Recensione " La bella estate" di Cesare Pavese

Buongiornooooo a tutti dolcezze!

Come state?? Vi state godendo l’estate, almeno voi?? Me lo auguro di cuore! Tra un esame e l’altro ho trovato del tempo per leggere un libro che – personalmente – mi è piaciuto moltissimo.

Il libro in questione è “La bella estate” di Cesare Pavese ed è una lettura che ho condiviso con estremo piacere insieme a Benedetta, la mia booktuber preferita in assoluto! ( Vi lascio QUI il suo canale, visitatelo perché lei è bravissima ^^)

Ironia della sorte il libro di Pavese che abbiamo scelto parla di un’estate bellissima e memorabile, tutto l’opposto di quella che attualmente sto vivendo io ( Sorvoliamo sui dettagli drammatici della mia vita.. Ok, torno seria lo giuro).

la-bella-estate-185x300Voglio parlarvi di questo libro partendo dalla copertina che secondo me è veramente bella! Niente di vistoso o elaborato, ma il paesaggio scelto è molto suggestivo e mi fa pensare agli anni in cui il romanzo è ambientato, ossia subito dopo la seconda guerra mondiale.

TRAMA: Premio Strega 1950. Scritto nel 1940, questo racconto, ora riproposto da solo, venne pubblicato solo nel 1949, nel volume dal titolo omonimo che comprendeva “Il diavolo sulle colline” e “Tra donne sole”. È la storia di Ginia e, più in generale, della scoperta della vita da parte di un’adolescente. Dall’ambiente operaio al quale appartiene, Ginia entra in contatto con alcuni esponenti di una bohème pseudo-artistica e intellettuale: studenti, eccentrici perdigiorno e pittori dilettanti, che si incontrano nei caffè e abitano nelle soffitte. La ragazza si innamora di Guido, un pittore di origine contadina e, dopo aver vinto le resistenze interiori e i rimorsi residui, si lascia alla fine sedurre. È l’inizio della sua dolorosa maturazione come donna.

Continua a leggere “Recensione " La bella estate" di Cesare Pavese”

Pubblicità

Recensione " Reflections" di Kasie West

Buongiorno a tutti e Buon Venerdì 🙂

Molti di voi saranno sicuramente al Salone del Libro a Torino… Avete tutta la mia invidia 😛
Divertitevi e lapidate il vostro patrimonio :’D

Come ogni 15 del mese vi parlo della lettura in comune con la mia carissima Benedetta, che gestisce il canale YouTube “philosophia2014“. Vi invito calorosamente a passare da lei, i suoi video sono sempre curati, profondi, spontanei. Benedetta è bravissima nel trasmettere le emozioni che i libri suscitano in lei ed è bravissima a donarle ai suoi videospettatori! Passate da lei e non ve ne pentirete, parola di Simona ❤

La lettura del mese è Reflections, il primo volume della duologia distopica di Kasie West edito in Italia dalla DeAgostini.
Prima di iniziare con la recensione vi lascio come sempre le generalità del libro.

Informazioni utili

UNA RAGAZZA. DUE DESTINI. UN’UNICA SCELTA.

IMG_20150429_183216

Titolo: Reflections
Autore: Kasie West
Editore: DeAgostini
Prezzo: 14.90 Euro
Pagine: 400

Trama

Mi chiamo Addison Coleman. Ho diciassette anni, una massa di riccioli biondi e un potere straordinario: riesco a vedere il futuro. Di solito non amo approfittare di questa capacità, ma da quando i miei genitori hanno deciso di divorziare le cose sono cambiate. Mi sono trovata davanti alla scelta più difficile di sempre – con chi di loro sarei andata ad abitare? – e ho iniziato a indagare il futuro. Un’Indagine di sei settimane per capire quale fosse la migliore delle mie alternative. O almeno così speravo. Perché l’Indagine si è rivelata molto più complicata del previsto. Due ragazzi hanno stravolto la mia vita, o forse sarebbe meglio dire… le mie vite. Due ragazzi di cui è impossibile non innamorarsi. Duke è come un mare in tempesta, travolgente e affascinante. Gioca a football e non sa ancora in quale college andrà il prossimo anno. Trevor è come una notte d’estate, dolce e spensierato. Vorrebbe ricominciare a giocare a football e disegna fumetti. Uno riesce a farmi perdere la concentrazione con un solo sguardo. All’altro basta una parola per farmi battere il cuore all’impazzata. Ed è per questo che scegliere tra i miei due futuri alternativi non sarà affatto facile: perché qualsiasi decisione prenda, dovrò dire addio a uno di loro

Continua a leggere “Recensione " Reflections" di Kasie West”