Recensione " E l'amore bussò" di G.J.Walker-Smith

Ciao a tutti!
Oggi vi parlo dell’ultimo libro che ho terminato di leggere proprio ieri sera. Si tratta del primo volume della Serie dei Desideri della scrittrice australiana G.J.Walker-Smith e si intitola
“E l’amore bussò” ( titolo originale Saving Wishes).

La storia segue le vicende della giovane e turbolenta Charlotte – Charli – Blake, un’adolescente che vive confinata in un piccolo paesino della Tasmania, Pipers Cove, da quanto è nata. Charli è uno spirito libero, ama l’avventura e ” ha un’alta tolleranza per il rischio”, e proprio per questa in paese si è guadagnata la fama di piantagrane.
Charli è un personaggio privo di schemi, e l’incontro con il franco-americano Adam contribuirà a farla sciogliere ancora di più e a mostrarci il suo lato più intimo e dolce.

Inizialmente capire questo personaggio così complesso non è semplice: tra un attacco di fughite e l’altro, Charli sembra sempre sfuggire alla comprensione del lettore, che non riuscirà mai a dare per scontato le sue reazioni o i suoi comportamenti.

Anche il personaggio maschile è ben delineato; Adam è il classico bravo ragazzo, quello affidabile e impeccabile, ma anche lui ha la sua buona scorta di segreti nascosti.
In questo libro ho apprezzato moltissimo entrambi i personaggi principali, e un merito va anche ai personaggi secondari, in particolare ad Alex e Gabrielle. Non voglio svelarvi troppo a proposito di loro due, entrambi hanno un ruolo fondamentale nella vita dei protagonisti, in particolare ho trovato davvero intenso il rapporto tra Alex e Charli. Grazie al loro scambio di battute ho avuto modo di riflettere, ho imparato che in amore non bisogna mai scendere a compromessi, che a 17 anni si è troppo giovani per sapere cosa volere dalla vita… Ma anche che, spesso, il destino non sbaglia. Se mette due persone sulla stessa strada un motivo c’è… e bisogna saper cogliere l’occasione.

Il finale lascia il lettore in uno stato d’animo non proprio tranquillo. C’è attesa, trepidazione, ansia di scoprire cosa succederà.

Ammetto che inizialmente la lettura non mi ha coinvolta al 100%, ho fatto fatica a ingranare la marcia, perché pur essendo scritto in modo piacevole e scorrevole il libro non è entrato subito in sintonia con il mio modo di vivere le storie. In generale – nonostante io abbia apprezzato molto i personaggi e la storia – ci sono degli elementi che non mi hanno convinta, alcune parti sono confuse, in altre manca la tensione che mi sarei aspettata ci fosse stata. Che dire poi delle antagoniste? ” Le belle” sono odiose e Charli è stata anche fin troppo calma in molteplici occasioni! Oppure che dire di Nicole? Quella che dovrebbe essere la migliore amica si rivela una persona orribile, una di quelle che è sempre meglio perderle che trovarle. Alla povera Charli non ne va bene una!
L’elemento che più di tutti però non mi ha convinta è stato il rapporto fra Charli e il suo ex, Mitchell. Tra i due la questione è complicata, si sono lasciati in circostanze non proprio amichevoli, e al rientro del ragazzo dopo una vacanza molto prolungata le cose appaiono confuse. Inizialmente Charli non lo può neanche sentire nominare, talmente lo detesta. Dopo una chiacchierata lampo e vari messaggini diventa improvvisamente un amico con cui chiacchierare e progettare il futuro. Solo io se vedessi davanti ai miei occhi un mio ex che detesto cambierei strada senza nemmeno lasciare margine ad un “ciao”?

In ogni caso ci sono stati degli elementi di incongruenza notevoli, e mi dispiace perché nel complesso la storia è davvero ben narrata e ideata. Spero che l’autrice si riprenderà nei prossimi volumi della serie, che sicuramente acquisterò!
Il mio voto per questo libro è di 7.5! Alla prossima 🙂

LA SERIE DEI DESIDERI E’COMPOSTA DA

1) Saving Wishes ( 6/8/15)
2) Second Hearts
2.5) Sand Jewels ( Novella)
3) Storm Shells
4) Secret North
4.5) Silver Dawn (Novella)
5) Star Promise
6) Shiloh

 

Segnalazione " Il tuo corpo adesso è un'isola" di Paola Predicatori

Una ragazza, Adele, diversa, scomoda. Un fratello a cui è difficile trovare un posto. E lui, Ascanio, che vuole disperatamente essere libero. Dopo Il mio inverno a Zerolandia, esordio fulminante tradotto in otto lingue, Paola Predicatori torna con un nuovo romanzo aspro e potente.

Ancora buonasera!
Ne approfitto della mia presenza al computer per presentare vari libri!
E’il turno ora del primo libro in uscita nella stagione autunnale per la casa editrice Rizzoli.

