[Blogtour] Cuore puro di Jennifer L.Armentrout – Recensione

Buongiorno carissimi lettori,
bentrovati al Salotto dei libri!! Oggi sono qui per parlarvi di  un libro che ho amato alla follia, un libro che avrei voluto continuasse per sempre e che invece, purtroppo, è finito dopo solamente 390 pagine. Tra me e Cuore puro di Jennifer L.Armentrout è scattata la scintilla sin da subito e non so proprio come farò a resistere fino a Marzo per leggerne il seguito ( facciamo che non ci penso e mi risparmio parecchia sofferenza XD).

Essere destinata a diventare una specie di fonte di energia soprannaturale non è esattamente quello che Alexandria sognava nella vita. Neanche se i suoi poteri servono a Seth, l’Apollyon, il più potente dei Mezzosangue, nonché… la sua ombra. Seth non la lascia un momento: la segue durante gli allenamenti, l’aspetta alla fine delle lezioni, compare persino nella sua camera da letto. È vero che la sua presenza ha anche degli effetti benefici – per esempio, con lui accanto Alex non ha più gli incubi terribili del tragico confronto con la madre – ma non ha alcuna influenza sui sentimenti fortissimi e proibiti che prova per il Puro Aiden… e nemmeno su ciò che lui è disposto a fare, e a sacrificare, per lei. Quando i daimon penetrano nel Covenant e attaccano gli studenti, gli dei inviano le Furie, divinità minori determinate a distruggere ogni pericolo per la scuola, incluso l’Apollyon e… Alex. E come se avere a che fare con un’orda di mostri dell’etere non fosse abbastanza, un’altra misteriosa minaccia incombe su di loro: qualcosa, o qualcuno, vuole neutralizzare Seth, anche se questo significa rendere schiava Alex o addirittura ucciderla. Ma quando ci sono di mezzo gli dei, semplicemente alcune decisioni non possono essere cambiate. Per nessun motivo.


Vi ricordate della mia recensione – non particolarmente entusiasta – del primo libro?
Bene, dimenticatela. Con Cuore puro Jennifer Armentrout si è riscattata del tutto, facendo balzare questa serie in cima alla lista delle mie preferite di sempre.
Gli elementi per decretare la Covenant Series come una delle saghe più interessanti sul panorama editoriale ci sono tutti: personaggi credibili e ben strutturati, dinamiche interessanti a livello narrativo, uno stile accattivante che ti tiene sul pezzo e ti spinge a divorare le pagine. Cara Jennifer, ti sei superata.
A differenza del primo libro – molto più introduttivo e statico – Cuore puro è ricco di azione e colpi di scena e mai, credetemi, vi farà annoiare.
Ritroviamo la nostra Alexandria alle prese con i duri allenamenti del Covenant: nel primo libro avevamo scoperto la sua duplice natura di Mezzosangue/Apollyon, avevamo visto il suo avvicinamento (proibito) ad Aiden e i suoi battibecchi con Seth, l’Apollyon ufficiale con il quale sin da subito la nostra protagonista ha sentito una connessione inspiegabile.
La storia è più dinamica e più frizzante e veniamo catapultati nuovamente nella frenetica vita del Covenant: allenamenti, discussioni e ribellioni di Alex, un amore che cresce forte nonostante tutto e tutti e un altro legame, apparentemente dovuto a ragioni già stabilite, che si consolida e fa emozionare.

Risultati immagini per covenant series armentroutIn Cuore puro ho amato particolarmente la figura di Seth: conosciamo dei lati di lui diversi, lo vediamo approcciarsi ad Alex in maniera protettiva ( e non solo per via della connessione tra di loro). Seth ha un carattere particolare, ama scherzare e punzecchiare, adora le battute sconce e, diciamolo, anche cambiare letto ogni sera. Ma quello che c’è tra lui ed Alex va ben oltre le apparenze. Ho scoperto un lato di lui più profondo, ho adorato il modo in cui ha protetto Alex in più di un’occasione e anche il suo modo di starle accanto.

