[Recensione] Quando l’amore nasce in libreria – Veronica Henry

Buongiorno lettori,
ben ritrovati al Salotto dei libri! Oggi parliamo di un romanzo dolce e struggente pubblicato da Garzanti lo scorso mese, un romanzo che si è fatto strada nel mio cuore di lettrice e lo ha conquistato. Sto parlando di Quando l’amore nasce in libreria di Veronica Henry.

quando-lamore-nasce-in-libreriaQuando l’amore nasce in libreria – Veronica Henry
Garzanti, 312 pagine
Collana: Narratori moderni
Genere: Narrativa
Traduzione di: Roberta Scarabelli
Cartonato con sovraccoperta, € 16.90
In vendita da: Febbraio 2017
In uno stretto vicolo di un minuscolo paesino vicino a Oxford si nasconde un posto speciale. È una piccola libreria, tutta di legno. Gli scaffali arrivano fino al soffitto e pile di libri occupano ogni angolo disponibile. Il suo nome è Nightingale Books ed è proprio qui che Emilia è cresciuta. Fra le pagine di Madame Bovary e una prima edizione di Emma di Jane Austen, Emilia ha imparato che i libri possono anche curare l’anima. È proprio questo che suo padre ha fatto per tutta la sua vita e ora è compito di Emilia: aiutare i suoi clienti grazie ai libri. Thomasina, timida e introversa, ha scoperto la cucina e l’amore attraverso i romanzi di Proust e i libri del cuoco Anthony Bourdain; Sarah, la proprietaria dell’antica villa di Peasebrook Manor, trova il suo unico conforto tra le righe di Anna Karenina; Jackson riesce a comunicare con suo figlio solo grazie al Piccolo principe. Perché per ogni dolore, per ogni dubbio, per ogni momento difficile esiste il libro giusto. Un libro che ti può salvare. Un libro che può farti trovare l’amore. Ma adesso la libreria è in pericolo. I conti proprio non tornano, i creditori stanno diventando pressanti e un uomo d’affari senza scrupoli vorrebbe costruire al suo posto degli appartamenti di lusso. La tentazione di vendere è enorme, ma Emilia deve tenere fede alla promessa che ha fatto al padre, deve lottare per la Nightingale Books. Deve continuare ad aiutare gli altri attraverso le pagine dei libri. Grazie alle parole di Camus, Salinger, Burgess e Kerouac, forse Emilia riuscirà a trovare la chiave per risolvere i suoi problemi. Manca solo quella per aprire il suo cuore. Quando l’amore nasce in libreria è stato il romanzo più amato dalle librerie indipendenti inglesi. Grazie a loro è subito salito ai vertici della Top Ten dei libri più venduti. Veronica Henry ci regala una storia sulla magia delle librerie e sul grande potere della lettura. Perché c’è un libro speciale per ognuno di noi. Per aiutarci a trovare una luce anche quando tutto sembra perso.


Per ognuno c’è un libro speciale
Io so dove trovarlo
Ti insegnerà ad aprire il tuo cuore

WhatsApp Image 2017-03-30 at 10.32.25.jpegI libri che parlano di libri – o di librerie – sono quelli che nel mio cuore rivestono un ruolo speciale, quelli che leggerei all’infinito perché riescono a scaldarmi e a coccolarmi come nient’altro. Con il romanzo di Veronica Henry è stato amore a prima vista e, complice la bellissima cover realizzata da Garzanti, ho subito capito che sarebbe stato mio.
La storia di Emilia è ricca di amore, di sentimenti, di tenerezza: la protagonista è nata e cresciuta a Peasebrook, un piccolo paesino nelle vicinanze di Oxford, ed è sempre rimasta accanto a suo padre, Julius, amante dei libri fin nel midollo e determinato a fare di questa sua passione un lavoro. Il coronamento del suo sogno è la Nightingale Books, la libreria di famiglia dove Emilia è cresciuta e dove – tra uno scaffale e l’altro – ha mosso i primi passi e poi è diventata donna.
Quando l’amore nasce in libreria è un romanzo che segna e insegna, che parla al cuore di chi legge e sottolinea l’importanza dei libri nella nostra vita. Come diceva Montesquieu “Non ho avuto mai un dolore che un’ora di lettura non abbia dissipato”: fate tesoro di questa frase, perché è, in un certo senso, la filosofia di vita di Julius. Il libraio di Peasebrook è amato da tutti, ogni abitante della città si rivolge a lui per trarre conforto e beneficio dai libri e la Nightingale Books diventa un vero e proprio punto di riferimento, colonna portante del piccolo paesino.
La morte di Julius colpisce profondamente tutti, in particolare sua figlia Emilia che si ritrova a dover fronteggiare la perdita della persona più importante della sua vita e a rilevare la libreria di famiglia che, purtroppo, non se la passa granché bene. Per una giovane donna come lei una situazione così gravosa è forse un peso troppo grande da sopportare, ma in suo aiuto arriveranno tutti i cittadini di Peasebrook, uniti nel dolore e determinati più che mai a salvare le sorti della libreria che per loro ha significato così tanto nel corso degli anni.
Quando l’amore nasce in libreria è un romanzo di buoni sentimenti, di amore per la cultura e per il prossimo, di fratellanza e di sani principi. Le qualità che ho riscontrato in questa lettura sono autentiche, mi sono sentita parte della grande famiglia di Peasebrook, ho gioito e pianto con ognuno dei personaggi e mi è sembrato come se l’autrice si rivolgesse direttamente a me, ho percepito moltissimo la sua presenza e la passione che ha messo nel delineare la storia e i suoi protagonisti. Il romanzo della Henry è, inoltre, una miniera d’oro per i lettori incalliti, per tutti coloro che sono perennemente alla ricerca di suggerimenti di lettura: i consigli letterari sono tantissimi e li scoprirete pagina dopo pagina. Mi sono segnata tanti titoli da acquistare (come se poi non ne avessi già abbastanza) e ho terminato la lettura con il sorriso sulle labbra e il cuore leggero, rinfrancata da una storia così bella e profonda, come poche se ne trovano ancora nello scenario editoriale attuale. Garzanti ci propone sempre letture di spessore e questa è l’ennesima prova di come questo editore sia attento e premuroso nei confronti dei suoi affezionati lettori. Questo romanzo è stato per me un vero e proprio toccasana, una boccata d’aria limpida e fresca, una coccola per l’anima e per il corpo. Veronica Henry ha uno stile di scrittura inconfondibile, genuino e privo di schemi, mi ha catturata sin dalle prime righe e non vedo l’ora di leggere altri suoi romanzi. Adoro scoprire autrici così valide e storie così belle, trovo che Quando l’amore nasce in libreria sia un romanzo adatto ad ogni tipo di pubblico, senza distinzioni, perché parla al cuore ed è animato da sentimenti puri. Avete bisogno di una lettura che lenisca i vostri dolori e addolcisca il vostro cuore? Avete bisogno di una lettura ricca di emozioni e fatta di legami sinceri? Avete bisogno di coraggio, di affetto, di forza e di speranza? Se la risposta ad almeno una di queste domanda è sì allora il romanzo della Henry fa al caso vostro ed io vi consiglio di leggerlo, perché vi farà bene, al corpo e allo spirito. Il mio voto è di 4/5.
Alla prossima,
Simona

Annunci

4 thoughts on “[Recensione] Quando l’amore nasce in libreria – Veronica Henry

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...