Il libro in questione è scritto da Paola Predicatori. La scrittrice marchigiana dopo il grande successo del 2012 del suo esordio IL MIO INVERNO A ZEROLANDIA che è stato tradotto anche in 8 lingue torna a scrivere un romanzo che racconta il mondo dei ragazzi con lucidità e sentimento.

Il primo romanzo di Paola è stato uno dei più importanti romanzi crossover italiani degli ultimi anni.

COMING SOON….

 

Segnalazione " A un soffio dalla fine" di Beck Weathers

Buonasera a tutti!
Oggi giornata di segnalazioni! E’la volta di un libro in prossima uscita per la casa editrice Corbaccio. Da questo libro è stato tratto anche un film, dal nome Everest, che aprirà la ” Mostra del Cinema di Venezia” il 2 settembre venturo.

EVEREST. IL FILM

everest

Everest, un film Universal Pictures diretto da Baltasar Kormákur, sarà il film d’apertura, fuori Concorso, della 72/a Mostra internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (2-12 settembre), e sarà proiettato in prima mondiale il 2 settembre nella Sala Grande (Palazzo del Cinema) al Lido di Venezia.

Beck Weathers è interpretato nel film Everest dall’attore Josh Brolin.

Per maggiori informazioni: http://cinema.universalpictures.it/film/everest-3d

 

Segnalazione " Siamo partiti col piede sbagliato" di Daniele Festoso

Buongiorno a tutti!

CardPiedeSbagliato

Vi presento il prossimo libro in uscita a breve per la casa editrice Genesis Publishing.
Il libro appartiene al genere New Adult/Contemporaneo ed è scritto da un autore italiano.
Nel box trovate tutte le informazioni utili.
Qui sotto intanto vi lascio il booktrailer:
Un abbraccio,
Simona! 🙂

Recensione " La magia delle cose perse e ritrovate" di Brooke Davis

Ciao a tutti e ben ritrovati!
Oggi vi parlo con estremo piacere di una lettura particolare e originale, che mi ha dato modo di riflettere sul senso della vita e sui vari modi per affrontare situazioni non propriamente piacevoli. Il libro in questione è La magia delle cose perse e ritrovate” di Brooke Davis, edito in Italia da Garzanti. 

Questo libro affronta un tema delicatissimo, ossia la perdita – intesa come abbandono, come morte, come solitudine. I protagonisti di questa originale vicenda sono Millie, Karl e Agatha, tre persone che apparentemente sembrerebbero non avere nulla in comune, perché appartenenti a realtà sociali differenti.

Millie è una bambina dolcissima, a soli 7 anni ha già dovuto fare i conti con due gravi perdite: quella del padre, per cause naturali e quella della madre, per sua scelta. La bambina si ritrova una vita stravolta nel giro di poco tempo. Ogni certezza le crolla ai piedi come un muro andato in mille pezzi. Nonostante ciò la piccola ha un modo tutto suo di elaborare lo shock, Millie è una bambina fin troppo matura per la sua età, e affronta la situazione con la speranza che un giorno sua madre verrà a riprenderla. Millie è speranza allo stato puro, è innocenza tipica dell’infanzia, ma è anche forza e coraggio, quel coraggio che forse, da sempre, è mancato ad Agatha, sua dirimpettaia che vive segregata in casa da venti anni, da quando è morto suo marito. Da quel giorno la donna vive in totale solitudine, barricata dietro una serie di abitudini che le danno sicurezza. Agatha ha smesso di vivere da tempo, è una signora eccentrica giudicata da tutti con qualche rotella fuori posto. L’incontro con Millie le cambia inevitabilmente la vita, ma se ne renderà conto poco alla volta.
L’altro grande protagonista è Karl il dattilografo, un uomo finito in strada dopo varie situazioni scomode, che ha affrontato la perdita della sua adorata moglie prima e quella di suo figlio poi. Karl è un personaggio strambo, originale, che prende subito a cuore Millie come fosse figlia sua. L’inconsueto trio è risultato ai miei occhi molto ben riuscito e la lettura è riuscita a donarmi delle sensazioni fortissime, accompagnate da riflessioni profonde.

Alcune situazioni secondo me sono state portate un pochino al limite del paradosso. Esempio: Karl è un anziano signore di 87 anni, mi sembra improbabile che riesca a suonarle ad un tizio molto più giovane e in forma di lui. Avrei preferito che la storia mantenesse sempre un tono realistico, ma ci sono state scene che non ho ben capito, ma che in ogni caso non hanno reso la storia meno avvincente.

Consiglio questo libro? Certamente. ” La magia delle cose perse e ritrovate” è una lettura formativa, emozionante, ricca di messaggi positivi, di speranza e forza; è un invito a non mollare mai, a lottare per essere felici e per superare e – soprattutto – accettare la perdita, perché purtroppo fa parte della vita e non possiamo sottrarci in alcun modo ad essa.

Il mio voto per questo libro è di 8/10! Alla prossima 🙂