Conosciamo meglio… Eleonora Gaggero!

Buongiorno lettori e bentornati al Salotto dei Libri!!
Lunedì, qui sul blog, è andata online la recensione a Se è con te, sempre romanzo d’esordio della giovanissima Eleonora Gaggero ( potete leggere QUI cosa ne penso). Oggi invece vi propongo l’intervista che ho avuto il piacere di fare all’autrice, una ragazza dalle mille passioni e dai grandi obiettivi. Conosciamola meglio insieme!

Eleonora Gaggero
Credits: @Andrea Ciccalè 

1) Ciao Eleonora e benvenuta nel mio Salotto dei Libri. Raccontaci qualcosa di te: Cosa ami fare nel tempo libero? Quali sono i tuoi hobby preferiti??

Ciao!! Grazie a te per avermi concesso questo piccolo spazio! Beh adoro guardare serie tv ( da poco ho scoperto Netflix ) ma specialmente rintanarmi sotto le coperte e leggere un bel libro!  Ovviamente come tutti i ragazzi della mia età mi piace uscire con i miei amici, anche se ora che mi sto trasferendo a Roma cambieranno un po’ di cose.

 

 

 

 

2) Tutti noi ti conosciamo come uno dei volti più famosi della serie Disney Alex&Co. Ti va di parlarci di questa esperienza?? Cosa ha significato per te e come è cambiata la tua vita grazie ad essa?

È stata l’esperienza con cui sono cresciuta, non mi ricordo quasi la mia vita prima di Alex and co.! Ho conosciuto persone fantastiche e che porterò nel cuore per tutta la vita. Sicuramente la mia vita è cambiata molto da prima di questa avventura, ma senza dubbio in meglio.

3) Se è con te, sempre è il tuo romanzo d’esordio e ti faccio i miei complimenti per il grande traguardo e per la storia che hai confezionato, che trovo molto fresca ed attuale. Come è nata l’idea di questo libro? Quanto della tua esperienza personale ha influito nella stesura della storia di Effy?

Ho letto la recensione e sono davvero entusiasta che ti sia piaciuto!! Beh devi sapere che mi è sempre piaciuto scrivere, e appena mi si è presentata davanti l’opportunità non puoi immaginare la mia felicità! Una delle prime cose che ho pensato appunto è stata di non fare una storia troppo lontana dal mio mondo, ma una cosa che in parte ho vissuto e che conosco bene, cioè il mondo delle arti.

4) Parliamo ora proprio di lei, della grintosa protagonista dai capelli rosa. Ti rivedi in lei? Condividete le stesse ambizioni?? 

Devo dire che io e Effy ci assomigliamo molto, ho voluto dare al suo personaggio molta autoironia che penso sia fondamentale per un personaggio della sua età. È molto sensibile come me, e crede molto nelle amicizie. E nell’amore. Sinceramente ho messo un po’ di me anche in Stella, che nonostante nel libro lei ed Effy siano quasi opposte hanno molti lati simili.

5) Ogni capitolo del romanzo si apre con una canzone dedicata (tutte molto belle, aggiungo). Quanto, la musica, fa parte della tua vita? Che rapporto hai con lei e qual è il tuo cantante preferito?

Io amo la musica, sto perennemente con le cuffiette nelle orecchie (infatti temo di rimanere sorda da un momento all’altro) e ormai come tutti gli adolescenti è parte integrante della mia vita. Cantanti preferiti… sinceramente ne ho due, Ed Sheeran e Harry Styles. Sarebbe impossibile scegliere tra loro due.

6) I personaggi di Se è con te, sempre hanno tutti una personalità ben precisa e un caratterino niente male. Ti sei ispirata a qualcuno di tua conoscenza mentre li delineavi, o è tutto frutto della tua immaginazione?

Mi sono ispirata un po’ a dei caratteri che conosco e invece altri ho pensato a molti personaggi delle serie tv. Per farti un esempio, James l’ho immaginato molto simile a Damon di The Vampire Diaries, siccome penso sia uno dei personaggi scritti meglio delle serie tv.

