[Recensione] La sorella segreta – Tracy Buchanan

Buongiorno lettori,
come state? Io bene! Ultimamente ho letto tantissimo e, per mia fortuna, tutti i romanzi scelti si sono rivelati soddisfacenti. Tra questi, in particolare, spicca il nuovo libro di Tracy Buchanan, pubblicato da Newton Compton con il titolo La sorella segreta.

La sorella segretaLa sorella segreta – Tracy Buchanan
Newton Compton, 352 pagine
Collana: 3.0
Genere: Women’s Fiction
Cartonato con sovraccoperta, € 10.00
In vendita da: Aprile 2017

Willow è rimasta orfana a soli sette anni e da allora ha sempre vissuto con sua zia Hope, una donna molto riservata. I ricordi della sua infanzia, prima della tragica scomparsa dei genitori, sono solari e pieni di gioia. Non sa però cosa sia veramente successo a sua madre tanti anni prima, perché la zia non ne ha mai voluto parlare. Questa cortina di mistero crolla quando Willow riceve un misterioso invito per una mostra fotografica: quello che vede la mette di fronte a un segreto rimasto sepolto per molto tempo e la costringe a dubitare di tutto quello che pensava di sapere su sua madre e anche su sua zia. In che modo quell’enigmatico fotografo è collegato ai genitori di Willow? E perché Hope non le ha mai raccontato tutta la verità? La vita di Willow non può andare avanti senza risposte. Ma di chi si può veramente fidare?


E se il tuo passato fosse una bugia?
Quanti segreti e bugie possono annidarsi in ogni famiglia?
Ti ha mentito per tutta la vita… ora è il momento della verità

WhatsApp Image 2017-04-12 at 18.08.00I romanzi della collana 3.0 di Newton Compton mi piacciono sempre tantissimo e La sorella segreta di Tracy Buchanan non ha fatto eccezione. Quella che ci propone l’autrice inglese è una storia di ricordi e di dolore, fatta di segreti e bugie, di affetto e di legami che resistono nonostante il trascorrere del tempo. La vicenda si sviluppa tra passato e presente e uno degli aspetti su cui si focalizza è il rapporto madre-figlia. Nel presente conosciamo Willow, giovane esploratrice subacquea che durante l’ispezione della nave da crociera sulla quale sono morti i suoi genitori rinviene la borsetta appartenuta alla madre e, al suo interno, trova una collana misteriosa di cui non era a conoscenza. La ragazza cerca di chiedere spiegazione a sua zia, Hope, ma quest’ultima sembra restia a parlarne e questo non fa che alimentare i suoi dubbi: perché sulla collana sono incise le iniziali della madre e di un uomo che non è suo padre? Perché sua madre portava con sé quella collana? Parallelamente alla storia di Willow affrontiamo un viaggio nel passato e conosciamo Charity, Hope e Faith, tre sorelle diverse tra loro come il giorno e la notte, ma legate indissolubilmente da un affetto sincero. Il fascino della storia – oltre che nel sapiente intreccio che l’autrice è riuscita a creare – risiede nell’elemento che accomuna le tre sorelle più di ogni altro: le foreste sommerse. All’interno dei vari capitoli troverete moltissimi accenni a queste meraviglie della natura e vedrete come rivestiranno un ruolo centrale da un certo punto in avanti. Charity è la sorella che seguiamo più da vicino, colei che diventerà la madre di Willow, e tramite i suoi occhi riviviamo accadimenti dolorosi (che, per ovvie ragioni, non posso dirvi), amori tormentati, passioni che sembravano sopite e che invece sono più ardenti che mai.
La sorella segreta è un libro complesso dal punto di vista strutturale, i flashback sono continui, ma questo non risulta essere un problema per lo sviluppo della storia, che anzi è sempre comprensibile e fluidamente narrata. I protagonisti sono ben delineati, in particolare Charity che, a mio avviso, è il personaggio più riuscito dell’intero romanzo: ho amato il suo essere contraddittoria, le sue ombre, ma anche la sua fragilità. Ci troviamo di fronte ad una personalità complessa, affiancata da personaggi più o meno secondari altrettanto importanti e decisivi per gli sviluppi dell’intreccio. I colpi di scena non mancheranno, preparatevi a tutto, ve lo anticipo. Ho amato di più i capitoli ambientati nel passato rispetto a quelli del presente, non perché Willow non sia interessante, semplicemente però (a mio gusto) Charity ha qualcosa in più rispetto a tutti, la sua anima tormentata ha lasciato il segno dentro di me. Sono tanti i tipi di rapporto che l’autrice prende in considerazione, sicuramente uno dei più importanti è quello tra sorelle (spesso e volentieri mi sono commossa, non ve lo nego), ma anche la componente amorosa ha la sua parte – seppure non sia prevalente rispetto al resto. La sorella segreta è un libro ben dosato, tutti gli elementi si mescolano omogeneamente tra loro e il risultato finale è un romanzo godibile e serrato, fatto di emozioni e di riflessioni autentiche e di sentimenti altalenanti. Non sempre è rose e fiori, vedrete che i contrasti non mancano e che spesso molti dei personaggi compiono scelte discutibili. Io ho amato questo romanzo proprio per la molteplicità delle sue facce, per la sua dinamicità, per il suo saper offrire sempre un diverso punto d’osservazione. Lo consiglio? Ovviamente sì! Il mio voto è di 4/5 stelline.
Alla prossima,
Simona

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...