Dall’altra parte c’è Aiden, il Puro che ha conquistato il cuore della nostra eroina e che, anche se non può e non vuole ammetterlo, prova esattamente le stesse cose. Aiden in questo libro mi ha tolto il fiato, mi ha fatta emozionare e commuovere svariate volte ( si, cara Jennifer, sei veramente brava a far sciogliere i cuori delle tue lettrici). I suoi comportamenti sono sempre dettati dall’autocontrollo: Aiden sa a cosa andrebbero incontro lui ed Alex se il Consiglio si accorgesse del legame che hanno instaurato e così, contro la sua volontà e soffrendo come un cane, decide di rinunciare a lei, pur rimanendole accanto e proteggendola quando necessario (quindi, considerando il temperamento e la capacità di cacciarsi nei guai di Alex, molto spesso XD). Aiden è un personaggio meraviglioso, il ragazzo che tutte sognano di avere accanto. Ho percepito un’intensità indescrivibile leggendo le scene tra lui ed Alex, e spesso ho avuto le “farfalle alla pancia” in senso letterale. Avete presente quando vi innamorate e sentite quella strana sensazione allo stomaco? Ecco, è ciò che provato io leggendo Cuore puro.

In tutto ciò metteteci un Consiglio di puri capitanato da un Ministro ostile ai Mezzosangue (e ad Alex in particolare), daimon che attaccano studenti Mezzosangue e che si sono spinti oltre i confini del Covenant, combattimenti spietati e perdite dolorose e avrete un quadro più generale di tutto ciò che la Armentrout è riuscita a concentrare in 390 pagine.

In Cuore puro accade di tutto, non c’è un capitolo in cui tirerete un sospiro di sollievo, perché anche nei momenti più tranquilli succede qualcosa. Che sia una riflessione, una battuta tra Seth e Alex, l’intervento della Vecchia Piperi, una semplice gita allo zoo… tutto vi lascerà qualcosa, vi farà sentire parte della storia. Quando ho girato l’ultima pagina sul mio kindle mi sono sentita sola. Il primo pensiero è stato: E adesso? Come faccio senza Alex, Seth, Aiden?

Sono in trepidazione, sto già facendo il conto alla rovescia per Marzo e al momento mi sembra che dovranno passare anni e anni, invece che qualche mese. E pensare che il primo libro nemmeno mi aveva fatta impazzire… sono felicissima di aver dato un’opportunità a Cuore puro, penso sia una delle scelte più azzeccate, in fatto di libri, che io abbia fatto in questi ultimi mesi. La storia accattivante è affiancata da uno stile impeccabile e da una traduzione perfetta, che è riuscita a rendere la profondità di quanto accaduto in ogni pagina.

Libri così belli dovrebbero essere scritti più spesso, fidatevi!
Non posso non consigliarvelo e, se non avete particolarmente amato Tra due mondi, non preoccupatevi: Cuore puro saprà conquistarvi e riempirvi di dubbi.
Aiden o Seth? Seth o Aiden? Cara Alexandria, non vorrei mai essere al tuo posto… o forse sì?? 😛

Il mio voto è di 5/5.
Alla prossima,
Simona


Non perdetevi le altre recensioni del libro che usciranno oggi su 5 bellissimi blog che, come me, hanno partecipato al blogtour. Qui sotto vi lascio il calendario di tutte le tappe (andate a sbirciare anche i post pubblicati dalle ragazze nei giorni scorsi, sono tutti bellissimi!).