7) Hai qualche progetto in cantiere? Se sì, ti va di svelarci qualcosa a proposito? 

Allora a breve usciranno una serie tv sulla Rai (Scomparsa) e un film al cinema scritto e diretto da Federico Moccia.  Mi piacerebbe molto scrivere anche il sequel del mio romanzo e chissà , magari fare anche un film del primo.

8) Mentre leggevo il tuo romanzo è stato inevitabile richiamare alla mente High School Musical, film che negli anni della mia adolescenza mi ha letteralmente fatta impazzire. Anche tu, mentre scrivevi, hai immaginato di rivivere quelle atmosfere – o, se non proprio quelle, le atmosfere di un musical che ti è piaciuto particolarmente?

Ho voluto dare al libro un’impronta molto cinematografica , per dare al lettore la sensazione di vedere un film mentre legge le righe del libro, per questo anche la scelta delle canzoni.

9) Grazie per essere stata con noi e in bocca al lupo per la tua carriera. E’stato un piacere averti qui! 

È stato un piacere anche per me!

Annunci

[Recensione] Se è con te, sempre – Eleonora Gaggero

Buongiorno lettori e bentornati al Salotto dei Libri!
Inauguriamo la settimana con la recensione ad un libro che mi ha piacevolmente sorpresa e che ho trovato ricco di bei messaggi e di valori. Sto parlando di Se è con te, sempre, esordio nel mondo dell’editoria della giovanissima Eleonora Gaggero. Siete pronti a scoprirlo insieme?

Se è con te sempre.jpgSe è con te, sempre – Eleonora Gaggero
Fabbri Editori, 210 pagine
Collana: Narrativa
Genere: Young Adult
Copertina rigida, € 16.00
In vendita da: Settembre 2017

Effy ha un sogno: diventare attrice. E questa per lei è un’estate speciale, perché il suo desiderio potrebbe avverarsi: parteciperà a un campus esclusivo, che forma i giovani talenti e mette in palio un viaggio a Los Angeles. Tra i ragazzi che sono riusciti a essere ammessi la rivalità è accesa, ma a unirli ci sono passione e talento. E così nascono amicizie fortissime, come quella che lega Effy a Stella, ballerina delicata e introversa, e al dolcissimo Alessandro, cantante dalla voce travolgente. Con lui Effy sente subito di avere qualcosa in comune, qualcosa di molto profondo. Ma James, bello e dannato, sembra non perdere occasione per stuzzicarla e farle intravedere, sotto la corazza da duro, un ragazzo per cui è impossibile non perdere la testa… Le giornate sono faticose: lezioni serrate, professori esigenti, scontri e batticuori. Ed Effy deve fare i conti anche con i segreti che si celano nella sua infanzia. Ma sarà il suo passato a ritrovarla, proprio al campus, e a rimettere insieme i pezzi del suo cuore spezzato, dandole la forza di realizzare il suo sogno.


Una scuola per giovani talenti.
Una ragazza con il sogno di fare l’attrice
e due ragazzi che le fanno battere il cuore…

