[Recensione] Tutta la pioggia del cielo – Angela Contini

Buonasera readers!
Sono qui stasera per parlarvi di un romanzo straordinariamente bello che mi ha conquistata nel profondo dell’anima. Spero di riuscire a trasmettervi le mie sensazioni in poche parole, ma se davvero volete capire come mi sono sentita affrontando la lettura di Tutta la pioggia del cielo… beh, non vi resta che correre in libreria ed acquistarlo! Provare per credere! 😀

Per me è sempre difficile parlare di libri che mi sono piaciuti tanto, perché ho sempre il timore di non riuscire a rendere loro pienamente giustizia. Tutta la pioggia del cielo di Angela Contini è uno di quei romanzi che lasciano il segno, uno di quei libri a cui la mente continua a tornare anche dopo avere girato l’ultima pagina, una di quelle storie che sai già sin dalle prime righe che rimarrà impressa nel tuo cuore per sempre.
Il turbine di emozioni che si prova leggendo questo libro è indescrivibile, l’amore che l’autrice ha per la scrittura si percepisce attraverso ogni parola, ogni virgola, ogni riga. Tutto in questa storia è emozione e sentimento, c’è tanto, tantissimo cuore e credetemi se vi dico che ve ne accorgerete immediatamente.
Victoria e Nath sono due personaggi autentici, genuini, talmente ben descritti da sembrare reali. Sono entrata sin da subito in sintonia con entrambi, in particolare con Nath è stato un colpo di fulmine. Adoro i personaggi come lui, burberi, schivi, e dal cuore d’oro; ho amato il suo stile di vita semplice, fatto di piccole cose, di duro lavoro e di tanti sacrifici.Ho trovato tenerissimo il rapporto di Nath con il papero Charlie, una presenza dolcissima e piena d’amore che mi ha fatto sorridere più di una volta nel corso della storia.
L’altra faccia di questa medaglia è la scrittrice di successo Victoria Stevenson, che si trasferisce in Vermont – nella fattoria di Nath – perché non riesce a trovare l’ispirazione giusta per il suo nuovo romanzo.Inizialmente tra i due sono scintille, ci sono battibecchi continui, dispetti, provocazioni e altro ancora. Uno dei motivi principali per cui ho amato questa storia è lo stile dell’autrice, che riesce a mutare e ad adattarsi di volta in volta alle situazioni che descrive. In una fase iniziale prevale l’ironia, lo scambio di battute tra Nath e Vic è sempre divertente e acceso, è davvero impossibile non sorridere. Proseguendo con la storia subentrano emozioni più intense e non vi nego che a fine libro stavo letteralmente piangendo.

Noi due siamo così diversi, come cielo e terra. Io sono la terra, arida per certi aspetti, incolta, bisognosa di cure. Lui è il cielo che contiene la pioggia che mi fa rinascere. E io ho bisogno di lui, come la terra secca ha bisogno di tutta la pioggia del cielo. 

Ero così emozionata che non riuscivo a leggere perché avevo gli occhi pieni di lacrime. Penso che non mi sentivo così emotivamente coinvolta da un libro da tanto, tantissimo tempo. Di libri belli ce ne sono tanti, ma di quelli che lasciano veramente il segno ne conosco pochi. Tutta la pioggia del cielo è uno di questi, è un libro che non si risparmia, che si dona completamente al lettore e lo sradica dalla realtà. Ho sfruttato ogni momento a disposizione nella mia giornata per leggere la storia di Nath e Vic, ne volevo sempre di più. A contribuire al mio profondo innamoramento è subentrata inoltre la storia di James e Sofia, i protagonisti del libro che Vic ha iniziato a scrivere proprio in Vermont. Adoro le storie nelle storie, soprattutto se sono così belle da farmi desiderare un libro intero solamente dedicato a quei personaggi.
Un libro del genere ti stravolge, ti fa palpitare il cuore e ti fa sognare. Sono una romanticona e vi confesso che avevo bisogno di un libro così intenso.
Spero vivamente di leggere presto altri libri di Angela Contini, perché ribadisco che per me questa scrittrice italiana è stata una vera e propria scoperta, una rivelazione graditissima  in questa estate 2016.

