[Blogtour] Dreamology di Lucy Keating – Prima tappa

Buooongiorno a tutti, cari lettori!
Oggi il Salotto dei Libri ha l’onore di ospitare la prima tappa di uno dei blogtour a cui tengo di più in assoluto, perché riguarda un libro che aspettavo con ansia da mesi!
Santa Newton Compton ha deciso di tradurlo e portarlo qui da noi, con mia immensa gioia!
Quindi, insieme ad altre blogger, abbiamo deciso di farvi conoscere meglio questa incantevole storia. A partire da oggi potete seguire le varie tappe sui seguenti blog:

Visualizzazione di IMG-20161006-WA0023.jpg

Il 15/10 sul blog di Katia – Sognatrice interrotta – ci sarà una delle tappe più interessanti e divertenti di tutto il tour: tutte noi partecipanti abbiamo scelto il nostro “uomo dei sogni”, ossia colui che, nella nostra mente – o meglio, nei nostri sogni – si avvicina di molto alla perfezione.

Il 16/10 sul blog di Federica e Karin – Le lettrici impertinenti – una tappa dolcissima, che vi farà di certo sospirare e innamorare. Ripercorreremo insieme alcune delle storie d’amore più belle di sempre! Non mancate!!

Il 17/10 sul blog di Veronica – Romance&Fantasy for Cosmopolitan Girls – preparatevi a scoprire un cast da sogno! Ad ogni personaggio del libro verrà assegnato un volto, in base a come la blogger che prepara la tappa immagina i protagonisti. Sarà divertente scoprire insieme le scelte di Veronica ❤

Il 18/10 non perdete l’intervista all’autrice sul blog di Susi – Bookish Advisor! Conosceremo meglio Lucy Keating e scopriremo qualche curiosità sui suoi libri : )

Il 19/10 sul blog di Chiara – Strawberrues&Books avremo modo di leggere l’incipit del libro e qualche estratto. Non perdetevi questa tappa: vi sarà utilissima per farvi un’idea riguardo alla storia!

Infine, il 20/10 – in occasione dell’uscita del libro – sul blog di Serena, Cioccolato e Libri, un sondaggio su ciò che rappresentano per voi i sogni. Una tappa interattiva per conoscervi e conoscerci meglio!


IMPORTANTE! Per rimanere aggiornati sulle varie tappe potete seguire l’evento Facebook dedicato al blogtour. Lo trovate QUI


Dopo  un breve excursus delle tappe che verranno presentate nei prossimi giorni, vi lascio al libro e alle sue generalità. Mettetevi comodi e preparatevi a sognare insieme ad Alice e Max!

Per quanto Alice può riuscire a ricordare, Max è sempre stato parte integrante dei suoi sogni. Insieme hanno girato il mondo, vissuto esperienze straordinarie e si sono innamorati alla follia. Max è il ragazzo perfetto… Peccato che non sia reale. Perché Max non esiste. O almeno, così ha sempre pensato Alice. Fin quando entra nella sua nuova classe, il primo giorno di scuola, e… non riesce a credere ai suoi occhi: il suo Max è lì, davanti a lei, in carne e ossa. Ben presto però dovrà fare i conti col fatto che il Max reale è molto diverso dal Max dei sogni. Il Max reale è testardo e problematico, ha una vita complicata e intensa, di cui Alice non fa parte, nonché una ragazza, Celeste. Anche il loro incontro e il loro rapporto non sono così perfetti come lei aveva sperato. Quando si è vissuto un amore da sogno, ci si potrà mai accontentare della realtà?