Eleonora Gaggero
Credits: @Andrea Ciccalè

Chi, come me, è cresciuto a pane e High School Musical non potrà rimanere indifferente di fronte a questo nuovo, freschissimo romanzo made in Italy. A farci rivivere le atmosfere di uno dei musical più amati dello scorso decennio è la giovane Eleonora Gaggero, star della serie Disney Alex&Co amata da grandi e piccini. Se è con te, sempre è un romanzo che funziona grazie alla sua freschezza e all’argomento trattato: I protagonisti della storia, infatti, sono degli adolescenti con il sogno di sfondare nel campo della musica, della danza, della recitazione. Effy, aspirante attrice dai capelli rosa, viene ammessa ad un esclusivo campus estivo che offre ai partecipanti la possibilità di vincere un viaggio a Los Angeles, grande opportunità per il futuro dei ragazzi e per la loro carriera. Eleonora Gaggero ci trasporta con semplicità e grande spirito all’interno della vita del campus, facendoci vivere le emozioni e i contrasti che caratterizzano gli anni dell’adolescenza. Tra amicizie e rivalità, batticuori e inaspettate rivelazioni, Effy e i suoi amici ci intrattengono e ci fanno emozionare e, soprattutto, ci regalano ore di spensieratezza. Sapete perché questo libro è riuscito a fare breccia nel mio cuore? Perché è autentico, naturale, parla direttamente al lettore e lo fa tramite gli occhi di una ragazza che potrebbe essere chiunque di noi e che, come noi, coltiva sogni e ambizioni. Ho apprezzato inoltre lo stile narrativo dell’autrice la quale, pur essendo giovanissima e alle prime armi, è riuscita a creare personaggi accattivanti e situazioni movimentate, completando il tutto con una colonna sonora composta da canzoni belle ed intense che bene si adattano ai fatti raccontati. Effy è un personaggio positivo in cui tutte le ragazze potranno riconoscere un modello da seguire: è tenace e lotta per ciò in cui crede, è onesta e generosa, forte e fragile al tempo stesso. Se è con te, sempre è il romanzo perfetto per ogni adolescente che desidera avvicinarsi al mondo della lettura, è uno di quei libri che avrei voluto leggere durante quegli anni fatti di tumulti e tempeste, dove si cerca disperatamente di trovare la propria identità e il proprio posto nel mondo. Credo che il lavoro fatto su questo libro sia ricco di positività e valori, l’autrice invita i giovani a non mollare, a lottare per ciò in cui si crede e a coltivare amicizie e rapporti umani. La vita non è priva di ostacoli e difficoltà, ma con le persone giuste accanto ogni paura si ridimensiona e tutto, anche un esame di danza apparentemente impossibile, diventa meno spaventoso. Promuovo a pieni voti questo libro, nonostante non sia perfetto è un romanzo autentico che arriva dritto al cuore e questo, lettori cari, è l’importante, non trovate? Apprezzo il desiderio di questa giovane ragazza di mettersi in gioco, di parlare ai suoi coetanei fornendo un esempio di coraggio e di passione, che è l’ingrediente essenziale per vivere la vita senza rimpianti. Eleonora mi ha convinta, per questo non posso non dare al suo romanzo d’esordio 4.5/5 stelline. Alla prossima,
Simona


Prima di salutarci vi lascio qui sotto le tappe del tour che vedrà l’autrice impegnata in tutta Italia per la promozione del libro. Le date sono le seguenti:

07/09/2017 – Ore 15,30 – La Feltrinelli di Genova /FIRMACOPIE
08/09/2017  – Ore 16,00 – Circolo dei lettori di Torino
09/09/2017 – Ore 16,00 – Mondadori Piazza Vanvitelli di Napoli /FIRMACOPIE     10/09/2017 – Ore 16,00 – CC. Porta di Roma / FIRMACOPIE
12/09/2017 – Ore 16,30 – Libreria Ubik di Frosinone /FIRMACOPIE
16/09/2017 – Ore 16,00 – Mondadori Bookstore, P.zza Insurrezione 3, Padova /FIRMACOPIE
17/09/2017 – Ore 16,00 –  Mondadori Megastore, via M. D’Azeglio 34/a, Bologna   /FIRMACOPIE
24/09/2017 – Ore 15,30 – GAMES WEEK – Fuori salone – Mondadori Duomo    /FIRMACOPIE
07/10/2017 – Orario da definire – Libreria Teatro Caffeina di Viterbo
19/11/2017 – Ore 15.00 – CUNEO presso Scrittorincittà                   

 

[Recensione] Wonder Woman. Warbringer – Leigh Bardugo

Buongiorno lettori e bentornati al Salotto dei Libri!
Oggi, dopo tre giorni intensi trascorsi nella magnifica città di Venezia, torno da voi con la recensione ad un libro che mi è piaciuto davvero tantissimo. Sto parlando di Wonder Woman – Warbringer, romanzo pubblicato dalla Fabbri Editori e scritto dalla bravissima Leigh Bardugo. Come potete intuire dal titolo la storia segue le vicende di una delle eroine più amate di sempre, Wonder Woman. Siete pronti a conoscerla meglio?

