[Recensione] La settima pietra – Guido Sgardoli

Buongiorno lettori e bentornati al Salotto dei Libri!
Chiudiamo la settimana con la recensione ad un bellissimo libro per ragazzi Made in Italy. Sto parlando di The Stone. La settima pietra di Guido Sgardoli, pubblicazione recentissima in casa Piemme.

SgardoliThe stone. La settima pietra – Guido Sgardoli
Edizioni Piemme, 552 pagine
Genere: Fantasy Young Adult
Collana: Freeway
Copertina rigida, € 18.00
In vendita da: Settembre 2017

A Levermoir, una piccola isola al largo della costa irlandese, tutti si conoscono e la vita sembra scorrere uguale a se stessa da sempre. Liam abita con un padre assente, ha perso da poco la madre e sta cercando di rimettere insieme i pezzi della propria vita. Ma il misterioso suicidio del vecchio farista dà l’avvio a una serie di macabri episodi che trasformeranno profondamente l’isola. Sotto il faro a cui si è impiccato il signor Corry, Liam trova una pietra con delle strane incisioni, simile a quella che la madre aveva nascosto nella serra. Quando scopre che le due pietre, se accostate, diventano una cosa sola, condivide lo stupore con i suoi amici di sempre, Midrius e Dotty. Nel frattempo fatti tragici si susseguono senza tregua: morti sospette, incendi, sparizioni, incidenti stradali, e in ogni occasione fa la sua comparsa un frammento di quella pietra che sembra esercitare un oscuro potere sulla mente delle persone. E Liam si chiede quale sia il suo ruolo in questo disegno del destino.


«Accadono cose qui sull’isola, ultimamente.»
«Che genere di cose?» domandò Conner.
«Cose brutte.»
Lui annuì. «Hai ragione. Però le cose brutte accadono ovunque, non solo qui. È la vita, Liam, i luoghi non c’entrano.»
Ancora non lo sapevo ma avrei scoperto presto che Conner si sbagliava.

Con The Stone. La settima pietra, Guido Sgardoli si impone nel panorama editoriale della letteratura per ragazzi in maniera decisiva ed incisiva, regalando ai suoi giovani (e meno giovani) lettori una storia appassionante e carica di adrenalina, all’insegna del mistero, della collaborazione e dell’amicizia. Nel suo nuovissimo romanzo, infatti, non mancano di certo azione e dinamicità, entrambi elementi predominanti nell’intera narrazione, a cui l’autore, però, non dimentica di affiancare momenti di calma e di riflessione. L’ingrediente vincente di questo romanzo risiede proprio qui, nella sua doppia natura: se da un lato Sgardoli ci intrattiene servendosi di scene d’azione, di scoperte e di innumerevoli avventure, dall’altro sa anche come spingerci alla riflessione e al ragionamento logico, ponendo dinnanzi a noi enigmi da risolvere e misteri da svelare. A livello narrativo The Stone è un romanzo formidabile, determinante nella buona formazione di un giovane lettore e nel suo conseguente avvicinamento al fantastico mondo della lettura. Perché, fondamentalmente, per avventurarsi nei meandri della letteratura e, nella fattispecie, della narrativa per ragazzi, tutto ciò che occorre è un buon romanzo di partenza, capace di scatenare la fantasia e di creare la giusta continuità. E quale migliore libro, se non questo, per diventare lettori appassionati? The Stone è il romanzo ideale per ogni adolescente, per tutti coloro che hanno sete di avventura e non hanno paura dell’ignoto. I protagonisti di questa storia sono dei ragazzi coraggiosi e curiosi, spesso testardi e, ancora, desiderosi di seguire il proprio istinto. Nella piccola isola di Levermoir ultimamente si sono verificati degli strani eventi, culminati con il suicidio del vecchio custode del faro, il signor Corry. Accanto al corpo dell’uomo è stata ritrovata una misteriosa pietra, molto simile per dimensioni e forma a quella ritrovata accanto al corpo della madre del protagonista, Liam, deceduta in seguito ad un incidente. Il giovane e i suoi amici – altrettanto curiosi e impavidi – decidono di indagare sugli strani oggetti rivenuti vicino ai corpi delle vittime e non è tutto, perché a Levermoir continuano a susseguirsi misteriose sparizioni e incidenti di ogni tipo. A cosa sono legate queste misteriose morti? C’entrano per caso le strane pietre comparse magicamente dal nulla? Tra un colpo di scena e l’altro Guido Sgardoli ci spalanca le porte di un mondo meraviglioso e inquietante, fatto di atmosfere cupe, di personaggi ambigui e bizzarri, di magia e di mistero. The Stone si fa portavoce di un tipo di letteratura che cattura mente e cuore, che coinvolge tanto l’adolescente quanto l’adulto navigato, che mixa sapientemente un pizzico di horror all’avventura e rende dunque l’intera narrazione più movimentata ed interessante. A coronare questo quadro leggermente gotico e stravagante non manca uno stile adeguato e frizzante, sempre sul pezzo e mai inopportuno. Buona la costruzione psicologica dei personaggi, così come l’incastro tra le varie componenti della trama – che, vi ricordo, è fittamente intrecciata. Un romanzo, dunque, che si fa apprezzare e si legge tutto d’un fiato, che trascina con sé misteri e inquietudini e che raggiunge picchi di suspense altissimi. Consigliato! Il mio voto è di 4/5 stelline. Alla prossima,
Simona

 

Annunci

Un pensiero riguardo “[Recensione] La settima pietra – Guido Sgardoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...