Non perdetevi questo libro, da oggi lo trovate in tutte le librerie al prezzo speciale di 6.90 €. Credetemi, ne vale VERAMENTE la pena. Consigliato alle eterne sognatrici, a tutte coloro che credono nella potenza e nella forza dei sentimenti e a chi ha voglia di innamorarsi. Il mio voto è di 5/5.

Alla prossima, Simona

Pubblicità

[Recensione] Te lo dico sottovoce – L.Scali

Buongiorno e ben ritrovati, carissimi lettori!
Quest’anno la Befana è stata particolarmente buona e mi ha portato una gran quantità di libri da leggere, con mia grande gioia 😀

Uno di questi è “Te lo dico sottovoce” di Lucrezia Scali, edito Newton Compton Editori. Se anche voi come me amate gli animali – ed in particolare i cani – sono sicura che troverete di vostro gradimento questo libro. Dopo le generalità vi spiego il perché 🙂

Te lo dico sottovoce - Lucrezia Scali
Titolo: Te lo dico sottovoce
Autore: Lucrezia Scali
Editore: Newton Compton
Data di uscita: 4 Gennaio 2016
Pagine: 257
Costo: 9.90 Euro cartaceo; 4.99 Euro Ebook
Trama:

Mia ha trent’anni, un passato che preferisce non ricordare e una famiglia da cui cerca di tenersi alla larga. Meglio stare lontano dalle frecciatine della sorella e da una madre invadente che le organizza appuntamenti al buio… Di notte sogna il principe azzurro, ma la mattina si sveglia accanto a Bubu, un meticcio con le orecchie cadenti e il pelo morbido. La sua passione sono gli animali e infatti, oltre a gestire una delle cliniche veterinarie più conosciute di Torino, Mia sta per realizzare un progetto a cui tiene moltissimo: restituire il sorriso ai bambini in ospedale attraverso la pet therapy. Il grande amore romantico, però, non sembra proprio voler arrivare nella sua vita. O almeno, così pensa Mia, prima di conoscere Alberto, un medico affascinante, e Diego, un ragazzo sfuggente che si è appena trasferito a Torino dalla Puglia. Cupido sta finalmente per scagliare la sua freccia: riuscirà a colpire la persona giusta per il cuore di Mia?

La mia opinione

Uno dei motivi che mi ha spinta ad apprezzare il romanzo di Lucrezia Scali è la presenza costante degli animali, che rappresentano il cuore e l’anima di tutta la storia. Da buona amante dei cari amici a quattro zampe, non potevo di certo rimanere indifferente a determinate scene che mi hanno commossa, e mi hanno resa ancora più consapevole di quanto la presenza di un animale possa influire positivamente sulla nostra vita. Da un lato i protagonisti indiscussi sono loro – Bubu, Casper, Primula – dall’altro ci sono personaggi diversi, con storie diverse e dei passati tormentati alle spalle. Mia, la protagonista, ne sa qualcosa di dolore e difficoltà, ma è una donna forte e con carattere, che ha saputo prendere in mano le redini della propria vita ed è andata avanti – questo grazie anche all’affetto di Bubu, il suo inseparabile amico che stravede per lei e per tutto ciò che è commestibile 🙂
La vita di Mia è completa sotto ogni punto di vista, tranne quello sentimentale, finché all’improvviso la giovane veterinaria torinese non si ritroverà divisa tra due fuochi: Alberto o Diego?I due uomini sono completamente agli antipodi: se il primo è serio, ligio al dovere, apparentemente affidabile, il secondo è un punto di domanda continuo, imprevedibile, scontroso al punto giusto e dotato di quel fascino misterioso tipico dell’uomo del sud.
Nel romanzo della Scali la componente sociale si affianca a quella romance e il risultato finale è un mix bilanciato di entrambi questi elementi. Personalmente ho vissuto di più la parte relativa ai cani e alla pet therapy, le scene ambientate nell’ospedale accanto ai bambini malati sono state quelle che ho sentito più vicine a me dal punto di vista emotivo. Credo fortemente nel potere curativo degli animali, e seppure in modo fittizio ho gioito insieme a Lukas, Martina e Giulio e ai loro amici a quattro zampe. La componente sentimentale è ben sviluppata – tranne in alcuni passaggi che ho trovato troppo affrettati – però non è riuscita a  trasmettermi quell’intensità che invece ho riscontrato nelle scene relative agli animali. Nonostante questa mia personalissima opinione ritengo che “Te lo dico sottovoce” sia un libro ben scritto, curato e molto sentito dall’autrice, che si è servita di una prosa semplice e diretta, puntando al cuore dei lettori senza tanti giri di parole. La semplicità è il punto di forza di questo romanzo, e auguro a Lucrezia e a tutta la sua troupe canina un grande – e meritato – successo 🙂
Il mio voto è di 3/5! Alla prossima

Simona

[ Segnalazione ] Il silenzio del peccato – L.Bertasi

E dopo la recensione vi lascio con una segnalazione Made in Italy!