wonder woman warbringer.pngWonder Woman. Warbringer – Leigh Bardugo
Fabbri Editori, 464 pagine
Collana: Narrativa
Genere: Fantasy young adult
Traduzione di: Maria Concetta Scotto di Santillo
Cartonato con sovraccoperta, € 19.00
In vendita da: Agosto 2017

Diana è una giovane principessa amazzone e vive su un’isola sperduta, protetta da quanto accade lontano da Themyscira, la sua casa. Alia è una ricca ragazza newyorkese, orfana di due famosi biologi. Due mondi agli antipodi, due vite completamente diverse… almeno fino a quando la nave di Alia naufraga proprio sulle coste amazzoni, e Diana la salva. Presto sull’isola iniziano a scatenarsi tempeste e terremoti e una strana febbre si diffonde tra le sue abitanti, spingendo Diana a consultare l’Oracolo. La sua rivelazione è sconcertante: Alia non è una giovane qualunque, bensì una Warbringer, ovvero l’erede della stirpe di Elena di Troia destinata a portare guerra e distruzione. Ucciderla o purificarla, queste sono le uniche alternative per salvare il pianeta. Prima come improbabili alleate e poi come amiche, le due ragazze si troveranno costrette loro malgrado a unire le forze e ad affrontare insieme nemici potenti e persino divinità antiche, nel tentativo di liberare Alia da questo terribile destino. E con lei il mondo intero.


Sorella in battaglia,
sarà la tua lama e il tuo scudo. Finché respiro, i tuoi nemici non avranno scampo. Finché vivo, la tua causa sarà la mia.

Wonder Woman è l’eroina per eccellenza, colei che ha accompagnato i sogni e l’infanzia di milioni di bambini (e, soprattutto, di bambine). In questo corposo romanzo abbiamo l’occasione di conoscerla più da vicino, di ammirare tramite i suoi occhi la magnificenza di Themyscira, l’isola greca nella quale risiede insieme alle amazzoni, sue sorelle da sempre e per sempre. Diana, questo il nome della nostra protagonista, è la figlia di Ippolita, regina delle amazzoni, ed è anche l’unica a non essersi guadagnata un posto tra le fila delle guerriere immortali. A differenza delle sue sorelle, infatti, Diana è un’amazzone per diritto di nascita ed è anche colei che erediterà il ruolo di regina dell’isola. Un compito arduo e non privo di ostacoli, come avremo modo di scoprire nel corso della lettura. Diana è una giovane guerriera alta e statuaria, ha una folta chioma di capelli neri ed è curiosa e intrepida al punto tale da mettere a rischio il suo popolo e l’isola in cui vive. Durante una gara di corsa, infatti, la giovane vede una goletta esplodere nel mare al confine con il mondo dei mortali e sente il grido di una ragazza, probabilmente sopravvissuta all’incidente. Senza pensarci su due volte Diana si getta in mare per soccorrere la sconosciuta, ed è in quel momento che tutto viene messo in discussione, che gli equilibri si spezzano e che la vicenda entra nel vivo. Diana soccorre Alia, una giovane mortale portatrice di guerra e di sofferenza. Tutto questo, però, Alia non lo sa e ovviamente non dipende da lei, ma dal sangue che le scorre nelle vene – il sangue di Elena di Troia, la prima Warbringer della storia dell’umanità. Diana e Alia decidono di intraprendere un’avventura per salvare non solo la vita di quest’ultima, ma addirittura le sorti del mondo intero. Quella che era partita come una coppia improbabile – l’amazzone immortale e la portatrice di guerra – diventa un duo affiatato e ben assortito, al quale progressivamente si aggiungono personaggi secondari mordaci e coraggiosi. Le avventure del gruppo di giovani eroi sono spassose e pericolose, le battaglie e i nemici sono dietro ogni angolo e la prudenza non è mai troppa. Accanto ai nemici mortali subentrano anche divinità antiche appartenenti alla mitologia greca, determinate più che mai a portare scompiglio e guerra nel mondo.