Newton Compton Editori – Prezzo 9,90 € – Data di uscita 20 Ottobre 2016


Spero che questa presentazione vi sia piaciuta!
Alla prossima,
Simona

Pubblicità

[Recensione] Il gioco del male – Angela Marsons

Buongiorno lettrici e lettori, e buon Martedì!
Vi confesso che ultimamente – soprattutto grazie a questa abilissima scrittrice – mi sono avvicinata molto al genere thriller. Ebbene sì, con il passare del tempo i miei gusti letterari stanno cambiando, ho voglia di leggere storie diverse e scoprire autori nuovi.
Angela Marsons non è una nuova scoperta – fortunatamente ho avuto già il piacere di apprezzarla in occasione della pubblicazione del suo primo libro, Urla nel silenzio qui trovate la mia recensione), e con Il gioco del male si è riconfermata in cima alla lista delle mie autrici preferite in assoluto.
Perché questa donna riesce a conquistarmi così tanto? Perché i suoi libri hanno una marcia in più, non sono thriller fotocopia dove il mistero si esaurisce dopo poche pagine. Angela Marsons va sempre oltre, ti entra nel cuore, non si risparmia, riesce a trascinarti nelle storie crude e talvolta spietate che scrive e non ti lascia andare fino all’ultima pagina.
Risultati immagini per Il gioco del maleIn questo secondo libro ritroviamo la detective Kim Stone alle prese prima con un padre che abusa delle proprie figliolette e poi con una serie di omicidi efferati che sembrano apparentemente non essere collegati tra di loro. Tutte le qualità che avevo apprezzato in Kim nel primo libro si sono ripresentate in questo nuovo capitolo e l’hanno resa ancora più vera ai miei occhi.
Kim è quella detective che ogni città dovrebbe avere, Kim è quella sempre sul pezzo, sempre pronta a sacrificarsi per la legge. Kim va sempre oltre il mero caso di omicidio, spesso e volentieri si lega alle persone che assiste, diventano parte di lei e rimangono nei suoi pensieri anche dopo l’archiviazione del caso.
La detective è amatissima dalla sua squadra, in particolare dal suo partner lavorativo, nonché migliore amico, Bryant. Il rapporto tra i due è sempre equilibrato, divertente, rispettoso. La figura di una donna “capo” arriva a sovvertire quelli che sono sempre stati – almeno nella maggior parte delle volte – gli standard tipici del thriller in cui è l’uomo a gestire una squadra, l’uomo che risolve i casi, l’uomo che comanda. Kim Stone rivendica tutte noi donne e tutte noi proviamo stima e affetto per lei, burbera, schiva, ma dal cuore d’oro.
Il gioco dal male è, se possibile, ancora più accattivante e spietato del suo predecessore. La Marsons non utilizza giri di parole per descrivere i fatti, anzi! Li espone nella loro cruda e spietata realtà e questo è stato per me un vero pugno nello stomaco. Per certi versi lo stile di questa autrice della Black Country è molto vicino allo splatter – soprattutto quando descrive nei dettagli gli omicidi – ma non si limita a questo. La Marsons delinea sapientemente la psicologia di tutti i suoi personaggi: dal buono al cattivo, dalla vittima al carnefice. Dai suoi libri si percepisce quanto l’autrice abbia a cuore determinate tematiche, in particolare quelle legate ai bambini: questo si nota non solo dai molteplici riferimenti a soprusi o abusi subiti da minori, ma soprattutto dall’infanzia di Kim stessa ( chi ha letto il primo libro sa a cosa mi riferisco).
Il bello di questi libri – oltre alla scrittura godibilissima e alla bravura dell’autrice – è che si fanno leggere decisamente in fretta: da pagina uno a pagina duecento è un battito di ciglia. Insomma, se da un lato sarete curiosi senz’altro di scoprire cosa succederà nel capitolo successivo, dall’altro sarete combattuti perché vorreste che la storia non finisse mai.
Non vedo l’ora di leggere gli altri libri dedicati a Kim Stone, in cuor mio vorrei che non finissero mai, perché come vi ho già accennato sopra mi sono davvero affezionata a Kim e a tutto il suo entourage. Mi sono affezionata al modo pulito e semplice con cui la Marsons si approccia ai suoi lettori, ho preso a cuore la sua umiltà, la sua capacità di parlare dritto ai sentimenti di chi la legge, la sua tenacia nonostante le tante porte ricevute in faccia.
Angela è una donna che stimo – anche se non la conosco personalmente – e Kim Stone credo che possa rappresentarla sotto molti aspetti ( in realtà credo che Kim sia un esempio in cui tutte noi, nessuna esclusa, potremmo riconoscerci per vari motivi).