Il silenzio del peccato – Linda Bertasi

Cover senza sfumature 68 BASSA

TITOLO: Il silenzio del peccato
AUTORE: Linda Bertasi
EDITORE: Delos Digital
PAGINE: 99
GENERE: Romance Storico Erotico
ANNO: 2015
PREZZO: 2,99
FORMATO: EBOOK
ghirigiri
Trama:

Essex 1522. Jane Rivers ha solo sedici anni quando incontra Charles Brandon, il duca di Suffolk. Una tempesta fortuita li costringerà a ripararsi in un capanno tra i boschi e la passione li travolgerà.Ma Jane è una serva e Charles un duca, non c’è spazio per l’amore.I genitori della ragazza, per nascondere l’onta, la costringeranno a un matrimonio riparatore con il promettente avvocato e amico di famiglia Richard Howard. Per Jane una nuova vita si profila all’orizzonte e una tenuta opulenta in cui trascorrerla. Ma cosa nasconde questa villa e perché un gentiluomo dovrebbe scegliere di dare scandalo e sposare una contadina? Cosa si cela dietro gli incubi che da anni tormentano Jane e che riaffioreranno non appena varcata la soglia di Manor House? Nell’ Inghilterra di Enrico VIII tra seduzioni e inganni, una storia di passione e omertà che affonda le sue radici nel silenzio.

ghirigiri

Estratto:

Nell’Inghilterra di Enrico VIII una storia di seduzione e inganno, di passione e omertà, dove niente è come sembra. Una serva divisa tra un duca e un ricco avvocato, tormentata da incubi inspiegabili e da un desiderio proibito.

unnamed

ghirigiri

L’autrice:

739995_4689504590185_557226336_o

Linda Bertasi nasce nel 1978.Nel 2010 esordisce con il romance “Destino di un amore, cui fanno seguito il paranormal-romance “Il rifugio – Un amore senza tempo” che le vale il secondo premio al concorso letterario “Valle Senio” 2012, nel 2013 pubblica il romanzo storico “Il profumo del sud” che le vale la qualifica di Autore Commendevole al Premio Letterario Europeo “Massa”.Collabora con magazine, web-magazine, lit-blog e case editrici.È una delle fondatrici del gruppo “Io leggo il romanzo storico” ed è socia ordinaria EWWA.Sposata e con una figlia, vive nella provincia di Ferrara dove gestisce una piccola realtà commerciale.

Dove trovarla: Email / Blog

ghirigiri

Dove acquistare il libro:

Amazon
Delos Store
Google Play
Kobo
IBS
In Mondadori
Rizzoli

anne_boleyn_by_lancelotfan

ghirigiri

Booktrailer

Alla prossima segnalazione,

Simona 🙂

[Recensione] Il mio destino sei tu – M.Maxwell

 

Buongiorno a tutti, carissimi lettori!
Il libro di cui parliamo in questa recensione è disponibile proprio da oggi nelle librerie e nei migliori store online, ed è firmato Tre60.
Sto parlando de ” Il mio destino sei tu” di Megan Maxwell ( Titolo originale: Sigueme la Corriente).
Ringrazio Elena e la casa editrice Tre60 per avermi dato l’opportunità di leggerlo in anteprima 😀

Il vero amore è come una bella canzone. Se non è speciale te ne dimentichi, ma se ti fa innamorare davvero renderà meraviglioso il resto della tua vita, perché avrà fatto il nido nel tuo cuore.