Ma su, venite più vicini a me nella mischia, perché vediate
quanto vigore si levi in cuore alle Amazzoni.
Anche la mia stirpe è guerriera.

Quinto di Smirne, Il seguito dell’Iliade

Wonder Woman è un romanzo affascinante che riesce a mescolare sapientemente i miti e le leggende con il progresso e la tecnologia, creando un mix irresistibile tra passato e presente. Diana e i suoi amici mortali provengono da mondi diversi, regolati da leggi diverse, ma questo non costituisce un ostacolo nel loro rapporto, che si evolve pagina dopo pagina fino a diventare una vera e propria amicizia. Ogni personaggio di questo romanzo è importante ai fini della narrazione e da ognuno di loro abbiamo qualcosa da imparare. Tenete gli occhi aperti, perché l’effetto sorpresa è dietro l’angolo e ci sarà più di un colpo di scena. Leigh Bardugo ha saputo dosare alla perfezione dialoghi, descrizioni e scene di lotta e il risultato finale è una storia che convince e funziona, che cattura l’attenzione e stabilisce un legame tra lettore e personaggi.
Come in ogni romanzo fantasy che si rispetti, anche in questo caso assistiamo alla lotta tra male e bene, tra forze opposte che combattono per obiettivi differenti. L’autrice pone all’attenzione del lettore tematiche attuali – come ad esempio la guerra – e le inserisce in un contesto fittizio fatto di divinità indulgenti, o al contrario, malevole, che interferiscono con le volontà degli uomini e che spesso decidono di abbandonare i loro regni per intervenire sulla scacchiera del  mondo dei mortali. Leggere Wonder Woman è come ripercorrere, per certi versi, alcuni passi dei grandi poemi greci – ad esempio l’Iliade – e riviverli sotto un’altra forma altrettanto avvincente e movimentata. Ogni personaggio lascia traccia di sé e ognuno di loro viene rappresentato nelle tante sfumature che caratterizzano l’essere umano – o, nel caso di Diana, l’essere immortale che sceglie di immolarsi per un bene superiore. L’amazzone guerriera rappresenta il sacrificio, il desiderio di combattere per qualcosa di più grande, il coraggio di mollare il proprio porto sicuro e di mettersi in gioco, consapevole di correre il rischio di perdere tutto. Diana è l’eroina per eccellenza, il bene incarnato nel corpo agile e snello di una guerriera intrepida che cerca il proprio posto nel mondo. Sì, perché se è vero che Diana agisce per il bene dell’umanità, alla base delle sue scelte c’è anche la volontà – più o meno inconsapevole – di riscattarsi nei confronti delle sue sorelle e di guadagnarsi a pieno titolo un posto tra le amazzoni. E’innegabile che Diana agisca anche mossa da questo desiderio, e come darle torto? Tutti siamo alla ricerca del nostro posto nel mondo, tutti cerchiamo di affermare la nostra identità e soprattutto, in quanto esseri umani, aneliamo all’accettazione da parte del prossimo. Diana è intrepida ed altruista, ma mostra la sua debolezza agendo anche egoisticamente, prendendo la missione del salvataggio di Alia e del mondo come obiettivo per dimostrare alle sue sorelle di essere alla loro altezza. Questa sua debolezza la rende umana, la pone al nostro livello e al livello dei suoi compagni di viaggio, i fratelli e le sorelle che si è scelta nel momento in cui ha deciso di imbarcarsi in questa avventura.
Wonder Woman è un libro che vale la pena di essere letto, soprattutto se amate questa eroina e avete voglia di conoscerla meglio. Recentemente è uscito nelle sale cinematografiche anche il film dedicato alla nostra Diana, quindi recuperate anche quello per completare l’insieme. Il mio voto finale è di 4/5 stelline.
Alla prossima,
Simona

[Recensione] Again – Consuelo Ielo

Buongiorno lettori e bentornati al Salotto dei Libri!!
Dopo aver trascorso tre giorni senza connessione sono finalmente tornata – la lontananza dal blog è stata molto dolorosa, non vedevo l’ora di ricominciare a scrivere articoli, credetemi. Riprendiamo le attività parlando di uno degli ultimi libri che ho letto, Again di Consuelo Ielo, un romanzo young adult pubblicato inizialmente su Wattpad dall’autrice e, in seguito, portato in libreria dalla Fabbri Editori.