In conclusione non mi resta che consigliarvi la lettura di questo libro, soprattutto se siete alla ricerca di una storia a forte impatto emotivo, capace di scuotervi nel profondo dell’anima e di lasciarvi col fiato in sospeso.
Il mio voto è di 4.5/5!
Alla prossima,
Simona

transparent_scroll_line

Risultati immagini per Il gioco del maleIl gioco del male – Angela Marsons
Newton Compton, 384 p.
Collana Nuova narrativa Newton
Thriller
Copertina rigida, 9.90 €
In vendita dal 1 Settembre 2016

Quanto costa mantenere un segreto?

Quanto costa mantenere un segreto? E’ quello che ci chiediamo tutti almeno una volta nella vita. I segreti sono un peso per chi li custodisce, un’arma che decidiamo di mettere nelle mani di potenziali nemici. Spesso un segreto rivelato  può compromettere una vita intera… ma, altrettanto spesso, anche un segreto taciuto può compiere danni irreparabili.
I protagonisti di questa storia avranno molto a che fare con la questione segreti. Si può dire che l’intera trama sia costruita intorno ad essi.
Kathy ha una vita apparentemente perfetta: un lavoro gratificante, una relazione soddisfacente e da poco ha raggiunto il traguardo più grande nella vita di una donna, ossia è diventata mamma del piccolo Billy, una creatura estremamente deliziosa e dai lisci capelli biondi.
L’altra faccia della medaglia ha un nome, un cognome e due occhi freddi come il ghiaccio: Heja Vanheinen, soprannominata dai colleghi ”  la regina dei ghiacci”, sembra imperturbabile, come se niente potesse scalfirla. Guarda tutto e tutti con diffidenza e non raramente nei suoi occhi si può intravedere un malcelato disprezzo. Quello che Kathy e molti ignorano è che dietro l’apparente facciata di freddezza si nasconde un vulcano pronto ad eruttare in qualsiasi momento. Heja è una donna instabile, ossessionata dal suo ex fidanzato Markus che – non a caso – è il bel maritino finlandese di Kathy.
Fino a che punto può spingere l’ossessione? E se accanto ad essa si accompagnasse la paura di una morte certa? Sarebbe forse da giustificare…oppure no?
L’inquietudine di Heja è tangibile, la sua disperazione anche. L’amore malato è un tema che ricorre spesso nei libri, ma in questo caso è affiancato da una motivazione più profonda, come se l’autrice volesse in qualche modo giustificare i comportamenti patologici di Heja per renderla più umana agli occhi dei lettori.
Un thriller psicologico al 100% è quello che Jane Lythell offre al suo pubblico, un thriller che spesso e volentieri tiene sulle spine e fa palpitare il cuore.
Lo consiglio agli amanti del genere, a chi adora le storie in cui l’elemento di suspense non prevale sulla narrazione e a chi si appassiona con facilità ai romanzi centrate sulla famiglia. Il mio voto è di 4/5.
Alla prossima,
Simona

[Recensione] Infinito+1 di Amy Harmon

Buonasera, miei cari lettori!
Come avete passato il weekend più romantico dell’anno? Io l’ho trascorso all’insegna dell’amore e della lettura, ovviamente! ❤
Questa sera vi parlo di un libro a dir poco M-E-R-A-V-I-G-L-I-O-S-O che ho avuto la fortuna di leggere e che vi consiglio di cuore! Sto parlando di Infinito+1 di Amy Harmon, edito Newton Compton Editori.