Con queste parole la Maxwell introduce il suo libro e – a mio parere – non poteva scegliere frase più azzeccata per catturare l’attenzione del lettore. ” Il mio destino sei tu” è un romanzo apparentemente semplice e leggero, ma in realtà è molto più complesso di quello che ci si aspetterebbe da un romanzo rosa. La complessità risiede sostanzialmente nella descrizione che l’autrice ci fa della vita di Ruth  – la protagonista femminile – una giovane ragazza che porta già sulle spalle il peso di una famiglia. Tra la sorellina malata e i suoi due scalmanati gemellini, per Ruth tirare avanti non è semplice; ha tre bocche da sfamare e proprio per questo il tempo che passa a lavoro è sempre maggiore di quello che dovrebbe effettivamente essere. Nonostante la sua situazione non proprio agiata Ruth non demorde e non perde mai il sorriso, anzi! Affronta ogni situazione con grinta e tenacia, dimostrando sempre di essere una donna di carattere.
L’altro lato della medaglia è rappresentato invece da Tony Ferrasa, noto compositore nonché sciupafemmine incallito. Con Tony la vita è stata molto generosa: è ricco, affascinante, circondato sempre da donne adoranti. L’uomo sembra non essere alla ricerca di legami duraturi, per questo non si decide ad intraprendere una relazione stabile seguendo le orme di suo fratello Dylan, felicemente sposato con la talentuosa cantante Yanira.

AmorL_-jEyIJ5IWxdWsX4-dqQ7CNmEjS2uNAjDVyQkAK

Le vite di Ruth e Tony sono dunque agli antipodi, ma si sa: gli opposti si attraggono, e così – complici vari incontri/scontri – tra i due comincia a nascere qualcosa. Nello sviluppo della loro conoscenza le personalità di entrambi emergono fortemente, creando una serie di situazioni davvero interessanti agli occhi del lettore, che non riuscirà a staccarsi dalle pagine del libro. Uno dei meriti che va sicuramente riconosciuto alla Maxwell è la sua abilità nel tracciare i suoi personaggi: hanno tutti un proprio carattere, dei tratti caratteristici che li rendono unici e al quale il lettore finisce irrimediabilmente per affezionarsi.
” Il mio destino sei tu” è un romanzo corposo, ma non per questo pesante. Le pagine scorrono via una dietro l’altra seguendo il ritmo delle vite frenetiche di Ruth e Tony.
Leggendo questo libro mi sono divertita, mi sono commossa, ho avuto il batticuore. Insomma ho vissuto insieme ai protagonisti, che ho sentito molto vicini ( In particolare ho avuto una grande empatia con Ruth). Con questo romanzo la Maxwell ha dimostrato che si può scrivere una valida storia autoconclusiva senza necessariamente dovere allungare il brodo; Ha detto tutto ciò che di importante c’era da dire in24 440 pagine, lasciando il lettore soddisfatto e appagato.
Questo è stato il primo romanzo dell’autrice spagnola che ho avuto modo di leggere e le mie impressioni sono sicuramente positive. Promossa la trama, il suo sviluppo, i personaggi e i loro incontri/scontri. Ammetto che all’inizio pensavo di trovarmi di fronte ad una storia piuttosto banale, perché sopratutto nei primi capitoli i personaggi si incontrano in situazioni davvero inusuali, però andando avanti con la lettura mi sono ricreduta, e ho deciso di approcciarmi al romanzo con più spensieratezza, senza stare ad analizzare ogni cosa con la mia solita pignoleria. Sono contenta di avere scelto di vivermi la storia di Ruth e Tony con questo stato d’animo, perché me la sono goduta appieno e ho trascorso in loro compagnia delle ore molto, molto piacevoli.
Per cui – in conclusione – ” Il mio destino sei tu” è un romanzo che consiglio, perché accanto agli elementi tipici di un romance presenta delle riflessioni e delle considerazioni sulle difficoltà della vita che gli conferiscono uno spessore più introspettivo; inoltre ho  molto apprezzato lo stile della Maxwell, che non è ricercato ne troppo elaborato, ma semplice e delicato quanto basta. Il mio voto per questo libro è di 7.5/10! 🙂

 

[Segnalazione] Ho scelto te – K.Anelli

Serata di segnalazioni sul blog!
Altra interessante uscita – per la precisione domani – è ” Ho scelto te” di Katia Anelli, giovane scrittrice italiana 🙂

Il libro sarà disponibile da domani al costo di 1.49 euro in tutti i migliori store online.

Vi lascio il booktrailer del romanzo con la speranza di fare cosa gradita:

A presto,

Simona