AgainAgain – Consuelo Ielo
Fabbri Editori, 336 pagine
Collana: Narrativa
Genere: Young Adult
Cartonato con sovraccoperta, € 16,90
In vendita da: Aprile 2017

Quando la madre si trasferisce in Cina per lavoro, Rachel, diciassette anni, è costretta a tornare a vivere nel paese della sua infanzia con il padre, che non vede da molto tempo e con il quale ha interrotto ogni rapporto. E per lei, introversa e “asociale” per sua stessa ammissione, affrontare questo cambiamento non è affatto semplice, soprattutto perché sa che a scuola incontrerà Logan, il suo ex migliore amico, e Connor, il suo primo amore. Barcamenandosi tra lezioni, feste disastrose, nuove e inaspettate amicizie, i dispetti della popolarissima Isabelle e le liti con papà, Rachel dovrà riuscire nell’impresa di sopravvivere all’ultimo anno del liceo. E lasciare che il cuore prenda per lei la decisione più difficile: lasciarsi conquistare dal ribelle e imprevedibile Connor o scegliere il dolce e premuroso Logan?


Vincitore del premio Wattpad STORIE DA DIVORARE

ielocard1.pngAgain aspettava il suo turno sullo scaffale da Aprile, era lì che mi guardava e mi diceva: Quando ti deciderai a leggermi?? Ho preferito aspettare l’estate per approcciarmi a quella che, secondo me, si sarebbe rivelata una storia leggera e d’evasione, perfetta per il periodo. L’attesa ha confermato l’idea che mi ero fatta, perché Again è il libro ideale da portare in spiaggia e da divorare sotto il sole, è un libro fresco e d’intrattenimento, è un libro che una volta iniziato si fatica a mettere giù. Questo dipende senza dubbio dallo stile dell’autrice, che riesce sempre a catturare l’attenzione del lettore, e dalla storia narrata, genere che si presta benissimo alla scorrevolezza e all’intrattenimento.
Quella di Again probabilmente è una trama già sentita: Rachel, la giovane protagonista, è costretta a vivere per 6 mesi con il padre che non vede da anni perché sua madre è stata selezionata per uno stage lavorativo in Cina e quindi deve trasferirsi. Per Rachel tornare nella cittadina della sua infanzia è un vero e proprio trauma, lì – anni prima – è successo quello che la ragazza chiama il Fatto, un evento per lei e per la sua giovane età sconvolgente e che ha cambiato di molto la sua vita. Tornare a casa dal padre significa quindi tornare a Connor, Logan e Isabelle, tre persone che Rachel sperava di non incrociare mai più sulla sua strada. Invece la vita è imprevedibile e, vedrete, ha in serbo per la giovane protagonista molte sorprese e molte prove da superare. Riuscirà Rachel a lasciare il passato alle spalle? Tornerà ad avere fiducia?
ielocard2.pngAgain è un romanzo dove i cliché non mancano, questo va premesso, ci troviamo davanti a schemi già noti, come triangoli amorosi, scherzi malevoli e angherie da parte della reginetta della scuola, i due ragazzi più popolari che si contendono la fanciulla indifesa. Questi elementi ci sono ed è impossibile non citarli, perché rappresentano il fulcro intorno al quale ruota l’intera vicenda. Quello che però aggiungo è che l”autrice, pur avendo narrato una storia che potremmo definire già sentita, è stata bravissima nello sviluppare in maniera originale e imprevedibile i personaggi, degli adolescenti che spesso sbagliano e spesso agiscono secondo l’impulso, spesso ancora affogano la propria personalità per essere accettati dalla società, spesso ancora sono vittime di bullismo (come Sanne, una delle amiche di Rachel). A differenza di molti libri simili, Again è riuscito a convincermi proprio perché a fare la differenza è stata l’autrice, con la sua penna così fluida e la semplicità con la quale ci ha resi partecipi della tumultuosa vita di adolescenti che devono capire bene chi sono e dove vogliono andare. A fare da contorno alle vicende amorose di Rachel troviamo altri argomenti interessanti e per nulla banali, come il bullismo o i problemi famigliari – Consuelo Ielo ci fa capire come spesso si nasconda del marcio proprio laddove tutto sembra essere circondato da una patina di perfezione, ci mostra come spesso è la società a determinare chi dobbiamo essere o frequentare e che, a volte, i genitori proprio non riescono a comprendere i desideri dei figli, accecati dal proprio ego ipertrofico e dalla sete di potere. Again è un libro dove i ragazzi sbagliano e imparano dai propri errori, è un libro che lancia un bel messaggio senza voler fare la morale, è un libro che a me, onestamente, è piaciuto e di cui sono curiosa di leggere il seguito. Ho amato molto Rachel, la protagonista, ragazza dal carattere forte (molto più di quanto lei stessa possa immaginare) che dovrà decidere se affidarsi alla testa o al cuore; I protagonisti maschili, invece, mi hanno convinta un po’ meno, perché entrambi sono riusciti a instillare in me solo dubbi. I loro comportamenti sono ambigui e spesso fastidiosi, spero in un riscatto nel secondo capitolo della serie. Si, perché se non lo aveste capito, io sto aspettando di potermi tuffare tra le pagine di un romanzo della Ielo ancora. Again. Il mio voto è di 3.5/5 stelline
Alla prossima,
Simona

