[Recensione] Il sentiero del bosco incantato – Rosamund Hodge

Buongiorno cari lettori,
come state? Io abbastanza meglio, ho passato gli ultimi giorni a casa in compagnia di un brutto virus, ma per fortuna ora mi sto riprendendo.
Oggi vi parlo di uno dei libri che aspettavo con più ansia di stringere tra le mani in questo 2016: Il sentiero del bosco incantato di Rosamund Hodge.

Risultati immagini per il sentiero del bosco incantatoAll’età di quindici anni, Rachelle era la migliore allieva di sua zia: aveva appreso le arti magiche e proteggeva il villaggio dalla magia nera. Ma la sua natura impavida la portò ad abbandonare il sentiero sicuro e a inoltrarsi nel bosco, per poter liberare una volta per tutte il suo mondo dalla minaccia dell’oscurità eterna. L’incontro proibito non diede i risultati sperati, e Rachelle fu costretta a fare una scelta terribile che la legò a quello stesso Male che aveva sperato di sconfiggere. Tre anni più tardi, Rachelle ha messo la sua vita al servizio del Regno, combattendo creature mortali nel vano tentativo di espiare la propria colpa. Quando il re le ordina di proteggere il figlio Armand, l’uomo che lei odia con tutta l’anima, Rachelle riesce a farsi aiutare proprio da lui a trovare la spada leggendaria che potrebbe salvarli. Insieme, i due compiranno un viaggio pericoloso attraverso l’opulenza e le insidie delle élite di corte, dove non possono fidarsi di nessuno. Inaspettatamente alleati, Rachelle e Armand scopriranno l’esistenza di pericolosi, giganteschi complotti e magia occulta… e un amore che potrebbe essere la loro rovina. All’interno di un palazzo maestoso costruito su ricchezze incredibili e segreti pericolosi, riuscirà Rachelle a fermare l’arrivo di una notte senza fine?


Questa storia inizia con notti infinite e foreste sconfinate; con due bambini orfani e due spade fatte di ossa rotte. Non è ancora finita.

Appena ho saputo che la Newton Compton avrebbe pubblicato un altro dei libri di Rosamund Hodge la mia felicità è stata incontenibile. Avevo già conosciuto ed apprezzato l’autrice grazie a Bellezza crudele e sapere che presto avrei potuto leggere qualcos’altro di suo mi ha resa felicissima. Il sentiero del bosco incantatoCrimson bound in inglese – è un romanzo stand alone che, a tutti gli effetti, si propone come retelling della fiaba di Cappuccetto rosso. Effettivamente ci sono alcuni elementi di somiglianza con la storia che tutti noi conosciamo, ma personalmente – tralasciando la centralità del bosco come elemento narrativo – non ho trovato altre forti analogie.

Risultati immagini per little red riding hood gif

Il sentiero del bosco incantato è una rivisitazione senz’altro dark che vede come protagonista una giovane donna forte e pericolosa. Rachelle Brinon, questo il suo nome, è una vincolata del re. Cosa significa? Significa che ha ricevuto un marchio da parte di uno dei figli della foresta ( le creature potenti e malvagie che popolano il bosco) e che ha ucciso qualcuno per poter sopravvivere, pentendosi successivamente e impegnandosi con il re per proteggere il popolo dalla medesima sorte.
In questo suo compito è affiancata dall’aitante e provocante Erec D’Anjou, pentito come lei e consigliere fidato del re. Erec è stato l’ancora di salvezza per Rachelle, perché l’ha addestrata, l’ha aiutata a combattere i demoni della foresta e le è stato sempre accanto. Erec è una figura ambigua, una di quelle che attraggono e al tempo stesso repellono. Non sai mai se è serio o fa finta, non sai mai se è sincero oppure sta imbrogliando. Rachelle ne è attratta, ma non riesce a fidarsi fino in fondo.
In un clima di generale scontento tra il popolo – che odia i vincolati del re, anche se sono proprio loro a difenderli – la corte e il sovrano fanno affidamento su Armand Vareilles, figlio bastardo del re e visto dal popolo come un vero e proprio santo. Le voci sul suo conto riferiscono che Armand è stato marchiato da un figlio della foresta, ma che – a differenza di tutti gli altri – sia riuscito a sopravvivere senza necessariamente uccidere qualcuno entro i tre giorni stabiliti, e che per punizione abbia perso entrambe le mani. Rachelle viene messa a guardia di Armand: il re teme che il figlio possa indurre la massa alla rivolta, quindi decide di tenerlo buono e di farlo scortare da Rachelle allo Chateau de la Lune, residenza estiva della corte.
La nostra protagonista, però, nel frattempo segue un’altra missione personale: deve trovare entro la fine dell’estate Joyeuse, una delle due spade che secondo la leggenda potrà uccidere il Divoratore.
Il Divoratore è il male allo stato puro: in passato, secoli e secoli addietro, ingoiò il sole e la luna gettando il mondo in un’oscurità perenne. I figli della foresta sono i suoi discepoli, coloro che attendono il suo ritorno per danzare e regnare nelle tenebre. In passato il principe Tyr e la principessa Zisa sconfissero il Divoratore, ma non lo uccisero del tutto. Riuscirono solo ad incatenarlo. Ora quelle catene stanno per sciogliersi e il Divoratore è pronto a tornare, per regnare incontrastato insieme ai suoi figli. Rachelle vuole fermare a tutti i costi il Divoratore, ma non può rivelare a nessuno la sua missione. Nessuno le crederebbe, oramai c’è la convinzione – perpetrata da un vescovo – che quelle che ruotano intorno al Divoratore siano solo leggende. Rachelle sa che non è così, glielo ha confidato anni prima il figlio della foresta che l’ha marchiata.