Cuore puro – Jennifer L.Armentrout
Harper Collins Italia, 380 p.
Serie: Covenant Series #2
Traduzione di: Alice Casarini
Cartonato con sovraccoperta, € 16.00
In vendita da: Novembre 2016

Pubblicità

[Recensione] Proteggimi – Maya Banks

Buongiorno lettori,
come state? Qui tutto procede per il meglio, non posso assolutamente lamentarmi : )
Oggi vi parlo di un libro che, purtroppo, non mi ha affatto convinta. Si tratta di Proteggimi di Maya Banks, primo volume della Slow Burn Series pubblicato da Harper Collins Italia.
Le premesse per una buona storia c’erano, la trama mi aveva catturata sin da subito, ma purtroppo le mie aspettative sono state disattese. Continuate a leggere per scoprire perché!

Proteggimi di [Banks, Maya]Quando la sorella di Caleb, rampollo della potente e ricca dinastia dei Devereaux viene rapita, lui ha una sola soluzione: chiedere l’aiuto dell’unica donna in grado di risolvere questo tipo di situazione. La cosa non gli piace affatto, ma non ha altra scelta. Ramie è una bellissima sensitiva, che riesce a mettersi in contatto con le vittime e a localizzarle “sentendo” il loro dolore, ma questo le costa sempre molta fatica e un grande dispendio di energie fisiche ma soprattutto psicologiche. Aiutare l’attraente, impaziente e invincibile Caleb a trovare sua sorella la sta portando sull’orlo della distruzione. I pensieri ad alto tasso erotico dell’uomo l’attraggono come un magnete. Per questo Ramie decide che è meglio andare il più lontano possibile da lui. Per Caleb questo è un duro colpo, ma quando pensa di averla persa per sempre, Ramie riappare improvvisamente. Lei è in pericolo e ha bisogno del suo aiuto. Ora Caleb è finalmente disposto a rischiare tutto ciò che ha, anche il suo cuore, pur di salvarla.


Encefalogramma piatto.
Si, avete capito bene. Questo libro è piatto dall’inizio alla fine. Non succede niente di interessante e, anche nelle scene più dinamiche non ho percepito assolutamente nulla. Purtroppo non mi hanno emozionato ne i personaggi, ne la storia, ne lo stile dell’autrice per cui immaginate la mia delusione dopo aver girato l’ultima pagina. Le premesse mi intrigavano tantissimo: una storia con elementi paranormali, thriller e mistery sembrava proprio il genere di libro per cui avrei potuto seriamente perdere la testa. Invece il vuoto.
Parliamo della protagonista, Ramie St. Claire: questa ragazza ha un “dono” ( o un fardello, dipende dai punti di vista) riesce a mettersi in contatto con le vittime di violenze, rapimenti, aggressioni e quant’altro e a localizzarle. L’operazione di immedesimazione non è affatto facile per Ramie, perché ogni volta è come se anche lei venisse torturata o violentata, poiché entra in piena sintonia con la vittima e ne percepisce il dolore in tutto e per tutto. Il primo incontro tra Ramie e Caleb non è dei più felici: la sorella del ricco rampollo è stata rapita e Ramie è l’unica che può localizzarla. Caleb costringe la ragazza ad afferrare un foulard appartenuto alla sorella e da quel momento Ramie si ritrova coinvolta nella mente di Tori, ma anche in quella del suo feroce e psicopatico persecutore.
La trama purtroppo è caotica, debole e poco chiara: vengono accennate delle cose che poi vengono abbandonate strada facendo e c’è poco ordine anche per quanto riguarda il succedersi dei fatti. Dopo un anno dal tragico incontro tra Caleb e Ramie, quest’ultima chiama il ricco ereditiere per farsi portare in salvo. Il persecutore di Tori infatti è sulle sue tracce, ha stabilito una connessione mentale con lei e sta cercando in ogni modo di farla fuori. Ramie viene portata nella casa super blindata di Caleb e si trova davanti un muro di ostinazione da parte dei fratelli di lui, Quinn e Beau, oltre che da Tori – la sorella rapita che è stata tratta in salvo un anno prima. Tutto quello che succede da qui in poi è un’accozzaglia di eventi che lasciano il tempo che trovano: la super squadra di Caleb non riesce a trovare un modo per fermare l’assassino che continua a perseguitare psicologicamente Ramie, e quest’ultima non si sente sicura nemmeno dentro casa del suo salvatore. La maggior parte dei dialoghi tra i due è un botta e risposta circa la situazione della ragazza, la volontà di Caleb di proteggerla, il timore di Ramie di essere un peso e bla bla bla. Buona parte del libro è sfiancante dal punto di vista psicologico, perché credetemi dopo pagine e pagine che si ripetono uguali a distanza di un capitolo, vi sentirete sfiniti. Risultati immagini per trash italiano tina non ce la faccio proprio
Ho trovato lei noiosa e lui, se possibile, ancora peggio. Purtroppo non salvo nemmeno uno dei personaggi incontrati in questo libro, perché nessuno ha saputo trasmettermi niente. I fratelli di lui sono delle comparse sbiadite sullo sfondo che ogni tanto si imbronciano e ogni tanto si impietosiscono; i collaboratori di Caleb – Eliza e Dane – sono citati più volte, ma di loro conosciamo ben poco, quindi affezionarcisi è impossibile.
L’alchimia tra i due protagonisti è pressappoco inesistente e le scene di sesso sono scialbe e poco sentite. Insomma, Proteggimi per me è un no grande quanto una casa.
Una storia del genere aveva un bel potenziale, ma purtroppo l’autrice non ha saputo sfruttarlo al meglio. Sicuramente procederò con la lettura della serie – confido in un miglioramento nel secondo libro – ma come esordio decisamente non ci siamo.
Il mio voto è di 2/5.
Alla prossima,
Simona