 

[Recensione] Io sono buio – Kiersten White

Buongiorno lettori,
buon Lunedì a tutti voi! Come avete trascorso il weekend? Io sono stata alla fiera Più libri più liberi qui a Roma e devo dire che mi è piaciuta molto (a fine serata ero distrutta, ma ne è decisamente valsa la pena). Ve ne parlerò in un articolo dedicato nei prossimi giorni : )
Oggi invece chiacchieriamo insieme di un libro dal potenziale enorme che, spero, verrà sfruttato meglio nei capitoli successivi della saga. Nello specifico sto parlando di Io sono buio di Kiersten White, pubblicato il mese scorso da Fabbri Editori.

2d624-71zesmrtoalUna principessa non dovrebbe essere brutale. Ma Lada, figlia di Vlad Dracul, è diversa da ogni altra: affamata di potere fin da piccola, preferisce la lotta e i coltelli alle bambole. L’esatto contrario del fratello Radu, dolce, bellissimo e delicato come un bocciolo di rosa. Quando i due vengono lasciati in ostaggio dal padre, ancora bambini, al sultano dell’Impero Ottomano – prigionieri di un sovrano crudele e sottomessi a una cultura completamente diversa dalla propria – Lada inizia a progettare la sua spietata vendetta. Mentre la ragazza si prepara a combattere, il figlio del sultano Mehmed si mette tra lei e il fratello, spingendoli a diventare rivali. E in questo triangolo avvelenato forze potenti tendono gli animi: desideri di riscatto, gelosie tremende e un’ambizione sfrenata. Avvolta in un vortice di passioni turbinose, Lada si troverà di fronte alla scelta più difficile: portare a termine il suo piano o arrendersi all’unico nemico che forse non è in grado di sconfiggere, l’amore.


