[Recensione] Shake my Colors. La mia luce sei tu – Silvia Montemurro

Buongiorno a tutti, carissimi lettori!
Oggi parliamo di Shake my Colors. La mia luce sei tu, il primo romanzo della nuova trilogia young adult firmata da Silvia Montemurro, autrice tra le più amate e apprezzate in Italia.

Shake my colorsShake my Colors. La mia luce sei tu – Silvia Montemurro
Sperling&Kupfer, 275 pagine
Collana: Pandora
Genere: Young Adult
Copertina rigida, € 16,90
In vendita da: Aprile 2017
Laura ha diciassette anni e ama il pattinaggio più di ogni altra cosa. È solo lì, sul ghiaccio, che si sente davvero se stessa. Perché, fin da quando è nata, non può vedere i colori e il mondo è spesso una trappola in bianco e nero. Paolo, il suo migliore amico, è l’unico a capire cosa tutto ciò significhi per lei ed è la sua àncora di salvezza. Sono cresciuti insieme in un paesino affacciato sul lago di Como, conoscono tutto l’uno dell’altra e custodiscono i reciproci sogni. Ora che una gara importantissima l’attende, Laura sa di poter contare su di lui, e che quando sarà il momento lo vedrà sugli spalti a fare il tifo per lei. E poi, un giorno, Laura incontra Geo. Capelli lunghi, stretti in una coda da cui sfugge qualche ciuffo ribelle, gesti decisi di chi sa quello che vuole e uno sguardo che la fa vacillare. Non riesce a vedere il colore di quegli occhi, ma le basta poco per capire che da quell’incontro la sua vita non sarà più come prima. Qualcosa li spinge l’uno verso l’altra, un’attrazione a cui non ha senso resistere. La passione che nasce è così travolgente da lasciarli senza fiato. Eppure ci sono dei silenzi tra loro, perché entrambi stanno nascondendo qualcosa. Laura non ha ancora trovato il coraggio di parlargli del suo problema alla vista, e Geo… cosa nasconde Geo? Cosa significano quelle ombre sul suo viso? E le sue fughe improvvise? Persino sul ghiaccio Laura non è più la stessa, e rischia di mandare all’aria il lavoro di anni. Un sentimento unico come quello che li lega dovrebbe poter vincere su tutto. Ma quando l’amore è un salto nel buio, avere coraggio a volte non basta.


Un’amicizia senza confini,
un amore inaspettato e travolgente,
un sogno per cui vivere.

WhatsApp Image 2017-05-09 at 10.30.59.jpegNata inizialmente su Wattpad, la storia di Laura, Geo e Paolo è successivamente approdata nelle librerie grazie alla fantastica Sperling&Kupfer, che le ha donato una splendida veste grafica ricca di colori e sfumature. I colori rappresentano proprio l’elemento chiave del romanzo, la vita di Laura ruota attorno a loro e, precisamente, attorno alla loro assenza. Sin da piccolissima le viene diagnosticata una rara malattia agli occhi, l’acromatopsia, che le fa vedere il mondo in bianco e nero: questo, per Laura, rappresenta un problema, ma è anche l’incentivo che la spinge ad informarsi su tutto ciò che riguarda i colori, al punto da diventare una vera e propria esperta in materia. Laura ha un dono speciale, riesce a vedere i colori delle persone, la loro anima ed essenza più pura. Ad aiutarla in questo percorso tortuoso c’è una famiglia presente e un migliore amico insostituibile, Paolo: i due sono amici sin dalla tenera infanzia, Paolo è sempre stato accanto a Laura e l’ha aiutata ad integrarsi in una società spesso insensibile ed egoista. Ho adorato il rapporto tra i due ragazzi, al confine tra amicizia e amore: Paolo è in assoluto il personaggio che ho preferito, con i suoi modi dolci e pacati, il suo senso di protezione nei confronti di Laura, il suo esserci sempre, come quei supereroi che tanto gli piacciono.
Shake my Colors racconta in modo semplice e privo di fronzoli l’adolescenza dei protagonisti e i relativi problemi che accompagnano questi anni così speciali della nostra vita. Il personaggio centrale è sicuramente Laura, alle prese non solo con l’acromatopsia, ma anche con il pattinaggio su ghiaccio – sport che ama e per il quale si impegna costantemente – con il suo rapporto d’amore e odio con Prisca, con la nuova e potente cotta presa per l’affascinante barman, Geo, e con il sentimento contrastante che sente nel suo cuore ogni volta che pensa al suo amico Paolo.
Proprio Paolo e Geo daranno vita, insieme a Laura, ad una sorta di triangolo amoroso serratissimo: i due ragazzi sono opposti, sia caratterialmente che fisicamente, e ognuno – a modo loro – prova qualcosa per la bella e raggiante protagonista. Io, ve lo confesso, faccio il tifo per Paolo, lo trovo più autentico e attaccato a Laura, credo che tra i due ci sia qualcosa di puro e di così forte da superare limiti e diversità di qualsiasi natura.
Geo, al contrario, è un personaggio che non sono riuscita ad inquadrare del tutto e che, per questo, non mi ha conquistata: non amo la sua indecisione, i suoi cambi di rotta repentini, la sua aggressività (spiegata in modo coerente, ma per i miei gusti comunque eccessiva). Non mi è piaciuto il suo modo di relazionarsi a Laura, quindi mi spiace caro Geo, i tuoi cocktail non hanno fatto breccia nel mio cuore.
Sono curiosissima di scoprire come l’autrice svilupperà la storia nel secondo libro della serie che, per fortuna, arriverà a breve (a fine mese dovrebbe essere sui nostri scaffali).
Nulla da dire sullo stile di scrittura dell’autrice, che ho trovato sempre molto fresco e sul pezzo, lessicalmente ed ortograficamente ineccepibile. Silvia Montemurro ha una penna leggiadra e trascinante, sa come catturare l’attenzione del lettore e come mantenerla viva per quasi trecento pagine. Amo le storie young adult e questa è una delle migliori che abbia letto in questi primi mesi del 2017. Assolutamente promosso dunque Shake my Colors, un romanzo divertente e spensierato che si focalizza sull’adolescenza e ci regala ore di puro piacere insieme a dei personaggi per nulla stereotipati e banali. Consigliato!
Il mio voto è di 4/5!
Alla prossima,
Simona

Annunci