La Slow Burn Series è così composta:

  • Keep me safe ( Proteggimi) – Pubblicato in Italia a Ottobre 2017
  • In his keeping ( Tienimi ) – Verrà pubblicato in Italia a Gennaio 2017
  • Safe at last – Data di pubblicazione ancora da stabilire
  • With every breath – Data di pubblicazione ancora da stabilire
  • Just one touch – Data di pubblicazione ancora da stabilire

Proteggimi di [Banks, Maya]Proteggimi, Maya Banks
Harper Collins Italia, 331 p.
Serie: Slow Burn #1
Traduzione di: Alessandra De Angelis
Copertina flessibile, € 14,90 
In vendita da Ottobre 2016

 

[Recensione] La musica del nostro amore – Kristen Proby

Buongiorno lettori e ben ritrovati!!
Il libro di cui parliamo oggi è un contemporary romance fresco di stampa, pubblicato lo scorso 13 Ottobre da Harper Collins Italia e primo libro di una serie che sembra avere tutte le carte in regola per conquistare i cuori delle lettrici italiane. Sto parlando de ” La musica del nostro amore” di Kristen Proby, autrice già nota al pubblico italiano grazie alla Newton Compton, che per ora ha pubblicato i primi due libri della With me series.

Seduction sta diventando il ristorante più frequentato di tutta Portland e Addison Wade è fiera di potersi prendere la sua parte di merito. Insieme alle sue quattro socie ha tutto l’interesse a far sì che il locale sia un successo ed è convinta che il modo migliore per attirare nuovi clienti sia offrire loro musica dal vivo. Il nome su cui puntare potrebbe essere Jake Keller. È vero che l’ex rockstar è fuori dal giro da qualche anno, ma la sua fama di artista è ancora intatta, e a quella di cattivo soggetto non ha mai smesso di lavorarci. Addie decide di rischiare, pur sapendo che non sarà facile gestirlo. Lavorare a stretto contatto con un tipo così carismatico e imprevedibile metterà a dura prova il suo autocontrollo, anche perché lei ha sempre avuto un debole per il magnetico musicista. Ma Jake ha un dono raro per la musica, e la buona riuscita di Seduction ha la precedenza su tutto. Così Addie chiude gli occhi, fa un bel respiro e sceglie di ascoltare il proprio cuore…