Infinito 1 - Amy Harmon

Bonnie Rae Shelby è una superstar. È ricca, bellissima e famosa. E desidera morire. Finn Clyde è un signor nessuno. È brillante e cinico. Ma è completamente a pezzi. E tutto ciò che vuole è la possibilità di vivere ancora. Finn ha un passato con cui confrontarsi, Bonnie un futuro che non vuole affrontare. Un ragazzo, una ragazza, una strana serie di circostanze impreviste e una scelta: voltarsi dall’altra parte e ignorare ogni cosa o tendere la mano e rischiare tutto. Così, mentre il ticchettio di un orologio scandisce il tempo della scelta, inizia la loro avventura, un viaggio che cambierà per sempre le loro vite.
Infinito + 1 è un romanzo romantico e struggente sulle infinite possibilità dell’amore, l’ultimo della ormai consacrata e amatissima autrice Amy Harmon.

ghiriri

La mia opinione

Signore e signori, Amy Harmon è una garanzia, inutile girarci intorno. Le sue storie sono profonde, toccanti, piene di sentimento. Anche in questo caso l’autrice è riuscita a creare un piccolo capolavoro, fatto di dolore, rabbia, perdita… I personaggi di Infinito+1 hanno alle spalle vite difficili, vite disastrate dalle quali i due giovani cercano a modo loro di fuggire. Bonnie Rae Shelby è una cantante country di successo, la sua vita è scandita da tour e concerti e tutto è organizzato nei minimi dettagli da sua nonna, nonché sua manager. Infinity (Finn) Clyde è un ex detenuto finito ingiustamente dietro le sbarre; porta con sé, sulla sua pelle, i marchi dei giorni trascorsi in galera e se ne vergogna profondamente. Le circostanze in cui le loro vite si incontrano sono surreali, e l’elemento “destino” gioca un ruolo chiave non solo in questa occasione, ma per tutta la durata della storia. Bonnie e Clyde iniziano così un viaggio particolare, un viaggio che li porterà a visitare la East Cost a bordo di una vecchia Blazer arancione, un viaggio che li aiuterà ad affrontare i demoni del passato. Entrambi hanno perso due fratelli gemelli, le loro metà e da quel giorno si sentono incompleti (come dargli torto?). Tra loro si crea un rapporto particolare, intenso, pervaso di emozioni distruttive e al contempo costruttive. La loro storia sembra rimarcare le orme di quella di due criminali famosissismi che portavano i loro stessi nomi, ma i nostri Bonnie e Clyde sono due persone completamente diverse, sono due ragazzi alla disperata ricerca di se stessi, alla ricerca di quella pace che per troppo tempo è stata loro negata. Gli elementi chiave del romanzo a mio avviso sono due: Dio e la matematica. Dalle parole dell’autrice si percepisce chiaramente la sua fede incrollabile; Dio viene spesso menzionato, sia direttamente che indirettamente, e tutto il romanzo è basato proprio su questo. La matematica è l’altra grande colonna portante, e devo fare i miei complimenti all’autrice per essere riuscita ad inserire un argomento così ostico all’interno di un romanzo adattandolo alle circostanze e ai sentimenti dei protagonisti. Parlare di equazioni, teoremi, radici quadrate, numeri primi ecc… in un contesto totalmente diverso dal loro utilizzo quotidiano è stata una scelta che ho trovato super azzeccata, e ha contribuito a rendere la trama ancora più avvincente e affascinante.
Nei libri della Harmon riesco sempre a trovare la luce in fondo al tunnel. Inizialmente sembra non esserci via di uscita, ma poi ad un certo punto si inizia a vedere un piccolo spiraglio nel buio, e credetemi quel piccolo barlume luce salverà sia i personaggi che il lettore. È impossibile rimanere indifferenti di fronte ad una scrittura così impeccabile, pulita, straordinariamente poetica e delicata. Consiglio vivamente la lettura di questo libro ai sognatori, a tutti coloro che nel petto hanno un cuore che palpita e pretende emozioni.

