[Recensione] L’amore è un gioco pericoloso – Rachel Van Dyken

Buongiorno lettori e buon inizio settimana!
Oggi parliamo de L’amore è un gioco pericoloso, nuovo romanzo di Rachel van Dyken, autrice amatissima tra il pubblico italiano. Dopo le generalità lo scopriamo insieme nel dettaglio!

L'amore è un gioco pericolosoL’amore è un gioco pericoloso – Rachel Van Dyken
Editrice Nord, 342 pagine
Collana: Narrativa
Cartonato con sovraccoperta, € 16,90
In vendita da: Giugno 2017

Ian Hunter è un uomo che non si arrende. Quando ha dovuto rinunciare alla carriera di giocatore di football professionista a causa di un incidente, Ian non si è perso d’animo. È tornato al college, ha ricominciato a studiare e ha fondato la Wingmen Inc, un’agenzia che si offre di aiutare le persone a conquistare l’anima gemella. Non che Ian creda davvero nell’amore: per lui, le donne sono solo un divertimento. Sul lavoro, invece, è serissimo, al punto che la sua regola d’oro è «mai lasciarsi coinvolgere da una cliente». Ma tutte le sue certezze vanno in frantumi nel momento in cui incontra Blake. Sguardo innocente e sorriso disarmante, Blake è la classica brava ragazza da cui uno come Ian dovrebbe stare alla larga. Anche perché lei ha richiesto i servigi della Wingmen per farsi notare dall’uomo dei suoi sogni, che ovviamente è affascinante, responsabile e soprattutto fedele. Eppure, più tempo passa con Blake, più Ian si rende conto di quanto la sua esistenza sia vuota e superficiale; di quanto in fondo al cuore senta il bisogno di avere accanto qualcuno non solo per una notte, ma per sempre. Convincere una ragazza riservata e seria come Blake a dare una chance al più incallito don Giovanni della città non sarà un’impresa facile. Per fortuna, Ian Hunter è un uomo che non si arrende…


Regola numero uno: mai farsi coinvolgere da una cliente.
Pensavo fosse facile. Ma poi ho incontrato te…

Il nuovo romanzo della Van Dyken mi è piaciuto molto di più rispetto ai precedenti, molti dei quali non mi avevano affatto convinta. L’amore è un gioco pericoloso, invece, mi ha piacevolmente colpita, tanto più che l’ho terminato nel giro di un paio di giorni, complici sole, mare e meritato relax.
La storia segue le vicende di Ian Hunter, ex giocatore di football che, dopo un incidente che ha compromesso la sua carriera, decide di frequentare nuovamente il college e di fondare insieme al suo socio e amico Lex un’agenzia di aiuto e supporto per donne insicure e timide. Lo scopo della Wingmen Inc, questo il nome dell’azienda, è proprio quello di aiutare ragazze in difficoltà ad acquisire maggiore sicurezza e a conquistare l’uomo dei loro sogni. Ovviamente l’agenzia si fonda su contratti e clausole ben precisi, sia da parte delle clienti che da parte dei fondatori. Ian, infatti, non intrattiene mai rapporti personali con le ragazze che prende in carico, si limita a svolgere al meglio il suo lavoro e a interrompere ogni tipo di contatto dopo averlo portato a termine.
La vita, però, è pronta a giocargli un tiro inaspettato.
Tra le clienti si imbatte in Blake, nuova coinquilina della sua amica d’infanzia Gabi, una ragazza maschiaccio che si nasconde sotto strati di felpe giganti e indossa sempre delle ciabatte orrende. Tra Ian e Blake è antipatia a prima vista, i due si punzecchiano, si provocano, si stuzzicano. Il protagonista cerca di sfoderare il suo innegabile fascino da eterno Don Giovanni sulla bella brunetta, ma quest’ultima sembra essere, a differenza della quasi totalità del popolo femminile, immune alla bellezza dell’ex playmaker. Immaginate lo stupore di Ian quando si ritrova ad un incontro di lavoro con Blake – stupore reciproco, perché la ragazza non sospettava minimamente che dietro la Wingmen Inc potesse celarsi proprio lui.
Da questo momento in poi la storia si accende e si movimenta, i personaggi regalano al lettore emozioni e divertimento, adrenalina e scintille. La scrittura della Van Dyken è sempre sul pezzo, l’autrice riesce a mantenere alta l’attenzione del lettore per tutta la durata della storia e lo fa servendosi di una prosa fluida e colloquiale, corrispondente in tutto e per tutto ad atteggiamenti e modi di fare di giovani adulti al college.
Ian e Blake sono una coppia da urlo, mi sono piaciuti moltissimo entrambi e ho trovato una forte chimica tra di loro, nonostante l’apparente astio iniziale. Adoro le storie in cui i protagonisti battibeccano e si stuzzicano prima di cadere tra le rispettive braccia, era oramai parecchio tempo che non mi dedicavo ad una lettura simile e devo dire che mi è servito per staccare e per riscoprire il piacere che libri di questo tipo, quando ben scritti, sanno ancora trasmettermi. Un altro punto a favore dell’autrice sono i personaggi secondari, Lex e Gabi, ben strutturati e inseriti all’interno del contesto – sono sicura che il sequel del romanzo parlerà proprio di loro, altra coppia scoppiettante da cui mi aspetto fuoco e fiamme.
L’amore è un gioco pericoloso è, in conclusione, un romanzo d’intrattenimento ben scritto e coinvolgente, ideale per chi è alla ricerca di una lettura d’evasione spassosa e piccante con cui trascorrere qualche giornata di mare e di relax. Il mio voto è di 4/5 stelline.
Alla prossima,
Simona

Annunci

One thought on “[Recensione] L’amore è un gioco pericoloso – Rachel Van Dyken

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...