati: le Zucche Mannare! Ma un Gatto Fantasma minaccia di rubarle… brrr, che fifa felina! Mi aspetta una notte da incubo!


In questa avventura Geronimo è di nuovo a Castelteschio in compagnia della famiglia Tenebrax.
Dopo cena, insieme agli altri ospiti, viene condotto all’interno dell’orto in cui crescono le zucche mannare – e in cui solo i Tenebrax possono accedere ed uscirne illesi (le zucche infatti mordono) e gli viene narrata la leggenda dei gatti pirati, che in passato provarono a rubare le zucche con esito negativo. Geronimo ricorda di aver visto proiettata sul muro l’ombra del “gatto fantasma” prima di scendere a cena e quest’ombra gli intimava di rimanere lontano dalle zucche mannare. Insieme a Tenebrosa decide di indagare: si maschera da zucca e va nell’orto a fare la guardia. Ecco che arriva il gatto fantasma e prova a rubare le zucche: queste cominciano a morderlo e lo inducono alla fuga. La sera successiva a cena tutti e tre gli ospiti dei Tenebrax ( Caligario Provetta, Urlacchio Spettris e Felice Traifiori) si presentano con la coda fasciata. Geronimo capisce subito che il “gatto fantasma” in realtà è uno di loro. Il ladro si nasconde tra gli ospiti del castello!
Insieme a Tenebrosa escogita un piano per acciuffare il colpevole e… leggete per scoprire come andrà a finire!

Anche questa avventura è stata arricchita da illustrazioni colorate e dettagliate che hanno impreziosito la storia e l’hanno resa ancora più avvincente! Promossi entrambi : )


La serie dedicata a Viola giramondo è stata una piacevolissima scoperta: nata dalla fantasia di due autori italiani – Teresa Radice e Stefano Turconi – Viola è riuscita a farmi estraniare dalla realtà e a condurmi nel suo mondo circense fatto di spettacoli, acrobazie e una famiglia allargata che si vuole un mondo di bene!!

I volumi finora pubblicati sono:

Titolo del libro Viola Giramondo. Il momento per volare

Questa mattina Viola si è svegliata ad Amsterdam, la città dei tulipani, dei canali e… il luogo dove è nato suo papà! Proprio qui sta per tenersi una gara scientifica e papà Konrad è al settimo cielo perché presenterà Golia, lo strano coleottero a strisce gialle e rosse che ha trovato nella foresta pluviale. Peccato che nel frattempo sia stato rubato… Viola e i suoi amici lo stanno già cercando, ma hanno i minuti contati!


In questo primo libro conosciamo Viola, una bambina coraggiosa, solare e simpaticissima che vive insieme ai genitori all’interno del Cirque De La Lune.
Papà Konrad è un domatore di insetti, mentre mamma Ameliè è la”donna cannone” (quando abbraccia Viola rischia di stritolarla nel vero senso della parola!). Oltre a loro nel circo vivono e si esibiscono tanti altri personaggi interessanti, tra i quali spiccano di sicuro Samir – il trapezista dodicenne – e Sindbad, la sua inseparabile scimmia. Loro due insieme a Viola ne combineranno delle belle. Questo primo libro è interessante perché vediamo Viola alle prese con se stessa: la piccola non ha ancora scoperto il suo talento e non ha quindi modo di esibirsi durante gli spettacoli. Di questo soffre molto e cerca di rimediare in modi discutibili – il modo rocambolesco in cui si apre il libro ne è l’esempio.
In questo primo libro – ambientato ad Amsterdam – Viola deve aiutare papà Konrad: il suo coleottero a strisce gialle e rosse, Golia, è stato rubato e il domatore d’insetti rischia così di non poter partecipare ad una delle gare scientifiche più importanti della città.
Viola, Samir e Sindbad iniziano ad indagare e si mettono sulle tracce del coleottero…
Avventure, divertimento, colpi di scena: non manca nulla! Il libro si legge in pochissimo tempo, appassiona e scalda il cuore. Ideale per i più piccini e per coloro che non smettono di sognare nemmeno da grandi.

Il secondo libro è:

Titolo del libroViola Giramondo. Il re della magia

Il Cirque è approdato a Barcellona: Viola e il suo inseparabile amico Samir hanno già iniziato a esplorare
le sue mille stradine ricche di storie misteriose e segreti da scoprire. Appena entrano in una polverosa bottega piena di oggetti strani, vengono coinvolti in un’avventura nei sotterranei della città, alla ricerca del più importante libro di trucchi magici di tutti i tempi…


Nella seconda avventura che vede protagonista Viola ci troviamo a Barcellona, città esotica e vitale che fa da contorno ad una vicenda ricca di mistero e… magia!

Narra la leggenda che nel lontano Cinquecento l’illusionista catalano Jeronimo Torregrosa, senza eredi, nascose il suo preziosissimo libro di trucchi magici, il Praesto Digitus, in un luogo segreto della sua amata Barcellona, destinandolo così solo a chi, in futuro, fosse stato in grado di decifrare “due misteriosi” segni che si era premurato di lasciare al mondo…

Come avrete intuito da questo piccolo estratto la magia è protagonista indiscussa di questo libro! Rirtroviamo lo stile semplice e diretto dell’avventura precedente, gli stessi personaggi – autentici e ben delineati – e un generale clima di supporto, amicizia e affetto che rende la storia più credibile e genuina.

Una menzione speciale meritano le illustrazioni: bellissime e curate nei minimi particolari! Complimenti ai due autori : )


Per questo articolo è tutto… spero che tornare bambini insieme vi sia piaciuto *-*
Alla prossima,
Simona

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...