Addison Wade è la proprietaria del Seduction, un ristorante aperto da poco nel centro di Portland che sta conquistando il pubblico per l’ottima cucina e per l’accoglienza impeccabile. Accanto a lei ci sono le sue quattro migliori amiche – nonchè comproprietarie del locale – Kat, Cami, Mia e Riley. Questo romanzo è un vero e proprio inno all’amicizia femminile – e all’amicizia in generale – ed è stato bello entrare a far parte di questo esilarante quintetto di donne fantastiche. La storia che ci narra la Proby è divertente e arriva a toccare le corde più sensibili del nostro cuore, il tutto sempre mantenendo un’impronta stilistica fresca e sostenuta. Le pagine scorrono letteralmente una dietro l’altra, i capitoli si susseguono incalzanti ed è davvero difficile mettere da parte la lettura per dedicarsi ad altro. La Proby ci porta nel mondo di Addison e Jake – il bel musicista protagonista della storia – a trecentosessanta gradi, raccontandoci la loro tormentata storia d’amore a capitoli alterni: Addison prima e Jake poi si mettono a nudo per noi lettori, invitandoci a curiosare nelle loro anime e nelle loro vite disastrate.
Addie è sfortunata in amore: pur essendo una donna bellissima, con un grande cervello e un carattere deciso e sicuro incontra solo uomini che la illudono e la tradiscono. Ho apprezzato molto questo personaggio perché si è fatta conoscere nelle sue zone di luce e in quelle d’ombra, donandosi senza riserve. Addison è una di quelle protagoniste che non si piangono addosso, che cercano sempre di reagire ed uscire a testa alta da qualsiasi situazione.
Jake è un ex rockstar che da circa cinque anni ha appeso la chitarra al chiodo ed è passato dall’altro lato del palcoscenico, diventando produttore discografico assieme al suo amico ed ex componente degli Hard Knox, Max. Suonare di fronte ad un pubblico però gli manca ogni giorno di più e proprio per questo decide di candidarsi come solista per il weekend al Seduction (che sta cercando un musicista per le serate dal vivo nel fine settimana).
Jake rappresenta per certi versi lo stereotipo della rockstar: viene da un passato turbolento e non proprio semplice, non si è mai innamorato e si è divertito per molto tempo a passare da un letto ad un altro senza troppi complimenti. Dopo un terribile incidente che ha visto coinvolta Christina, la sua migliore amica, Jake ha deciso di ritirarsi dalla scena e di cambiare vita. Ho molto apprezzato la cura con cui l’autrice si è dedicata a costruire la psicologia di questo personaggio, che a mio avviso è il più riuscito dell’intero romanzo.
La musica del nostro amore è un libro che scalda, che coccola, che intrattiene e coinvolge senza tanti giri di parole. Mi è piaciuta moltissimo l’alchimia tra Addie e Jake, il loro cercarsi e poi respingersi, la naturalezza con cui si sono lasciati andare e si sono trovati. Come vi dicevo sopra l’autrice ha messo in rilievo non solo la bellissima storia d’amore tra i due protagonisti, ma anche la fitta rete di relazioni con i personaggi secondari. Le amiche di Addison sono un vero e proprio spasso, vi confesso che vorrei avere un team del genere al mio fianco anche io! E come non parlare poi del rapporto uomo-donna di Jake e Christina? Finalmente qualcuno che non ha timore di sostenere che l’amicizia tra uomo e donna possa esistere! Insomma, questo libro mi è piaciuto davvero tantissimo! Ne ho apprezzato le sfumature, l’intensità, l’alternarsi di sentimenti contrastanti. Non sempre tutto è filato liscio, ma ognuno di loro – compreso il barista che fa da comparsa per poche pagine – ci ha messo il cuore.
Altra protagonista che devo citare è lei, la musica. C’è sempre, ed accompagna Jake per tutto il romanzo. Mi piacciono tantissimo le storie che ruotano attorno ad essa e ritrovare tra le righe riferimenti a canzoni che adoro – come ad esempio Thinking out loud di Ed Sheeran – mi aiuta a visualizzare meglio alcune scene e ad apprezzarle maggiormente.
La componente sessuale è presente, ma non prende il sopravvento sul resto della storia.
Consiglio la lettura a chi cerca un romanzo semplice, diretto, coinvolgente e ricco di emozioni! Il mio voto è di 4/5.
Alla prossima,
Simona