Alla prossima,

Simona

[ReceEnsione] La moglie del califfo – Renee Adhieh

La moglie del Califfo (The Wrath and the Dawn, #1)

Costo: 10,00 € – Pagine: 347

Trama
Ogni volta che il sole cala sul regno di Khalid, spietato califfo diciottenne di Khorasan, la morte fa visita a una famiglia della zona. Ogni notte, infatti, il giovane tiranno si unisce in matrimonio con una ragazza del luogo e poi la fa uccidere appena sorge il sole, dopo aver consumato le nozze. Ecco perché tutti restano sorpresi quando la sedicenne Shahrzad si offre volontaria per andare in sposa a Khalid. In realtà, ha un astuto piano per spezzare quest’angosciosa catena di terrore, restando in vita e vendicando la morte della sua migliore amica e di tante altre fanciulle sacrificate ai capricci del califfo. La sua intelligenza e forza di volontà la porteranno a superare la notte, ma pian piano anche lei cadrà in trappola: finirà per innamorarsi proprio di Khalid, scoprendolo molto diverso da come appare ai suoi sudditi. E Shahrzad scoprirà anche che la tragica sorte delle ragazze non è stata voluta dal principe. Per lei ora è fondamentale svelare la vera ragione del loro assurdo sacrificio per spezzare una volta per tutte questo ciclo di morte.

ghiriri

La mia opinione

Con quali parole posso rendere giustizia ad un libro così bello e ben scritto? Mi risulta davvero difficile spiegarvi quello che ho provato leggendo “La moglie del califfo” di Renee Adhieh, perché in me si sono scatenate talmente tante emozioni che è impossibile metterle tutte per iscritto.

Partiamo da un presupposto: ADORO IL CALIFFO DEL KHORASAN! Trovo la sua figura estremamente enigmatica e affascinante, il classico personaggio che si ama e si odia al tempo stesso. Ho adorato ogni sua qualità e ogni suo difetto, e posso affermare con sicurezza che è entrato a pieno titolo nella topten dei miei fidanzati di carta!
La protagonista femminile, Sharzard, riesce subito ad entrare nel cuore del lettore. Ha un carattere ribelle, forte, tagliente al punto giusto e si propone come sposa del califfo covando dentro di sé dei sentimenti di rancore e vendetta. Inizialmente la storia segue molto il filone narrativo de ” Le mille e una notte”, ma dopo le prime 100 pagine si entra nel vivo della storia tormentata e appassionante di Khalid e Shazi e si inizia a leggere un romanzo del tutto distaccato dagli stereotipi sopra citati.

La Adhieh è riuscita a costruire un romanzo intenso – come gli occhi di Khalid, diretto – come la lingua di Shazi e ricco di azione, sentimento, misteri e magia. Si, perché in questo young adult esotico ci sono delle contaminazioni fantasy ( seppure in quantità minima) che spero saranno approfondite nel secondo volume. Il tutto è accompagnato da una prosa fluida, scorrevole, estremamente accattivante. I ritmi della narrazione si tengono quasi sempre alti, sia per quanto riguarda le scene di lotta o di azione che per quanto riguarda i momenti più dolci tra i due protagonisti.

ghiriri

Come si fa a non amare Khalid? Spiegatemelo, se potete. L’ho amato sin da subito, sin da quando è fatto chiaro al lettore che tutti nella citta di Rey lo considerano un mostro perché ogni mattina all’alba giustizia una fanciulla sposata la sera prima impiccandola con una corda di seta. Sin da questo tragico inizio ho provato empatia nei confronti di questo ragazzo giovanissimo che è stato costretto a vedere delle scene raccapriccianti davanti ai propri occhi durante l’infanzia. E’bella l’analisi che l’autrice fa di questo personaggio, perché fa cadere a poco a poco i veli che lo circondano e lo mette a nudo, svelando il suo cuore e la sua anima. La chiave per comprendere tutto è Shazi, l’audace califfa che con la sua presenza è riuscita ad interrompere la serie di omicidi, ed è riuscita a ritagliarsi un posto nel cuore di Khalid.

Mi sono emozionata tantissimo leggendo questo libro, e quando ho girato l’ultima pagina ho subito sentito il desiderio impellente di stringere il seguito tra le mani. DEVO sapere cosa succederà, non posso aspettare un giorno di più – figuriamoci mesi! Spero che il seguito verrà pubblicato da Newton Compton il prima possibile!

Lettura consigliatissima a cui dò 5/5 stelline! Leggetelo e non ve ne pentirete 🙂

Alla prossima,

Simona