15409914_10206022578523434_1141573257_oIniziamo subito con una dovuta premessa: se pensate di leggere un fantasy vi sbagliate di grosso, perché questo libro non si può certamente ricondurre a tale genere. Direi piuttosto che ci troviamo davanti ad un romanzo di narrativa storica dove elementi puramente fittizi sono mescolati ad altri attinenti alla realtà. Esempio ne è la presenza dell’impero ottomano e della sua posizione di supremazia rispetto ai regni confinanti durante la seconda metà del 1400. La storia segue prevalentemente le vicende di Ladislav Draculesti, figlia primogenita del voivoda di Valacchia, Vlad Dracul. Quest’ultimo, purtroppo, si rivelerà essere un personaggio totalmente privo di spessore all’interno del romanzo, una figura totalmente distante da quella misteriosa e ferina dipinta da Stoker nel suo celebre capolavoro. Colei che da senso e colore a tutto il romanzo è Lada, temeraria e battagliera sin dalla tenera età e determinata più che mai a rivendicare la sua appartenenza alla Valacchia, terra in cui è nata e cresciuta fino ad un certo punto della sua vita. Accanto a lei troviamo coprotagonisti che, per quanto ben caratterizzati, non reggono il confronto: da una parte c’è il fratello minore, Radu, che ho trovato intrigante e perspicace, anche se talvolta non sono riuscita a comprendere a pieno le sue scelte; dall’altra parte c’è Mehmed, figlio del sultano ottomano Murad, amico di infanzia dei fratelli Draculesti e, per una concatenazione di eventi, erede al trono. Mehmed è un personaggio carismatico, non sempre ha dimostrato di possedere la stoffa del leader e questo lo ha reso più credibile ai miei occhi, perché onestamente di personaggi perfetti che sanno sempre quello che dire o fare ne ho incontrati fin troppi. In Mehmed invece ho riscontrato elementi di originalità e questo è un punto che va sicuramente a favore dell’autrice.
Io sono buio è un romanzo articolato e complesso, costituito da sovrastrutture narrative che donano profondità alla storia: la trama infatti non si sviluppa solamente attorno a Lada, ma a capitoli alterni vediamo i vari scenari e le varie situazioni anche dal punto di vista di Radu. Non ho particolarmente apprezzato la scelta di narrare la storia in terza persona, perché in molte occasioni mi sarebbe piaciuto entrare nella mente di Lada o di Radu e vivere i loro pensieri senza filtri. Questo tipo di narrazione, in questo caso, mi ha impedito anche di instaurare il giusto feeling con i personaggi, perché per quanto lo stile dell’autrice sia senza alcun dubbio interessante purtroppo mi è mancata quella scintilla in più. Con ciò non voglio dire che Io sono buio non sia un buon prodotto, ma semplicemente non si è rivelato fino in fondo all’altezza delle mie aspettative.io-sono-buio-photo
A suo favore ci sono molti elementi, primo fra tutti una prosa scorrevole e fluida supportata poi da una protagonista sopra le righe e indimenticabile. Lada è il vero punto di forza di questo romanzo ed è davvero unica. Ha un carattere impetuoso, è una guerriera e non teme di gettarsi nella mischia. Verrà messa a capo di un contingente di giannizzeri (soldati ottomani) e saprà battersi con onore, anche più di un uomo. Lada non ha avuto un’infanzia felice, il suo amore per il padre non è mai stato ricambiato e le sue speranze sono state disattese più di una volta. Mi è piaciuto il suo legame con il fratello, anche se non aspettatevi il classico rapporto che solitamente troviamo nei libri. Lada e Radu si respingono e si allontanano più di una volta, soprattutto dopo che succederà qualcosa (cosa dovrete scoprirlo voi). Le scene di lotta sono ben descritte e le ho trovate avvincenti, così come ho apprezzato lo spazio che l’autrice ha dato alla componente romance, che c’è ma è decisamente secondaria rispetto ad altri elementi. Lada non è un personaggio facilmente incline a smancerie, ma qualcosa in lei ad un certo punto cambia e ne potremo apprezzare anche il lato più fragile e umano.
Nel complesso Io sono buio è un libro che mi è piaciuto, mi ha intrattenuta e legata a sé per molti pomeriggi e non vedo l’ora di leggerne il seguito. Molto bella la cover (anche se per certi versi fuorviante, visto che il libro non è un fantasy).
Complessivamente il mio giudizio finale è di 3.5/5. Spero vivamente che l’immenso potenziale della trama verrà sfruttato e sviluppato al meglio nei capitoli successivi.
Alla prossima,
Simona