La Fusion series per ora è composta da:

  • Listen to me ( La musica del nostro amore) – Pubblicato ad Ottobre 2016
  • Close to you ( Troppo vicino al cuore) – Sarà pubblicato in Italia a Maggio 2017
  • Blush for me – Verrà pubblicato in America a Marzo 2017.

Ogni libro avrà per protagonista una delle cinque socie del Seduction. Nel primo libro abbiamo conosciuto Addison, nel secondo conosceremo meglio Cami – la contabile del gruppo. I libri possono essere letti separatamente, tuttavia suggerisco di leggerli in ordine.


La musica del nostro amore, Kristen Proby
Harper Collins, 331 p.
Traduzione di: Vera Sarzano
Serie: Fusion #1
Copertina rigida, € 14,90
In vendita da Ottobre 2016

[Recensione] L’ingrediente segreto – Susan Wiggs

Buon pomeriggio lettrici e lettori!
Come ve la passate in questo Venerdì di pioggia? Io sono avvolta da sciarpe e sciarpette varie, ho la pancia piena e sono più che pronta per parlarvi del prequel di un libro che uscirà il 13 Ottobre per Harper Collins Italia ( Parole, ricordi e sciroppo d’acero) e che non vedo l’ora di leggere.
Il prequel si intitola L’ingrediente segreto e potete trovarlo su Amazon a soli 0.99 Euro.

L'ingrediente segreto di [Wiggs, Susan]Annie ha un’unica grande passione: la cucina. Per lei il cibo è una forma d’arte e di aggregazione tra le persone. Ma ogni piatto che si rispetti ha un ingrediente speciale che rende quella ricetta unica. Anche la vita ha bisogno dell’ingrediente chiave per essere veramente perfetta e forse Annie lo ha trovato in Martin, chef che si mantiene vendendo i suoi manicaretti per le strade di New York, ma che per lei ha tutti i requisiti giusti per diventare il nuovo guru della cucina e sicuramente il nuovo custode del suo cuore.