Risultati immagini per dark forest gifLeggere questo libro non è stata una passeggiata, ve lo garantisco. La storia è ingarbugliata, contorta, non sempre lineare. Molto spesso ho dovuto rileggere alcuni passaggi, perché poco chiari. L’autrice fornisce una quantità di informazioni a mio giudizio troppo numerosa, per il lettore stare dietro a tutto quello che succede, ai vari intrecci tra passato e presente e ai vari personaggi, non è facile ( o almeno per me non lo è stato).
Ho notato che questa caratteristica è propria dello stile dell’autrice, perché anche in Bellezza crudele c’erano dei passaggi poco chiari. Questo ha rallentato di molto la mia lettura che, nonostante sia stata comunque scorrevole, ha risentito delle varie soste tra un capitolo e l’altro.
Le figure maschili principali – Erec e Armand – sono costantemente avvolte dal mistero: fino alla fine non capirete chi è buono e chi no, chi mente e chi è sincero.
Rachelle si inquadra sin da subito: è forte, è determinata, è pronta a sacrificarsi per redimersi e per salvare l’umanità. Ci sono poi legami con la religione, la storia ha un forte impatto religioso. Si parla di bene e male, di peccato, di pentimento e di fede.
Indubbiamente le atmosfere dipinte dalla Hodge sono cariche di mistero e di inquietudine: la Grande Foresta è meravigliosamente descritta in tutto il suo cupo e misterioso potere e le scene raccontate dal punto di vista di Zisa sono inquietanti e, per certi versi, macabre.

Ho aspettato qualche giorno prima di recensire il libro, perché non riuscivo a farmi un’idea precisa. Ho provato sensazioni contrastanti, sono rimasta affascinata da tanti elementi, ma poco convinta da altri. Non credo di essere pienamente riuscita ad entrare in sintonia con lo stile di questa autrice, anche se i suoi libri – in un modo o nell’altro – continuano ad affascinarmi. Come giudizio finale mi sento di dare 3,5/5 stelline. Un libro nella media, godibile e ricco di mistero, ma con il quale non sono riuscita ad immedesimarmi fino in fondo.
Alla prossima,
Simona


Risultati immagini per il sentiero del bosco incantatoIl sentiero del bosco incantato – Rosamund Hodge
Newton Compton Editori, 352 p.
Traduzione di Stefania Martini
Genere Fantasy Young Adult
Copertina rigida, € 9,90
In vendita da Novembre 2016

Annunci

10 pensieri riguardo “[Recensione] Il sentiero del bosco incantato – Rosamund Hodge

    1. Allora, dipende. Se lo hai odiato per storia e personaggi potresti provare con questo, perché sono completamente diversi da quelli di bellezza crudele. Se invece hai odiato lo stile della scrittrice te lo sconsiglio, perché è praticamente identico al primo XD

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...