Ho letteralmente divorato questo bellissimo e suggestivo libro che, in poche pagine, è riuscito a trasportarmi in un altro luogo, in un paesino del Vermont ricco di paesaggi da sogno dove la vita è semplice e si apprezzano molto di più le sfumature di ogni cosa. Immergermi nella lettura di questo prequel è stata davvero una delle esperienze più appaganti degli ultimi giorni e non vedo l’ora – date le entusiasmanti premesse – di leggere il libro e di avventurarmi con ancora più slancio nella vita di Annie Rush, l’ambiziosa e tenace protagonista della storia.
Annie è nata e cresciuta a Switchback, paesino del Vermont dove da generazioni la sua famiglia gestisce l’azienda produttrice di sciroppo d’acero più rinomata della zona. La ragazza ha trascorso la sua infanzia immersa tra i sapori e i profumi della cucina di sua nonna Anastasia e l’amore per il cibo è cresciuto e si è sviluppato insieme a lei. Il cibo, la tradizione, i sapori e gli odori fanno parte del bagaglio culturale di Annie, anche se alcune scelte l’hanno spinta ad allontanarsi dalla sua terra d’origine. Annie si è infatti trasferita a Los Angeles per coltivare gli studi e una laurea presso uno dei college più prestigiosi d’America l’ha portata a sviluppare un programma di cucina tutto suo. Per lei è come veder realizzato il sogno di una vita intera, soprattutto se ripensa ai pomeriggi che passava con la nonna davanti alla televisione in compagnia dei primi programmi culinari. Ad Annie piacerebbe molto trovarsi al di là della telecamera, perché ha un dono speciale per la cucina e vorrebbe far conoscere al pubblico le ricette ideate dalla sua defunta nonna. Un produttore la giudica però inadatta ad affiancare come co-conduttrice l’avvenente e talentuoso chef scovato proprio da Annie per le strade di New York, Martin.
La storia prende vita quando la produzione e i protagonisti del programma, che si chiama L’ingrediente chiave, si mettono in viaggio in direzione del Vermont – dove la famiglia di Annie ha acconsentito ad ospitare alcune puntate dello show all’interno dell’azienda. Per Annie è una grande soddisfazione tornare a casa portando con sé il frutto di anni ed anni di lavoro e oltretutto non vede l’ora di rivedere i luoghi della sua infanzia.
L’autrice ci racconta in modo poetico e dolce le emozioni, i pensieri, i ricordi di questa giovane donna. Incontriamo fugacemente Fletcher, vecchio e unico amore il cui ricordo brucia ancora e capiamo che non tutto è archiviato nel passato come sembra. Annie al momento è fidanzata con lo chef Martin, ma quando rivede la sua vecchia fiamma qualcosa torna a crepitare in lei. Insomma in questo breve e intenso prequel l’autrice predispone alcuni elementi che ci fanno riflettere e azzardare ipotesi su quanto leggeremo nel libro vero e proprio. Personalmente ho amato L’ingrediente segreto, sono riuscita sin da subito ad entrare in sintonia con Annie, con la sua vita, con il suo mondo e il suo lavoro. Adoro le storie in cui ai sentimenti vengono mescolati gli odori e i sapori, in cui vengono inserite delle ricette sfiziose e gustose ( in questo prequel ne trovate ben due).
Promuovo a pieni voti lo stile e l’eleganza dell’autrice, che in poche pagine è riuscita a creare la giusta atmosfera e la giusta dose di suspense in attesa del libro definitivo.
Susan Wiggs scrive in un modo delicato e gentile, parla dritta al cuore ed è in grado di far emozionare anche con poche e semplici parole. Non vedo l’ora di immergermi tra le pagine di  Parole, ricordi e sciroppo d’acero. Non vedo l’ora di conoscere meglio Annie, Martin, Fletcher e la famiglia Rush.
Un prequel consigliato dunque se cercate una lettura dolce e avvolgente come una colata di sciroppo d’acero. Unica avvertenza: finisce troppo in fretta! Dopo aver letto la conclusione che la Wiggs ha dato a questo prequel capirete come mi sento.
Il mio voto è di 4.5/5.
Alla prossima,
Simona

[Recensione] La verità nei tuoi occhi – Chelsea Cameron

Buongiorno lettori,
ma davvero siamo già a Mercoledì? Non so a voi, ma a me le settimane volano. Tra i mille impegni e il lavoro le giornate scorrono via una dietro l’altra e insieme a loro anche le letture. Nei giorni scorsi ho avuto modo di riflettere a lungo circa le sensazioni che una delle ultime letture mi ha lasciato: da un lato, di positivo c’è sicuramente lo stile accattivante dell’autrice; dall’altro c’è una trama che non è riuscita a convincermi al 100% e da cui mi sarei aspettata qualcosina di più.
Procediamo però con ordine: il libro in questione è La verità nei tuoi occhi di Chelsea Cameron, volume conclusivo della duologia Behind your back  inaugurata con Le bugie del nostro amore – entrambi pubblicati da Harper Collins Italia.

Risultati immagini per La verità nei tuoi occhiSylas, o dovrei chiamarlo Quinn, mi ha sottovalutato. Per lui sono solo Saige, la dolce ragazza dai capelli rossi e dagli occhi verdi. Però, ammettiamolo, anche io ho fatto lo stesso, non credevo che fosse così in gamba a circuire le persone. Siamo entrambi molto bravi in ciò che facciamo – mentire, agire sotto copertura – e insieme siamo una bomba, nessuno è in grado di fermarci. Ma devo stare all’erta. Sino a ora ho recitato una parte e ho fatto di Sylas ciò che volevo, ma ora il gioco è finito e so per certo che lui non è tipo da prendere il tradimento alla leggera. Dovrò guardarmi le spalle… ma anche preservare il mio cuore, che di mentire non ne vuole proprio sapere.

ghirigoro

In questo secondo libro ritroviamo i due protagonisti che abbiamo conosciuto e apprezzato ne Le bugie del nostro amore. A differenza del primo libro però questo è narrato dal punto di vista di Saige – la ragazza dai capelli rosso fuoco che è riuscita ampiamente a dimostrarci di essere dotata degli attributi necessari per tenere testa agli uomini. In particolare, se avete letto il primo libro, ricorderete tutti del finale esilarante con cui la Cameron ci aveva congedati, per cui come me sicuramente avrete aspettato impazientemente questo benedetto epilogo. Devo ammettere però che le mie aspettative sono state deluse e vi spiego subito il perché. Innanzitutto ho trovato Sylas – alias Quinn – davvero diverso: questo da una parte è un bene perché sono emersi dei lati inaspettati del suo carattere, dall’altra però non sono riuscita a comprenderlo sino in fondo. Sbalzi di umore, attacchi di panico, fragilità a mio giudizio troppo estremizzata. Insomma, in questo secondo libro il vero punto di forza è solo e soltanto Saige. E’lei che inizialmente si fa in quattro per recuperare il rapporto che si era instaurato con Sylas ( un rapporto che vi ricordo inizialmente era basato su bugie da ambo le parti). Sylas è ritroso, risentito e offeso: qualcuno vuole ricordargli che il primo ad aver mentito è stato proprio lui? Questo tira e molla iniziale quindi non è stato propriamente di mio gradimento, soprattutto perché poi si è esaurito proprio come è iniziato, ossia nell’arco di qualche pagina. Altro elemento che purtroppo non mi ha esaltata è stato l’escamotage che l’autrice ha utilizzato per giustificare il raggiro compiuto ai danni di Sylas dal signor Beaumont e figlia. Ovviamente non sto qui a svelarvi i dettagli del caso, però ho trovato la situazione inverosimile e questo ha contribuito a farmi storcere il naso.

Spezzo una lancia in favore dello stile dell’autrice, che è riuscita a trascinarmi anche in questo caso nella storia, indipendentemente dal fatto che non fosse ben strutturata. Lo stile della Cameron mi piace molto, la trovo incisiva al punto giusto e dotata di quella freschezza che non sempre riesco a trovare in letture dello stesso genere. A volte è ridondante, questo va detto ( ad esempio quando ripete ogni due pagine la questione “bugie”, la mancanza di fiducia ecc…), ma nel complesso i suoi libri si fanno leggere e anche piuttosto velocemente. Ho aspettato qualche giorno prima di esprimere il  mio giudizio perché volevo riflettere bene sui messaggi e sulle sensazioni che questo libro ha lasciato in me e, a conti fatti, posso dire che La verità nei tuoi occhi per me è un libro da due stelline e mezzo. Lo stile, per quanto fluido e piacevole, non arriva a supportare una trama debole e spesso poco chiara.
Il mio voto finale quindi è di 2,5/5.
Alla prossima,
Simona

transparent_scroll_line

Risultati immagini per La verità nei tuoi occhiLa verità nei tuoi occhi – Chelsea M.Cameron
Harper Collins Italia, 281 p.
Serie Behind your back #2
Traduzione di Silvia Arienti
Copertina rigida, 16.00 €
In vendita da Settembre 2016